Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/India-4: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m (Wikificazione basilare AWB)
La versione di più recente produzione 3M54E1 aumenta la gittata a 300 km, e cambia in sostanza la capacità d'attacco ipersonica con quella subsonica continua, aumentando solo da 650 a 860 kmh nella fase finale d'attacco. Per dare un'idea di quello che significa in termini di impatto sulla piattaforma, le dimensioni e i pesi scendono a 6,2 m x 1780 kg, ma il peso della testata aumenta da 200 a 400 kg e la gittata a 300 km. Ne esiste anche la versione d'attacco terrestre, stranamente con la stessa gittata nonostante non abbia più il radar di scoperta antinave. In sostanza questo missile, annunciato nel 1993 e che destò inizialmente poca attenzione visto il contemporaneo fenomeno dell'SS-N 22, si è rivelato invece un missile potente e flessibile con una intera famiglia per i più svariati compiti, ospitabile per giunta in lanciatori verticali, che sulle NILGIRI sono ospitati a prua, dietro al cannone e al lanciamissili SAM a medio raggio.
 
===='Tarantul' migliorate<ref>Schiele, Marcin: ''Tarantul migliorate per Marina Indiana'', RID dicembre 2003 p.52-56</ref>====
Le navi che succedettero alle 'Osa' erano ben più grandi, pur portando ancora lo stesso numero di missili antinave. Questo nonostante il tonnellaggio raddoppiato. In relazione al dislocamento, ogni missile Styx aveva in media 30 t sulle Komar, 50 sulle Osa e 100 sulle Tarantul. I sovietici si occuparono di fornire le prime 5 navi, classe 'Veer', costruendole in Russia nei cantieri RSZ di Rbinsk. Erano state progettate nella loro forma dal CMKB Almaz di Leningrado, chiamate all'epoca MOLNYA 1 o Progetto 1241 RE. Queste navi divennero sempre meno 'unità d'attacco' e sempre di più 'navi' vere e proprie: da qui il dislocamento maggiore rispetto allo stesso numero di missili. Le prime 5 navi, K40-44 furono consegnate tra il 1987 e il 1991 mentre le successive 6, costruite dai Cantieri Magazon,Mumbai. Queste navi erano note come classe 'Vibhuti', con sezioni di scafo prefabbricate. Queste navi disponevano di capacità notevolmente maggiori rispetto alle 'Osa', inevitabilmente data la tecnologia e la stazza maggiorate. I motori a turbina COGAG M-15E con 2 M75 da 2.942kW ognuna per la crociera e 2 M70 da 8.826 kW per l'attacco a tutto gas. Da notare la caratteristica di queste ultime turbine. Mentre gli scarichi sono sistemati sul corto e piccolo fumaiolo a mezzanave, incluso nella tuga, dietro l'albero e davanti i CIWS, le turbine 'da combattimento', capaci di 24.000, hanno due caratteristici scarichi aperti nella poppa a specchio, con portelli specifici. Un potente cannone da 76 mm, di tipo 'superapido' (ma antecedente di diversi anni l'arma OTO analoga) ha una cadenza di 120+ colpi al minuto e riserva di munizioni di 152 colpi, un radar di tiro Bass Tilt che controlla anche i due CIWS poppieri grazie all'ampio campo di osservazione (è davanti all'albero e dietro alla plancia). Questo cannone, con spoletta di prossimità per le munizioni, sistemi di tiro (anche in torretta con un apparato ausiliario ottico) e cadenza di tiro elevata è capace di ingaggiare anche i missili antinave.
 
6 953

contributi

Menu di navigazione