Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Messico: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
 
==2008<ref>dati da wiki.en</ref>==
L'Esercito attualmente ha il Comando nazionale, comandi territoriali e unità indipendenti. Esso ha un sistema di comando molto centralizzato con il quale controlla 12 Regioni Militari e 44 Zone Militari. L'aviazione ha le zone d'interesse A1/A-4, con le forze tattiche considerate come una Divisione Aerea, ma divisa nelle 4 regioni militari, NE, NW, Centrale e Sud per un totale di 18 basi e la capacità di operare per breve tempo anche in zone avanzate, fuori delle tradizionali basi aeree. La Marina ha QG in Città del Messico, ma è più piccolo di quello dell'Esercito, controllato dalla Junta (Consiglio) degli Ammiragli. Sono suddivise in FOrze Pacifiche e del Golfo, con i propri QG, un gruppo d'altura, uno di navi ausiliarie, uno di Marine e uno di SF. In ogni caso sono due realtà diverse, con le Regioni 1, 3 e 5 nel Golfo e le 2, 4 e 6 in Pacifico, ovviamente suddivise in settori e zone per una moltitudine di comandi e di ufficili (e quindi, di burocrazia). Di recente è stata ceduta gran parte della responsabilità della difesa costiera all'Esercito. La Marina ha la capacità di costruire con i propri cantieri navi anche piuttosto grandi e complesse, come la classe Holzinger. Naturalmente essi costituiscono un elemento importante per garantire l'occupazione e know-how del Paese.
 
La forza principale delle F.A. ha una componente di due brigate meccanizzate di fanteria a Città del Messico, più i supporti, due brigate di PM, unità Speciali e la Guardia Principale.
La componente della Difesa Rurale, o Rurales. Non c'é un Ministero della Difesa, infatti il capo supremo è il Presidente. Egli ha secondo la Costituzione il titolo di Comandante Supremo De Las Fuerzas Armadas. Tant'é che è anche l'unico Generale a 5 stelle, come del resto accade anche in altri Paesi. Il Ministro della Difesa è un ammiraglio o un generale a 4 stelle. In ogni caso, anche la Marina è subordinata all'Esercito anche se non è una sua branca come invece l'aviazione. La supremazia dell'Esercito è tale che il suo QG ingloba anche il comandante dell'Aviazione e il suo staff, e non è concesso a questi di arrivare alla massima carica di comando. Così l'Esercito praticamente si identifica come il Segretariato della Difesa Nazionale (SEDENA, Secretaría de la Defensa Nacional), e il generale Galvan, comandante dell'Esercito, è anche titolare della carica del Ministro della Difesa (anche se senza un vero ministero, come si è detto). Natualmente la Marina vede con frustrazione tale situazione, e ancora più la forza aerea. SE non altro Marina ed Esercito godono di una certa autonomia grazie alla divisione settoriale della loro copertura del territorio con comandi locali (regioni, zone), il che, sebbene fonte di molta burocrazia, ha consentito se non altro di facilitare il reclutamento di personale, che si ritrova a servire vicino casa, un fatto che aiuta molto in termini morali. Sono gli ufficiali che invece possono e devono viaggiare, per fare esperienza con le varie realtà della grande nazione. Ma sopratutto, per evitare che, stazionando troppo a lungo in un certo territorio, accrebba la rete di conoscenze personali e di potere locale, fino a diventare un piccolo 'signore della guerra', come tante volte è successo in passato.
 
Il numero di uomini e donne in armi, non è chiaro: tra i numeri si parla di 181.356 effettivi, ovvero appena lo 0,16% della popolazione, mentre nel '99 sono stati riportati incrementi di budget fino a 4 mld di dollari, ovvero lo 0,9% contro lo 0,7% di dieci anni prima, ma dato l'incremento della ricchezza successiva, è calato percentualmente allo 0,5%. Eppure si tratterebbe di ben 10 mld di dollari al 2007, e la lotta ai trafficanti di droga continua a richiedere sempre più soldi per essere combattuta.
 
