Latino/Seconda declinazione: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
migliorie varie
mNessun oggetto della modifica
(migliorie varie)
 
Alla '''seconda declinazione''' appartengono sostantivi maschili, femminili e neutri con il tema in
''-o''.
 
== Declinazione ==
I sostantivi maschili e femminili che al nom. sing. escono in '''-us''' hanno la stessa flessione; il vocativo sing. ed il nominativo sing. non coincidono, come accade, invece, per tutte le altre declinazioni latine in cui le uscite dei due casi sono sempre simili; nell'esempio, ''hortus, i'', l' orto:
=== Maschili e femminili in -us ===
I sostantivi maschili e femminili che al nom.nominativo sing.ìolare escono in '''-us''' hanno la stessa flessione; il vocativo sing. ed il nominativo sing. non coincidono, come accade, invece, per tutte le altre declinazioni latine in cui le uscite dei due casi sono sempre simili; nell'esempio, ''hortus, i'', l' orto (maschile):
{| class="wikitable"
!Caso
|-
|Nominativo
|hort-'''us'''
|hort-'''i'''
|-
|Genitivo
|hort-'''i'''
|hort-'''orum'''
|-
|Dativo
|hort-'''o'''
|hort-'''is'''
|-
|Accusativo
|hort-'''um'''
|hort-'''os'''
|-
|Vocativo
|hort-'''e'''
|hort-'''i'''
|-
|Ablativo
|hort-'''o'''
|hort-'''is'''
|}
 
=== Maschili in -er ===
Un gruppo di sostantivi ''solo maschili'' ha il nom.nominativo sing.singolare uscente in '''-er''': essi seguono la stessa flessione dei sostantivi in ''-us'' tranne che per il voc.vocativo sing.singolare, che in questo caso è uguale al nominativo. Una parte di questi sostantivi mantiene la '' e'' del nom.nominativo per tutta la declinazione (es.'' pu'''e'''r, pu'''e'''ri'' = ''fanciullo''); un'altra parte, invece, la perde, ed è il gruppo più numeroso ( es. ''ap'''e'''r, apri'' = ''cinghiale'').
 
{|
</TD>
| style="width:50%;" |
<TD align="left" valign="top" width="900" height="18">
{| class="wikitable"
!Caso
|Nominativo
|puer
|puer-'''i'''
|-
|Genitivo
|puer-'''i'''
|puer-'''orum'''
|-
|Dativo
|puer-'''o'''
|puer-'''is'''
|-
|Accusativo
|puer-'''um'''
|puer-'''os'''
|-
|Vocativo
|puer
|puer-'''i'''
|-
|Ablativo
|puer-'''o'''
|puer-'''is'''
|}
| style="width:50%;" |
<TD align="left" valign="top" width="900" height="18">
{| class="wikitable"
!Caso
|Nominativo
|aper
|apr-'''i'''
|-
|Genitivo
|apr-'''i'''
|apr-'''orum'''
|-
|Dativo
|apr-'''o'''
|apr-'''is'''
|-
|Accusativo
|apr-'''um'''
|apr-'''os'''
|-
|Vocativo
|aper
|apr-'''i'''
|-
|Ablativo
|apr-'''o'''
|apr-'''is'''
|}
|}
</TD>
 
</TR>
=== Neutri in -um ===
</TABLE>
I sostantivi neutri hanno il nominativo in ''-um''; bisogna ricordare che, come accade per tutti i sostantivi neutri di tutte le declinazioni, hanno i tre casi diretti (nominativo, accusativo e vocativo) con uscite simili sia nel sing.singolare che nel plurplurale; per gli altri casi la flessione è identica a quella dei sostantivi femminili e maschili:
<br>
I sostantivi neutri hanno il nominativo in ''-um''; bisogna ricordare che, come accade per tutti i sostantivi neutri di tutte le declinazioni, hanno i tre casi diretti con uscite simili sia nel sing. che nel plur; per gli altri casi la flessione è identica a quella dei sostantivi femminili e maschili:
 
{| class="wikitable"
|-
|Nominativo
|bell-'''um'''
|bell-'''a'''
|-
|Genitivo
|bell-'''i'''
|bell-'''orum'''
|-
|Dativo
|bell-'''o'''
|bell-'''is'''
|-
|Accusativo
|bell-'''um'''
|bell-'''a'''
|-
|Vocativo
|bell-'''um'''
|bell-'''a'''
|-
|Ablativo
|bell-'''o'''
|bell-'''is'''
|}
 
