Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-cargo"

Jump to navigation Jump to search
m
nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: {{Forze armate mondiali}} ===Trasporti=== L''''Antonov An-2''' (nome in codice NATO "Colt") è un biplano di fabbricazione russa, prodotto dopo la fine della seconda guerra mondiale. A...)
 
m
{{Forze armate mondiali}}
===Trasporti===
L''''[[w:Antonov An-2|Antonov An-2]]''' (nome in codice NATO "Colt") è un biplano di fabbricazione russa, prodotto dopo la fine della seconda guerra mondiale. Ancora oggi è possibile vederlo in volo, soprattutto nei paesi dell'ex blocco sovietico o in Africa.
 
Aereo molto robusto e semplice, si affida ad una struttura biplana molto robusta, con l'ala inferiore più piccola della superiore, che lo sostiene in aria anche a velocità molto ridotte. Questo rende possibile anche l'operatività da campi di volo corti e, grazie al robusto carrello d'atterraggio, semipreparati.
*carico utile di 500 kg
 
L''''[[w:Antonov An-8|An-8]]''' (designato 'Camp dalla NATO') era un aeroplano da trasporto leggero. bimotore, sviluppato agli inizi degli anni cinquanta.
 
L'An-8 costruito nella fabbrica GAZ-34 a Tashkent. Ritirato dal servizio a scopi bellici negli anni settanta, molti esemplari furono destinati all'uso civile presso la Aeroflot. Alcuni esemplari volano ancora oggi in Africa sebbene la Antonov abbia ritirato il certificato di idoneità al volo per il modello già nel 2004, concludendo così l'uso legale dell'aereo.
 
*Ruolo: Aereo da trasporto leggero
*Equipaggio: 1-2
*Primo volo: 11 febbraio 1956
*Esemplari costruiti: 151
*Dimensioni: lunghezza 30,74 m, apertura alare 37 m, altezza 4 m, superficie alare 43.60 m²
*Peso: 16.750 kg
*Motore: 1 Shvetsov ASh-21R da 4.190 hp
*Prestazioni: velocità massima 480 kmh
 
L''''[[w:Antonov An-12|Antonov An-12]] ''', nome in codice NATO ("Cub", ("Cucciolo"cucciolo), è un aereo quadrimotore da trasporto sovietico prodotto a partire dalla fine degli anni '50. È l'equivalente sovietico dell'occidentale Lockheed C-130 Hercules, e come tale non solo è stato impiegato come aereo da trasporto tattico e strategico, ma anche come bombardiere di circostanza.
 
Il primo aereo da trasporto sovietico della generazione a turboelica era l'An-8, un bimotore da trasporto tattico prodotto in circa 100 esemplari dal 1955, armato con un cannone da 23 mm in postazione difensiva. Uno sviluppo ingrandito è stato l'An-10, un quadrimotore da trasporto prevalentemente civile che venne prodotto in circa 200 esemplari ma ebbe vari problemi di stabilità in volo.
 
Notevole che, conseguentemente a tale scelta produttiva-operativa, lo Il-76 sia stato invece costruito in ben 800 esemplari, contro i circa 270 C-141 statunitensi. Forse ha pesato anche il fatto che si riteneva lo Il-76 capace di trasportare carri armati, ma la cosa è stata poco praticata perché ai limiti delle possibilità tecniche del velivolo, capace comunque di trasportare almeno due blindati leggeri contro uno dell'An-12. Le divisioni aerotrasportate sovietiche, 7 in tutto e dotate di molti blindati leggeri, ne hanno quindi complessivamente tratto beneficio, ma il "gap" che si è creato nelle macchine in produzione tra lo Il-76 e i leggeri An-26/An-32 (capaci di circa 5-6 tonnellate) non è certo frutto di una scelta equilibrata.
 
 
 
===Il-76 'Candid'<ref>Modola, Pino: ''Il-76: il cavallo da tiro della V-TA'', RID ott 07, p.70-82</ref>===
6 953

contributi

Menu di navigazione