Nel 2005, secondo le stime CIA, il Messico aveva circa 20 mln di uomini in età utile per servire nelle F.A., con circa 1 mln all'anno che raggiungeva i 18 anni; le donne sono ammesse dal 2000. Considerando le riserve, il Messico sfrutta solo in minima parte questo potenziale umano, con un totale di 620.400 elementi incluse però le riserve. La struttura è suddivisa tra due branche: IL Segretariato della Difesa Nazionale (SEDENA), per Aviazione e Esercito, e la Segreteria Navale, che si occupa delle proprie forze di mare, terra e aria.
 
Le missioni previste per l'Esercito sono 3, con altrettanti piani: DN1, contro aggressioni esterne convenzionali, ma nessuna F.A. può uscire dal Paese senza una dichiarazione formale di guerra, approvata dal Congresso (l'ultima volta fu nel 1942, contro l'Asse, a causa dell'affondamento di due navi messicane, mentre nel 1990 la partecipazione alla guerra in Irak chiesta dal presidente Salinas fu rifiutata in quanto non esisteva alcuna dichiarazione di guerra contro l'Irak). DN2: protezione contro guerriglie interne (cosa che l'Esercito ha fatto almeno fino al 1970, spesso in maniera brutale, per mantenere la dittatura del partito PRI, eterno governante del Paese, da qui la 'sporca guerra' culminata nel massacro degli studenti del 1968). Dopo il 1980 tali tipi di operazioni sono praticamente cessate, eccetto che contro gli Zapatisti. DN3: difesa contro disastri naturali. Questa è di fatto, almeno in tempo di pace, la maggiore utilità che stanno dando le F.A. al Paese, almeno fino a quando non si sono manifestate le azioni truculente dei cartelli della droga, estesi in ogni pare del Paese. Il DN3 non è stato pensato se non dopo il terribile terremoto di Città del Messico, del 1985, che causò danni ingentissimi alla megalopoli. Fu una situazione grottesca, perché le autorità, nonostante l'evidenza, non riconoscevano che vi fosse una situazione di emergenza civile. In seguito le cose sono cambiate e di molto. L'Esercito messicano ha aiutato anche in occasione di Katrina e adesso è impegnato con la pericolosa pandemia di febbre suina.
 
Tra le particolarità del Messico c'é anche il fatto che, dato l'eccesso di personale, ogni anno accade la seguente cosa. Ogni uomo è tenuto, ai 18 anni, a presentarsi per la visita di leva e presentare la documentazione personale. Poi però, per scegliere chi farà il militare, si fa una lotteria: così accade che tutti (almeno formalmente) i candidati debbano essere presenti all'estrazione a sorte: viene chiamato il suo nome, poi un bambino estrae una pallina colorata, e: se questa è blu, finisce in Marina, bianca Esercito, nera esentato. Natualmente la maggior parte finisce esentata, dato l'eccesso di personale rispetto alle richieste.
 
I soldati coscritti sono invece obbligati ad un anno di servizio militare o SMN, ma non come lo si potrebbe intendere: si tratta di varie ore di addestramento nei fine settimana, magari per imparare giusto a sparare. Tuttavia dopo la Classe 1986 le cose sono cambiate: non si poteva certo ottenere un esercito efficiente facendo addestrare i ragazzi solo nei fine settimana (vedi la sezione ambientata nel 1991), e così finalmente è stato adottato un criterio di addestramento e di vita militare più realistico e professionale. I reclutati possono anche diventare poi volontari se scelgono la carriera militare. In ogni caso la Cartilla (il documento di identificazione militare, che tutti devono compilare) è un importante documento civile e viene mantenuto anche negli archivi della Difesa Nazionale. Una volta era anche richiesto per ottenere il passaporto, anche se adesso non è più così.
 
