Napoletano/Preposizioni

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.

incluso le preposizioni improprie (incompleto)

Napoletano Italiano
a a
'a da
addu da/presso
addereto, areto dietro
abbecino, vecino vicino
cúntro, nfaccia contro
cu con
d'/'e* di
dinto,'into dentro
fora, afora fuori
a coppa, ncòppa, còppa sopra
nfino, fino fino
pe, per
sòtto, sòtta, abbascio sotto
mmiezo, ntra tra

(*d' è usato davanti a parola o articolo iniziante con una vocale (d' 'o, per esempio), 'e è usato davanti a consonante)

Preposizioni semplici

Le preposizioni vere e proprie sono: a (=a); 'a (=da); cu (=con); d' / 'e (=di); pe (per); tra (=tra, fra); nfino a (=fino a); addu (=presso).

Preposizioni articolate

Le preposizioni in Napoletano di solito non inglobano l'articolo, in questo il Napoletano si accomuna allo Spagnolo e si distingue da Italiano, Francese e Portoghese.
Esempi:

  • Vaco â posta a pava' 'e bbullette (Vado alla posta a pagare le bollette)
  • Fernesco 'e fatica' ê cuatte e vengo addu te â via 'e nove (finisco di lavorare alle quattro e vengo da te verso le nove)
  • 'O pesce frisco s'accatta ô mercato (il pesce fresco si compra al mercato)
  • â = a + 'a = alla
  • ê = a + 'e = ai, agli, alle
  • ô = a + 'o = al, allo

Alcuni autori hanno anche usato le forme alternative a', e', ed o' per indicare le preposizioni articolate indicate qui sopra.

In tutti gli altri casi, le preposizioni e l'articolo sono indicati separatamente.


Notasi che la pagina è stata corretta seguendo l'uso tradizionale del napoletano scritto cosí come riportato nelle principali grammatiche pubblicate (vedasi ad es. Iandolo 2000). L'uso riportato precedentemente non è standard. Ovviamente tutto si può cambiare, ma credo sia utile riportare prima l'uso standard (o tradizionale, cioè quello seguito da buona parte di coloro che hanno scritto e scrivono in lingua napoletana) e poi eventualmente proporre variazioni, che vanno però correttamente indicate come tali.