Differenze tra le versioni di "Osservare il cielo/Costellazioni estive: verso il centro della Via Lattea"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
La parte della Testa è la più luminosa: partendo dalla coppia ε e la δ Ophiuchi, si prosegue verso nord-ovest il tratto indicato dalle due stelle, fino ad incrociarne altre due, di cui una luminosa: quest'ultima stella, nota come '''Unukalhai''', rappresenta il cuore del Serpente. La testa vera e propria è invece individuabile in un gruppetto di stelle poste poco più a nord.
 
La Coda dsisi trova in direzione opposta rispetto all'Ofiuco, fra questo e l'Aquila; si prosegue la concatenazione di stelle dell'Ofiuco verso est, individuando dapprima la brillante η Serpentis, e poi la θ.
 
<div style="clear:both"></div>
La caratteristica più evidente di questa costellazione è un gruppo di otto stelle disposte a formare un asterismo noto come '''Teiera''': la si può infatti immaginare come una teiera sul fuoco, dal cui becco esce il vapore, rappresentato dalla Via Lattea.
 
Il resto della costelazionecostellazione si estende soprattutto ad est di questo asterismo; le stelle &mu;, &lambda;, &delta;, &epsilon;, e &eta; Sagittarii possiedono un andamento zig-zagante che ricorda bene l'idea di un arco, mentre la freccia è rappresentata dalla stella &gamma;, chiamata anche ''Al Nasl''.
 
Un semplice binocolo è sufficiente per individuare un gran numero di oggetti celesti, compresi fra questa costellazione ed il vicino Scorpione.

Menu di navigazione