Quanto agli ufficiali, questi frequentano un collegio militare come quello di Città del Messico (Esercito), Guadalajara e Jalisco (Aviazione); Veracruz per la Marina. Questi ufficiali sono in genere provenienti da classi medie e basse, tanto che esiste una commissione speciale per aiutare i meno abbienti a continuare gli studi. Questi sono importanti anche per gli studi tecnici e teorici che aiutano a trovare lavoro anche dopo la fine del servizio. Non sono vere università, ma aiutano molto negli studi e nei valori base come la storia, il servizio, onore e la generale concezione dei militari come parte delle istituzioni sociali. Per gli studi superiori vi sono i corsi del Collegio di guerra di Città del Messico, così da avere una qualifica di Diplomado del Estado Mayor (DEM), che può portare anche a diventare generale o ammiraglio per chi continua a far carriera.
 
Quanto ai soldati semplici, i cittadini che hanno scelto di diventare professionisti hanno un contratto iniziale di 3 anni e sono incoraggiati a segnare poi un altro contratto di due, alla fine di questo. Dopo di ché, o finiscono il servizio oppure cercano di diventare sottufficiali, per specializzarsi nelle scuole di specializzazione tecnica come caporale, oppure come sergente, nella EMCA, (Escuela Militar de Clases de las Armas).
 
I Militari non hanno un potere senza limiti, anche se questo non sempre risulta nei fatti. Nell'articolo 129 della Costituzione del 1917 si dice che in tempo di pace nessuna autorità militare è autorizzata a fare compiti che non siano direttamente connessi con gli affari militari; però non è chiaro se questo si applichi anche alla sostituzione temporanea della polizia. Così la cosa si è risolta, dopo molti dibattiti, con la creazione della POlizia Federale. La legge Militare è regolata dall'Art.13 della Costituzione, mentre l'art.123B parla di come le condizioni all'interno delle varie forze armate e di sicurezza siano regolate dalle proprie leggi interne.
 
L'attività dei militari mesicani è stata a lungo poco nota, persino nella conoscenza dei gradi militari. Solo negli anni 90' vi sono state sufficienti informazioni per conoscere le attività delle proprie F.A. e dal 1995 sono diventate oggetto di molto interesse anche internazionale, per un controllo maggiore sulle loro attività e spese.
 
Quanto alla protezione del Presidente, vi è un gruppo speciale, chiamato Estado Mayor Presidencial, che comanda le Guardias Presidenciale. Questo è costituito sopratutto da guardie del corpo e da tiratori scelti.
 
Quanto all'impiego in missioni di peacekeeping, è chiaro che l'assenza del Messico in un contesto in cui nazioni minuscole mandano propri uomini, è piuttosto strana (ricorda piuttosto il caso del Giappone), ma senza l'approvazione del Congresso, non si può mandare truppe oltreconfine. Vi sono state eccezioni come per Katrina, ma questo rientra nel DN3. Anche nella Storia: è stata la prima volta che l'Esercito Messicano è entrato negli USA dopo la Guerra Messicana del 1848. Non solo, è stata anche la prima volta che una forza militare non americana è stata ammessa sul suolo americano, a parte le basi militari e i poligoni. E proprio nel Texas, strappato 160 anni prima al loro controllo, i Messicani hanno portato molti dei loro aiuti. La Storia e i suoi corsi e ricorsi.
 
===Esercito===
L'Ejército Mexicano è la più grande delle branche delle F.A. la sua storia è data, nell'era moderna, al 21 agosto 1884. Essa ha QG a Città del Messico. Il comandante è Felipe de Jesus Calderón Hinojosa. L'esercito Messicano ha anche alcuni primati, a causa della sua lunga e sofferta esperienza con le lotte civili: è stato il primo esercito a introdurre in servizio un fucile automatico, il Mondragón del 1899. Non solo, ma è stato anche il primo ad avere un fucile automatico come arma standard, cosa avvenuta nel 1910, ben prima della I GM. Queste armi avanzate sono anche notate dal film 'Giù la testa!', ambientato per l'appunto in questo inizio del XX secolo. La forza complessiva è attualmente 183.700 effettivi. Dai primi anni '2000 l'Esercito ha ammodernato le sue dotazioni, che erano decisamente obsolete. Attualmente hanno in produzione alcuni sistemi, tra cui il fucile FX-05, di concezione o produzione indigena.
 