=== Vir ===
Alla 2^ declinazione appartiene anche un sostantivo, l'unico assieme ai suoi composti, con il nominativo singolare in -'''ir''', ''vir, viri'' = l'uomo, la cui flessione è identica a quella dei sostantivi in -er:
 
|Nominativo
|vir
|vir-'''i'''
|-
|Genitivo
|vir-'''i'''
|vir-'''orum'''
|-
|Dativo
|vir-'''o'''
|vir-'''is'''
|-
|Accusativo
|vir-'''um'''
|vir-'''os'''
|-
|Vocativo
|vir
|vir-'''i'''
|-
|Ablativo
|vir-'''o'''
|vir-'''is'''
|}
 
==Particolarità==
Anche nella 2^ declinazione vi sono delle particolarità che riguardano sia i casi chesia il numero.
 
Anche nella 2^ declinazione vi sono delle particolarità che riguardano sia i casi che il numero.
 
===Particolarità dei casi ===
;Genitivo singolare: alcuni sostantivi che escono in ''-ius'' o in ''-ium'' possono avere oltre che la normale uscita in ''-ii'' anche un'uscita in '''-i''' (forma contratta).
;Vocativo singolare: i nomi propri che al nom.nominativo sing.singolare escono in ''-ius'' ed i sostantivi ''filius'', ''genius'', oltre all'aggettivo possessivo ''meus'' invece della regolare uscita in ''-e'' presentano una uscita in '''-i''' (tranne ''Darius'' che esce regolarmente in ''-e'', ''Darie'').
;Genitivo plurale: può essere in ''' -um''', invece che in ''-orum'', in ''vir'' ed i suoi composti, nei nomi di monete o misure, nei nomi di popolo, ed altri sostantivi:
*''vir, virum'' (o '' virorum'')
*''liberi, liberum'' (o ''liberorum'')
*''deus, deum'' (o ''deorum'')
*''Danai, Danaum'' (o ''Danaorum'')
 
===Particolarità del numero===
Vi sono dei ''singularia tantum'' come:
*'' aurum'', ''i'', (l'oro),
* ''argentum'', ''i'', (l'argento),
*''pontus'', ''i'', (il mare);
e dei ''pluralia tantum'' come :
*''Argi, -orum'' ( Argo),
*''Delphi, -orum'' (Delfi),
*''liberi, -orum'' (i figli),
*''spolia, -orum'' (il bottino/le spoglie),
*'' Superi, -orum'' (gli dèi Superni),
* ''Inferi, -orum'' (gli dèi Inferi).
 
==Origini==
*'''Nominativo singolare''': poiché il tema di tutti i sostantivi di seconda era in ''-o'', si aveva il nom. in ''-os'', divenuto per oscuramento ''-us''. Stesso discorso vale per i sostantivi in ''-er'', che avendo originariamente il tema in ''-ro'', nominativo ''-ros'', con la caduta di ''-os'' finale sono divenuti in ''-er''. Taluni si sono trasformati in ''-rus''.
*'''Genitivo singolare''': già all'origine così, non ha subito trasformazioni.
*'''Dativo singolare''': era in ''-oi''.
*'''Accusativo singolare''': era in ''-om'', poi trasformatosi in ''-um'' per oscuramento.
*'''Vocativo singolare''': era uguale al puro tema, con apofonia vocalica qualitativa (alternanza o/e).
*'''Ablativo singolare''': era in ''-od'' ed ha subito la caduta della dentale finale di parola.
*'''Noninativo plurale''': Inizialmente in ''-oi'', poi ''-ei'', poi, ancora, contraendosi, è diventato ''-i'', ma non per i sostantivi in ''-ius'', che, non contraendo, sono rimasti in ''-ii''.
*'''Genitivo plurale''': usciva in ''-om'', ma si è trasformato in ''-orum'' per analogia con la 1^ declinazione.
*'''Accusativo plurale''': usciva in ''-ons'', ma ha subito la caduta della nasale.
 
[[Categoria:Grammatica latina|Seconda declinazione]]
 
 
{{Avanzamento|100%|18 aprile 2008}}

Menu di navigazione