Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Germania Ovest-2"

Jump to navigation Jump to search
 
La Fase 1 iniziò solo nel 1989-90 con il RWR ALR-68, la LINS H-423, computer dati aerei CUP-143/A, e databus Std 1553R. La fase due avvenne subito dopo, con il radar nuovo che permetteva finalmente di usare un sistema di scoperta che permetteva di vedere bene bersagli in volo a bassa quota anche senza dover volare ad un massimo di 1.000 m. Nel luglio 1989 il programma era completato, ma solo il 22 novembre 1991 venne tirato un AIM-120. Nel '92 vennero consegnati 6 aerei al JG 71, ma questo per il momento fu tutto. I missili AIM-120 erano ancora indisponibili e lo furono presumibilmente fino ad oltre il 1993, mentre questi caccia modificati erano ancora una rarità per diverso tempo, per esempio ancora nel '93 il JG 72 non ne aveva<ref>''Il cavallino rampante di Westfalia'', Aerei ago 1993</ref>.
 
Così i Phantom F vennero usati due volte per coprire i ritardi di altri programmi: prima per i Tornado, poi l'EFA (da qui l'estensione del programma ICE). Questi aerei vennero usati nel tipo ammodernato dai JG 71, 72, 73 e 74, quest'ultima assieme ai 24 MiG-29 ex DDR. Con questi caccia il Phantom ha operato fino a che i Fulcrum sono stati rivenduti. Non erano gli unici caccia moderni della DDR, visto che c'erano anche un certo numero di MiG-23, ma questi ultimi, nonostante fossero diffusi anche in altre nazioni ex-nemiche (Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria) vennero radiati dal servizio senza ripensamenti (nonostante i loro missili a medio raggio, che la Luftwaffe non aveva affatto fino all'arrivo dei MiG-29). I MiG invece sono stati ben considerati e nonostante il loro modesto numero, immessi in servizio (20 monoposto e 4 biposto). Nelle intercettazioni, in genere, cooperavano con i Phantom in condizione subordinata, dato che gli F-4 avevano un radar maggiormente efficace e un operatore specifico che si poteva dedicare solo al suo uso. A parte la mancanza di un moderno IFF e quindi la difficoltà di identificare con certezza un nemico in situazioni BVR (usando al meglio i radar di bordo e missili collegati), per il resto il problema dei Phantom tedeschi fu la fornitura di appena 96 AIM-120, dato l'ordine per l'MBDA Meteor a statoreattore (con gittata superiore), che tuttavia sarebbe stato disponibile solo dal 2013.. per il resto i Phantom aggiornati sono stati utili come gap-filler, un pò come gli F-104S ECO contemporanei (molto più limitati, anche se da subito provvisti di missili SARH).
 
==Marina, 1997<ref>Speciale RID giu 1997</ref>==
6 953

contributi

Menu di navigazione