In termini militari, nella fascia d'età di 18-49 anni vi sono 39 mln di uomini, e altri 37.314.000 donne tra 16 e 49 anni. Per il servizio sono reputati validi 33,3 mln di uomini e 30,95 mln di donne, ogni anno 1,76 mln di uomini e 1,71 di donne arrivano all'età valida per il servizio. Il personale attivo è di 183.700 effettivi, 300.000 riservisti. Il budget è di 4 mln o lo 0,5% del PIL.
 
L'Esercito è sotto il controllo del Segretariato di Difesa Nazionale SEDENA, con tre componenti: HQ, comandi territoriali, unità indipendenti. Il Ministro della Difesa ha un sistema di comando centralizzato per l'Esercito, e questo a sua volta controlla l'Aviazione.
Vi sono 12 Regioni Militari che a loro volta sono suddivise in 44 Zone militari (o 45, secondo i dati 2007). Ogni zona ha un comandante che ha la giurisdizione su tutte le unità operanti nel suo territorio, anche i Rurales, che sono una specie di milizia federale.
 
'''Regioni Militari''':
*I México, D.F. Distrito Federal, Hidalgo, Estado de México, Morelos
*II Mexicali, Baja California Baja California, Baja California Sur, Sonora
*III Mazatlan, Sinaloa Sinaloa, Durango
*IV Monterrey, Nuevo Leon Nuevo León, San Luis Potosí, Tamaulipas
*V Guadalajara, Jalisco Aguascalientes, Colima, Jalisco, Nayarit, Zacatecas
*VI Veracruz, Veracruz Puebla, Tlaxcala, Veracruz
*VII Tuxtla Gutiérrez, Chiapas Chiapas, Tabasco
*VIII Ixcotel, Oaxaca Oaxaca, Veracruz Sud
*IX Cumbres de Llano Largo, Guerrero Guerrero
*X Mérida, Yucatan Campeche, Quintana Roo, Yucatán
*XI Torreón, Coahuila Chihuahua, Coahuila
*XII Irapuato, Guanajuato Guanajuato, Michoacán, Querétaro
 
'''Zone Militari''':
1a Tacubaya, D.F. I --
2a Tijuana, B.C. II --
3a La Paz, B.C.S. II --
4a Hermosillo, Son. II --
5a Chihuahua, Chih. XI --
6a Saltillo, Coah. XI --
7a Escobedo, N.L. IV --
8a Reynosa, Tamps. IV --
9a Culiacan, Sin. III --
10a Durango, Dgo. III --
11a Guadalupe, Zac. V --
12a San Luis Potosi, S.L.P. IV --
13a Tepic, Nay. V --
14a Aguascalientes, Ags. V --
15a La Mojonera, Jal. V --
16a Sarabia, Gto. XII --
17a Queretaro, Qro. XII --
18a Pachuca, Hgo. I --
19a Tuxpan, Ver. VI --
20a Colima, Col. V --
21a Morelia, Mich. XII --
22a Toluca, Mex. I --
23a Panotla, Tlax. VI --
24a Tehuacán, Pue. VI --
25a Puebla, Pue. VI --
26a El Lencero, Ver. VI --
27a Ticui, Gro. IX --
28a Ixcotel, Oax. VIII --
29a Minatitlan, Ver. VIII --
30a Villahermosa, Tab VII --
31a Rancho Nuevo, Chis. VII --
32a Valladolid, Yuc. X --
33a Campeche, Camp. X --
34a Chetumal, Q.R. X --
35a Chilpancingo, Gro. IX --
36a Tapachula, Chis. VII --
37a Santa Lucia, Mex. I --
38a Tenosique, Tab. VII --
39a Ocosingo, Chis. VII --
40a Guerrero Negro, B.C.S. II --
41a Puerto Vallarta, Jal. V --
42a Hidalgo del Parral, Chih. XI --
43a Apatzingan, Mich. XII --
44a Miahuatlan, Oax. VIII --
45a Nogales, Son. II
Le unità base dell'esercito sono sei brigate e vari reggimenti e battaglioni indipendenti. Le Brigate sono attorno al Distretto Federale, ovvero quello di Ciudad de Mexico, e rappresentano la componente di manovra dell'esercito, e rappresentano circa il 40% delle forze di terra. Queste sono 1 brigata corazzata, 2 di fanteria, una di fanteria motorizzata, una aerotrasportata, una Presidenziale. La Brigata corazzata è una delle due nuove formate dal 1990, grazie ad un rinforzo di 25.000 effettivi. Essa è basata su di un reggimento meccanizzato e 3 corazzati.
 
