Disposizioni foniche di organi a canne/Europa/Italia/Toscana/Città metropolitana di Firenze/Fucecchio/Fucecchio - Santuario di Santa Maria delle Vedute e San Rocco

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
CopertinaDisposizioni foniche di organi a canne/Copertina

EuropaDisposizioni foniche di organi a canne/Europa


  • Costruttore: Tronci da Pistoia
  • Anno: 1783
  • Restauri/modifiche: ditta Chichi di Sovigliana-Vinci[1] (1976,[2] ampliamento[3]), ? (2000,[4] restauro e ampliamento)
  • Registri: 47, di cui 35 reali
  • Canne: 2.500 ca.
  • Trasmissione: elettrica
  • Consolle: mobile indipendente
  • Tastiere: 3 di 61 note ciascuna (Do1-Do6)
  • Pedaliera: concavo-radiale di 32 note (Do1-Sol3)
  • Collocazione: in due corpi: il I Manuale è collegato all'organo sulla tribuna d'ingresso, il II Manuale, III Manuale e Pedale sono collegati all'organo dell'abside
I - Positivo
Principale 8'
Ottava 4'
XV 2'
XIX – XXII 1.1/3'
Bordone 8'
Flauto in VIII 4'
Nazardo 2.2/3'
Cornetto 1.3/5'
Voce Umana
II - Grand'Organo
Principale 16'
Principale 8'
Flauto 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
XII 2.2/3'
XV 2'
XVII 0.3/5'
Ripieno 5 File 1.1/3'
Tromba 8'
Campane (dal La2 al Fa4)
III - Espressivo
Bordone 16'
Principale 8'
Viola 8'
Bordone 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
Flauto in XII 2.2/3'
Ottavina 2'
Terza 1.3/5'
Cimbalo 4 File 1'
Celeste 8'
Tremolo
Tromba 8'
Oboe 8'
Campane (dal La3 al Fa5)
Pedale
Contrabbasso 16'
Subbasso 16'
Basso 8'
Bordone 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
XII 2.2/3'
XV 2'
Flautino 2'
Trombone 16'
Tromba 8'
Chiarina 4'
Campane (dal Do1 al Fa4)

Note[modifica]

  1. Su progetto di Mons.Luigi Sessa, organista del Duomo di Firenze
  2. Inaugurato il 10 aprile 1976 con un concerto tenuto dal Maestro Monsignor Luigi Sessa, organista del duomo di Firenze
  3. Aggiunta di un nuovo corpo d'organo nell'abside. Il precedente organo (400 canne, tastiera di 45 tasti e pedale di 8 tasti), collocato sulla tribuna d'ingresso viene inglobato nel nuovo progetto
  4. Inaugurato il 7 dicembre 2000 con un concerto tenuto dal Maestro Monsignor Luigi Sessa

Collegamenti esterni[modifica]