Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Lombardia/Provincia di Bergamo/Bergamo/Bergamo - Basilica di Sant'Alessandro in Colonna

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro


Organo maggiore[modifica]

Il corpo di destra dell'organo
  • Costruttore: Fratelli Serassi (Opus 193-194)
  • Anno: 1778-1781
  • Restauri/modifiche: Fratelli Serassi (1807), Fratelli Serassi (1844), Giovanni Giudici (1855), Adeodato Bossi Urbani (1887, elettrificazione del corpo di sinistra), Tamburini (1970, opus 604, ricostruzione della meccanica sotterranea), Tamburini (anni 1980, installazione di una nuova consolle elettrica, non più utilizzata e scollegata)
  • Registri: 59
  • Canne: 3854
  • Trasmissione: meccanica
  • Consolle: 2, con le medesime caratteristiche: originaria a finestra, al centro della parete anteriore della cassa sulla cantoria di destra; Tamburini anni '80, attualmente scollegata, indipendente, a pavimento al centro del coro
  • Tastiere: 3 di 62 note con controttava scavezza[1] (Do-1-Fa5)
  • Pedaliera: dritta di 27 note (Do1-Re3)[2]
  • Collocazione: in due corpi contrapposti, su cantorie ai lati del presbiterio: a destra Grand'Organo (terzo manuale) e Organo eco (secondo manuale) e relativa sezione del Pedale; a sinistra, collegati con trasmissione meccanica sotterranea, Terzo organo (primo manuale) e relativa sezione del Pedale
I - Terzo organo
Principale 16'+8' Bassi
Principale 16' Soprani
Principale I 8' Soprani
Principale II 8' Soprani
Ottava 4'
Due di ripieno 2'-1.1/3'
Tre di ripieno 1/2'-1/3'-1/4'
Due di ripieno 1'-2/3'
Flauto in VIII 4'
Cornetto 4 file 4' Soprani[3]
Voce umana 8' Soprani
Tromba 8'
Contrabassi e ottave 16'+8' (al Pedale)
Duodecima di contrabassi 5.1/3' (al Pedale)
II - Organo Eco
Principale 8'
Ottava 4'
Quintadecima 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Vigesimasesta 2/3'
Vigesimanona 1/2'
Sesquialtera 4/5'
Cornetto 3 file 4' Soprani[4]
Flauto in 4'
Voce umana 8' Soprani
Violoncello 8'
III - Grand'Organo Concerto
Cornetto I 3 file 4' Soprani[5]
Cornetto II 3 file 2' Soprani[6]
Clarino 8' Bassi
Trombe 8' Soprani
Fagotto 8' Bassi
Clarino 8' Soprani
Viola 4' Bassi
Flutta 8' Soprani
Flauto in VIII 4' Soprani
Flauto in XII 2.2/3' Bassi
Flauto in XII 2.2/3' Soprani
Voce umana 8' Soprani
Bombarde 16' (al Pedale)
Ripieno 5 file (al Pedale)
Duodecima di contrabbassi 5.1/3' (al Pedale)
III - Grand'Organo Ripieno
Principale 16' Bassi
Principale 16' Soprani
Principale I 8' Bassi
Principale I 8' Soprani
Principale II 8' Bassi
Principale II 8' Soprani
Ottava 4' Bassi
Ottava 4' Soprani
Duodecima 2.2/3'
Quintadecima 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Due di ripieno 2/3'-1/2'
Due di ripieno 2/3'-1/2'
Due di ripieno 1/2'-1/3'
Due di ripieno 2/3'-1/2'
Sesquialtera 2 file 1.1/3'[7]
Contrabbassi e ottave 16'+8' (al Pedale)

Organo della cappella della Madonna del Patrocinio[modifica]

  • Costruttore: Fratelli Serassi (Opus 376)
  • Anno: 1844
  • Restauri/modifiche:
  • Registri: 19
  • Canne: ?
  • Trasmissione: meccanica
  • Consolle: a finestra, al centro della parete anteriore della cassa
  • Tastiere: 1 di 50 note con prima ottava cromatica estesa (Do1-Fa5)
  • Pedaliera: a leggio di 18 note con prima ottava cromatica estesa (Do1-Fa2)
  • Collocazione: in corpo unico, sulla cantoria sopra l'ingresso della cappella
Colonna di sinistra - Concerto
Cornetto 3 file
Celeste 8' Soprani
Celeste 8' Bassi[8]
Flutta 8' Soprani
Viola gamba 8' Bassi
Viola gamba 8' Soprani
Flauto 4'
Voce umana 8'[9]
Contrabbassi 16' (al Pedale)
Colonna di destra - Ripieno
Principale I 8' Bassi
Principale I 8' Soprani
Principale II 8' Soprani
Ottava 4' Bassi
Ottava 4' Soprani
XV 2'
XIX 1.1/3'
XXII 1'
XXVI 2/3'
XXIX 1/2'

Note[modifica]

  1. la controttava è non azionabile nel Terzo organo, richiamante la prima ottava nell'Organo eco e reale nel Grand'Organo.
  2. reale da Do1 a Si1, ad eccezione del registro Bombarde 16', che è reale fino a Si2.
  3. 4'-2.2/3'-2'-1.3/5'.
  4. 4'-2.2/3'-1.3/5'.
  5. 4'-2.2/3'-1.3/5'.
  6. 2'-1.3/5'-1.1/3'.
  7. 1.1/3'-1'-4/5'.
  8. da Do2.
  9. da Do2.

Altri progetti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]