Vi sono poi i reggimenti indipendenti, assegnati alle guarnigioni, e hanno un reggimento di cavalleria corazzato, 19 di cavalleria motorizzati, un reggimento di fanteria meccanizzato, sette di artiglieria, 3 battaglioni d'artiglieria e 18 di fanteria. I battaglioni sono piccoli e comprendono circa 300 persone e hanno scarse capacità operative. I reggimenti di cavalleria motorizzata e quelli di artiglieria sono dislocati in certe zone, e piccoli distaccamenti sono usati per pattugliare il territorio, spesso in zone lontane e poco accessibili.
 
Gradi Esercito (Generales): Secretario de la Defensa Nacional Archivo,
General de División ,
General de Brigada,
General Brigadier
 
Jefes: Coronel, Teniente Coronel, Mayor
Oficiales: Capitán Primero, Capitán Segundo, Teniente, Subteniente
 
'''Guarnición Militar''':
El Ciprés, B.C.--
Tecate, B.C. --
San Felipe, B.C. --
San Luis Río Colorado, Son. --
Agua Prieta, Son.--
Sonoyta, Son. ---
Cd. Juárez, Chih. --
Ojinaga, Chih. --
Palomas, Chih. --
Cd. Acuña, Coah. --
Piedras Negras, Coah. --
Nuevo Laredo, Tamps. --
Matamoros, Tamps. --
Manzanillo, Col. --
Lázaro Cárdenas, Mich. --
Puerto Escondido, Oax. --
Coatzacoalcos, Ver. --
San Cristóbal de las Casas, Chis. --
Cozumel, Q. Roo. --
Cancún, Q. Roo. --
Palenque, Chis. --
Comitán de Domínguez, Chis. --
Melaque, Jal.
 
Le SF sono rappresentate dal '''Grupo Aeromóvil de Fuerzas Especiales del Alto Mando''' e il '''Grupo Aeromóvil de Fuerzas Especiales'''.
 
 
'''Equipaggiamento'''
'''Fanteria''': pistole FN da 5,7 mm, Beretta 92 da 9 0 10x22 mm, GLockGlock da 11,45 o 9x19 mm, SIG P220 da 11,43 e P226 da 9 mm, P99 da 10 mm e LAR G da 12,7 mm;. Fucili d'assalto: per l'esercito regolare fucili d'assalto FX-05 e (pochi) G36 da 5,56 mm; G3,o HK-21E da 76,628 mm, mitraGalil MP5e daHK 9 mm e UMP45G3 da 117,4362 mm, FNG36 P90e TAR-21 da 5,7x2856 mm; (per le SF). Lanciagranatele M25carabine M4A1 da 25 mm (in servizio dal 2011)5, Mk.19.56 AGCmm, AG36,fucili Mk47Heckler e& MilkorKoch da 40 mm, mitragliatrici M249 daHK416 5,56 mm, MSGIMI 90 da 7,62Galil e M2HBFN da 12,7 mm; fucili sniper M 24, DSRSCAR-1 e HK MSG90H da 7,62 mm, DSR-50FN e M822000 da 125,756 mm.; Fuciliper cerimonialila MondragonPM M1908ecco l'HK33 da 75,56 mm., Fucili Mossberg 500 e Remington 870 calibro 12.
FN FAL 7,62 mm, HK416, IMI Galil. Fucili cerimoniali Mondragón/Mauser F-08 7 x 57 mm. Lanciagranate M25 da 25 mm (in servizio dal 2011), Mk.19. AGC, AG36, Mk47 e Milkor da 40 mm; mitragliatrici M249, MINIMI, CETME, MG4 da 5,56 mm, MSG 90, MG3, M60 da 7,62, GAU-19 (gatling), LW50MG (sostituto della Browning dal 2012) e M2-HB da 12,7 mm; fucili sniper M 24, DSR-1 e HK MSG90 da 7,62 mm, DSR-50 (bolt-action) e M82 da 12,7 mm. Fucili cerimoniali Mondragon M1908 da 7 mm. Fucili Mossberg 500 e Remington 870 calibro 12.
 
