Dizionario chimico divulgativo

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
CopertinaInformazioni tecniche

Introduzione[modifica]

L'uso del gergo è fondamentale in tutti gli ambiti, persino nella vita comune. La comunicazione infatti è densa di significati che il gergo chiude in termini (o significanti) per non rendere la conversazione pesante e ridondante. La loro funzione è simile a quella di una valigia: raggruppare e racchiudere una serie di cose utili (i significati in questo caso) per evitare che ingombrino la conversazione. Tuttavia, per accedere al contenuto di un significante bisogna avere la chiave di interpretazione per "aprirlo".
Questo è ciò che offre il Dizionario chimico divulgativo: una spiegazione di ogni termine appartenente al linguaggio chimico in modo comprensibile, per dare al lettore la possibilità di accedere a qualsiasi libro o articolo senza avere problemi a decifrare i termini del gergo.

Scrivere i lemmi[modifica]

Si vedano anche le Informazioni tecniche.

È con l'obiettivo di liberare il gergo chimico dall'esoterismo che è stato scritto questo dizionario divulgativo.
Per raggiungere tale scopo, i lemmi dovranno essere prima di tutto più comprensibili possibile. Si potranno usare esempi, metafore, immagini, tabelle e saranno bene accetti anche link a video, wikilibri ed altri siti utili ad imparare il significato di ogni parola.
Il linguaggio non dovrà essere necessariamente elegante, la forma potrà essere sacrificata in favore della chiarezza (anche si consiglia di badare pure a quella).

L'unico problema sarà regolare il livello di termini specifici nelle definizioni. Come detto prima, il gergo nasce non per essere un ostacolo ma un aiuto alla comunicazione; dunque i lemmi dovranno essere spiegati con un linguaggio semplice, chiaro e facile da memorizzare, ma per attenersi a questi scopi dovrà contenere la dose giusta di gergo che impedisce al discorso di diventare pesante, lungo, ripetitivo o scontato.
Il metodo che si consiglia di utilizzare è di contestualizzare il lemma, ossia tenere in considerazione il contesto letterario in cui è usato, e da esso ricavare il livello di conoscenza del lettore. In questo modo sarà possibile regolare il gergo della definizione, per rivolgerla ai lettori con con un livello non troppo basso rispetto a quello del contesto in cui è contenuto di una parola.
Termini come "atomo" o "legame chimico" appartengono ad un livello basilare di conoscenze, e si trovano addirittura nel linguaggio comune. Da ciò possiamo dedurre che la maggior parte delle persone che cercano la definizione di "atomo" nel DCD hanno appena iniziato a studiare chimica o addirittura non hanno mai aperto un libro ma hanno ritrovato quel termine in un altro testo (magari di un'altra materia). Sfortunatamente non ci sono sondaggi che stabiliscono la cultura media dei lettori per livello di lettura, quindi lo scrittore dovrà affidarsi all'intuito per mirare alla categoria giusta di lettori e scegliere correttamente il livello della spiegazione.
Oltre a questo vale il principio che finché una definizione risulta chiara e significativa, può essere semplificata in modo da essere chiara a lettori di livello sempre più basso.

L'ultimo aspetto da considerare è il rigore delle definizioni. Ogni significante racchiude un preciso significato che non va compromesso per favorire la semplicità della definizione. Di fatto ogni lemma va spiegato nella maniera più comprensibile possibile, ed è possibile discostarsi dalla rigide definizioni dei dizionari, ma solo nel modo di esporre tale definizione, non nel significato. Così sarà possibile allungarla, spiegarla in più capoversi, fare esempi e metafore ed usare un linguaggio più semplice ma il significato del lemma dovrà essere quello della definizione originale (non uno più generale, improprio o incompleto).

Per iniziare a contribuire si legga la pagina di benvenuto o Aiuto:Markup se si vuole passare direttamente alla scrittura di un lemma.

Convenzioni generali[modifica]

Il dizionario si può raggiungere digitando DCD nel motore di ricerca di Wikibooks.
In questo libro vengono raccolti i termini propri del linguaggio chimico in ordine alfabetico, per essere spiegati con un linguaggio il meno tecnico e più chiaro possibile, in modo da essere comprensibili ai meno esperti. Essi sono accompagnati da un collegamento a Wikipedia (w) e da uno a Wikizionario (d) nonché a diversi libri in cui sono spiegati tali termini.
Il Dizionario chimico divulgativo segue le convenzioni di tutti i dizionari in italiano:

  • Il lemma di uno sostantivo è la sua forma al singolare.
  • Il lemma di un verbo è la sua forma all'infinito presente.
  • Il lemma di un aggettivo al maschile singolare.
  • I sinonimi contengono un rimando al termine più usato.[1]

Questo dizionario tuttavia cerca di evitare gli aggettivi e i verbi, preferendo i sostantivi (piroforicità non piroforico, alchilazione non alchilare; ovviamente si accettano eccezioni se necessarie).

Per dizionari più tecnici si veda la sezione sottostante.

Bibliografia[modifica]

L'elenco di fonti sopra riportate è usata per i lemmi di ogni modulo del dizionario.

Libri contenenti collegamenti al DCD[modifica]

Note[modifica]

  1. Formattato in base alle convenzioni.