Differenze tra le versioni di "Pascal/Programmazione ad oggetti"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
(sposto paragrafo)
La '''[[w:programmazione orientata agli oggetti|programmazione orientata agli oggetti]]''' (OOP) è un paradigma di programmazione che consente di gestire applicazioni complesse, come applicazioni molto grandi o con interfacce grafiche elaborate, con semplicità.
 
Quest'obbiettivo si raggiunge raggruppando in ''classi'' le strutture dati e le procedure che le elaborano ottenendo appunto degli ''oggetti'' caratterizzati da proprietà (i dati) e metodi (le procedure e le funzioni).
 
Il vecchio paradigma di programmazione, quella strutturale (o metodo ''top-down'') poco si prestava all'elaborazione di programmi complessi. Le nuove architetture hardware erano però in grado di gestire programmi più potenti, che rendevano obsoleta di fatto la programmazione strutturale. Fu così che nacque la programmazione agli oggetti: non è più il programma in sé a gestire l'intero flusso di istruzioni, ma sono gli oggetti che interagiscono fra di loro intervenendo opportunamente sull'andamento del programma, specialmente se si utilizza il concetto di "evento" di cui ne parleremo quando avremo a partireche fare con [[W:Turbo dagliVision|Turbo ''eventi''Vision]].
 
La programmazione orientata agli oggetti è pertanto un'estensione dell'originale linguaggio Pascal, ed è sopportata solo dai moderni compilatori come [[w:Free Pascal|Free Pascal]] o [[w:Delphi|Delphi]], che consentono all'utente di creare applicazioni con classi e oggetti.
381

contributi

Menu di navigazione