Come si vede, l'armamento è tutt'altro che standardizzato: su wiki.en sono dati un totale di tipi che comprende 10 fucili d'assalto, 5 mitra, 2 fucili a canna liscia, 5 sniper, 11 mitragliatrici, 11 pistole, 9 lanciagranate. In contrasto con la maggior parte degli armamenti pesanti, c'é una vera anarchia, che è motivata dalle esigenze delle tante tipologie di unità, dalla polizia militare alle SF, ai vari tipi di mitragliatrici. Così si è arrivati, con i programmi di rinnovamento, 53 tipi diversi di armi leggere con un gran numero di calibri e tipi di munizioni.
 
'''Armi c.c.''': missili MILAN (559 ordinati dal Quatar nel 2006), Spike (su VBL), FG-148 Javelin, HOT-3; razzi B-300 da 82 mm, RL-83 Blindcide da 83 mm, M72 LAW, in sostituzione con gli RPG-32 e RPG-29; cannoni SR M40 da 106 mm (su Hummer)
*40 Panhard VBL 4x4, usati in combinazione con il MILAN (ma comprati nel 1985)
*40 Panhard VCR 6x6 (simili all'ERC-90), armati con una 12,7 mm e corazza max 12 mm (equipaggio 3+9)
*19595 BDX 4x4, ex-Belgi, con corazza max 12,7 mm e mtg da 7,62 mm; 26 LAV-150ST 4x4 (costruiti dalla Cadillac)
*26 LAV-150ST 4x4 (costruiti dalla Cadillac)
*24 DN-III, di progettazione messicana (1979) nelle Industrie militari di Stato (Dirección General de Industria Militar). E' simile al Commando LAV-100 e 150, è 4x4 e noto anche come SEDENA 1000, arma tipica una FN da 7,62 mm
*40 DN-IV Caballo (del 1983), sempre indigeno, basato sul precedente ma con motore diesel Cummins e presente con almeno tre tipi armati con torrette da 7,62 e 12,7 mm, o anche affusti aperti da 20 mm
*40 HW-K, un mezzo cingolato tedesco costruito negli anni '60 appositamente per il Messico, armato con una 7,62 e corazza da 15 mm, versioni sperimentali hanno avuto armi più pesanti, per esempio torrette da 20 mm
*409 AMX-VCI, il principale mezzo cingolato della fanteria, con cannoni da 20 mm e mitragliatrici da 7,62 mm, o ancora dei mortai. Sono mezzi ex-belgi.
 
Mezzi: molte migliaia tra cui 3.849 Hummer, M520 Goer, Mercedes-Benz Unimog, Freightliner M2, M-35, M151 MUTT, Chevrolet Silverado GMT900, Ford, Dodge Ram.
 
Fino agli anni '90 non mancavano numerosi mezzi residui della II GM con i carri leggeri M3 e M5, i semoventi M8 da 75 mm, blindo M8, semicingolati M2A1, ma non si sa in che stato.
 
