Piemontese/Verbi

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Indice del libro

Premessa storica[modifica]

In piemontese il verbo ha raggiunto la sua massima complessità nel Medioevo, periodo in cui ha raggiunto 8 tempi indicativi, 4 congiuntivi, 2 condizionali, 2 imperativi e 2 per ciascun modo indefinito. Con il tempo molte forme si sono estinte in maniera del tutto naturale: per primo l'imperativo futuro, assimilato dall'indicativo futuro, poi il participio presente, usato solo più sostantivato. Si è soliti collocare fra XVII e XVIII secolo il graduale oblio del passato e del trapassato remoti, le cui funzioni sono state coperte rispettivamente dal passato e dal trapassato prossimi, che infatti in piemontese hanno perso l'aggettivo "prossimo" proprio perché non ce n'è più necessità. I tempi semplici del congiuntivo vengono qui trascurati per mere questioni di semplicità che più si addicono a questa modesta grammatica. Preferiremo quindi altrettanto validi costrutti alternativi, dove si dovrebbe usare il congiuntivo.

Premessa tecnica[modifica]

  • Il piemontese ha tre coniugazioni verbali. La prima "-è" è quella più numerosa e autonoma a livello di declinazione, le altre due "-e" e "-ì" per chiarezza si considerano separatamente per alcune strutture particolari, ma se confrontate appaiono molto simili.
  • I tempi composti si formano come in italiano con due ausiliari: esse e avèj, essere e avere, che presentiamo immediatamente in tutte le loro forme.

Esse

Present Indicativ Passà Indicativ Amperfet Indicativ Trapassà indicativ Futur I Indicativ Futur II Indicativ Present Condissional Passà Condissional Imperativ Anfinì Present
Mi i son Mi i son stait Mi i l'era Mi i l'era stait Mi i sarai Mi i sarai stait Mi i saria Mi i saria stait - Esse
Ti it ses Ti it ses stait Ti it l'ere Ti it l'ere stait Ti it saras Ti it saras stait Ti it sarie Ti it sarie stait Esse Anfinì passà
Chiel a l'è Chiel a l'è stait Chiel a l'era Chiel a l'era stait Chiel a sarà Chiel a sarà stait Chiel a saria Chiel a saria stait Ch'a sia Esse stait
Noi i soma Noi i soma stait Noi i l'ero Noi i l'ero stait Noi i saroma Noi i saroma stait Noi i sario Noi i sario stait Soma Partissipi
Voi i seve Voi i seve stait Voi i l'ere Voi i l'ere stait Voi i sareve Voi i sareve stait Voi i sarie Voi i sarie stait Esse Stait
Lor a son Lor a son stait Lor a l'ero Lor a l'ero stait Lor a saran Lor a saran stait Lor a sario Lor a sario stait Ch'a sio Gerundi
Essend

Avej

Present Indicativ Passà Indicativ Amperfet Indicativ Trapassà indicativ Futur I Indicativ Futur II Indicativ Present Condissional Passà Condissional Imperativ Anfinì Present
Mi i l'hai Mi i l'hai avù Mi i l'avia Mi i l'avia avù Mi i l'avrai Mi i l'avrai avù Mi i l'avria Mi i l'avria avù - Avej
Ti it l'has Ti it l'has avù Ti it l'avie Ti it l'avie avù Ti it l'avras Ti it l'avras avù Ti it l'avrie Ti it l'avrie avù Avej Anfinì passà
Chiel a l'ha Chiel a l'ha avù Chiel a l'avia Chiel a l'avia avù Chiel a l'avrà Chiel a l'avrà avù Chiel a l'avria Chiel a avria avù Ch'a a l'abia Avej avù
Noi i l'oma Noi i l'oma avù Noi i l'avio Noi i l'avio avù Noi i l'avroma Noi i l'avroma avù Noi i l'avrio Noi i l'avrio avù Avoma Partissipi
Voi i l'eve Voi i l'eve avù Voi i l'avie Voi i l'avie avù Voi i l'avreve Voi i l'avreve avù Voi i l'avrie Voi i l'avrie avù Avej Avù
Lor a l'han Lor a l'han avù Lor a l'avio Lor a l'avio avù Lor a l'avran Lor a l'avran avù Lor a l'avrio Lor a l'avrio avù Ch'a l'abio Gerundi
Avend
  • PRONOMI PERSONALI VERBALI: Avrete notato che fra i pronomi personali mi, ti, chiel, noi, voi, lor e la voce verbale è presente un terzo elemento. È il pronome personale verbale. Si usa, come potete vedere, in tutti i tempi tranne all'imperativo e ai modi indefiniti ed è obbligatorio. Il pronome normale si può omettere, ma quello verbale fa parte del verbo, appunto, ed è irremovibile. Essi sono in ordine i, it, a, i, i, a. Più avanti ne parleremo ancora.
  • N.B. Ogni volta che davanti alla forma verbale si trova "'l", quella è parte integrante è irremovibile di essa.
  • PER FORMARE I TEMPI COMPOSTI:
    • Avej si usa per formare i tempi composti di:
      • Verbi transitivi attivi.
      • Con i verbi vorej, podej, dovej, piase e i verbi atmosferici.
    • Esse si usa per formare i tempi composti di:
      • Verbi passivi, riflessivi, reciproci, intransitivi.
      • Con il verbo smijè e i verbi di movimento.

Nelle versioni letterarie più recenti e in alcune varietà locali, si è verificato un fenomeno di vistosa recessione dell'uso del verbo esse come ausiliare, per cui solo più i verbi passivi si continuano a costruire con esse e per tutti gli altri si usa avèj. Ne risultano frasi come: Mi i l'haj restà a ca lett. "Io ho restato a casa"; I l'oma fasse tanti compliment antra 'd noi. lett. "Ci abbiamo fatto tanti complimenti fra di noi."; I l'haj lavame lett. "Mi ho lavato." Di conseguenza se si trova non va considerato come un errore, ma solo come un uso particolare.

Coniugazione interrogativa[modifica]

Verbi con doppio participio passato[modifica]