Come si noterà, il Messico ha solo una parte dei propri mezzi corazzati di tipo cingolato, e non da adesso. Inoltre, è uno dei pochi Stati occidentali che non ha veicoli della famiglia M113. Piuttosto ha comprato il meno diffuso VCI francese e si è ingegnato a realizzare veicoli indigeni, mentre è anche uno dei pochi utenti, se non l'unico, che abbia comprato in simultanea sia le ERC che i VCR, mezzi che erano di una generazione successiva rispetto alle AML e agli M3, ma che non hanno condiviso il grande successo di vendite di queste vere 'utilitarie' blindate.
 
In tutto il Messico ha una forza di artiglieria limitata a pochi pezzi leggeri, ha un buon numero di mortai, mentre i mezzi corazzati sono complessivamente 12101.210, di cui solo 509 cingolati e nessuno della categoria carri armati, anche di tipo leggero.
 
 
Ora vale la pena di soffermarci sulla nuova arma standard dell'Esercito Messicano: '''l'FX-05''' ''Xiuhcoatl''. Esso è stato messo in servizio nel 2008 ed è un progetto relativamente recente, disegnato nel 2005. E' costruito dalla Dirección General de Industria Militar del Ejército e per ora ne sono stati prodotti circa 10.000. Come si è detto, l'Esercito messicano ha il primato dell'introduzione delle prime armi automatiche, e lo ha rinnovato a 100 anni di distanza con questa nuova arma, di disegno moderno, prodotto in versioni varie: il fucile d'assalto è lungo 887/1.087 mm e pesa 3,89 kg, la carabina 780 mm e 3,22 kg, la versione mitragliatrice leggera 1.244 mm e 4,23, il fucile sniper 1.204 mm e 4,02 kg. Il calibro è di 5,56 x45 mm NATO (caricatori da 30 cp), funziona a utilizzo di gas, otturatore rotante, cadenza 750 c.min, velocità 920 m.sec, e raggio di tiro max di 800 m.
 
Quest'arma, il 'serpente di fuoco', è stata presentata nel 2006 con le forze Speciali del GAFE.
Esso venne progettato per rimpiazzare il vecchi G3A3, che pure sembrava avere nel G36 il successore. Tuttavia costava troppo e così hanno pensato ad un'arma locale, sviluppata dal Gen. Garnica e dal Gen. Landeros negli stabilimenti nazionali. Ne è nata una vera e propria famiglia di armi leggere, che come il vecchio M63 e come anche altri tipi, quali l'AUG, è disponibile per tutti i tipi di impiego. E' largamente costruito in polimeri e fibre di carbonio ed è disponibile in colori desertici, nero, grigio-scuro. Il peso è ridotto ed è in sviluppo una granata esplodente in aria (programmabile), e persino una FAE, il tutto ocn un nuovo lanciagranate in sviluppo per questo fucile. Per ora è usata la HJ AG36.
 
La HK, ovviamente, non l'ha presa bene e dopo pochi fucili H 36 consegnati non ha trovato nel grosso esercito messicano il suo solito cliente. Così il 1 febbraio 2007 lo ha accusato di avergli copiato il meccanismo del fucile. Ma dopo un confronto diretto, e nonostante una certa somiglianza estetica, si dovette ammettere che quest'arma non era un clone illegale del tipo tedesco. Peraltro, la fine della questione ebbe un risvolto anche per la HK: le venne offerto, per 'mettere a posto' definitivamente la questione, la fornitura esclusiva per le forze di polizia messicane. A questo punto il Messico è libero di commercializzare l'arma come di sua propria progettazione.
 
 
 
===Marina===
 
Attualmente la catena di comando è: Segretario della Difesa nazionale, capo CSM, operazioni e 4 regioni operative: NW (Mexicali, Baja California), NE (Chihuahua, Chihuahua), Centrale(Città del Messico), SE (Tuxtla Gutiérrez, Chiapas). Ogni regione ha un comandante a livello di generale e nell'insieme vi sono 18 basi.
[[File:BaseFam.gif|300px380px|right|]]
 
'''Basi Aviazione''':
6 953

contributi

Menu di navigazione