Prontuario di diritto romano/I soggetti e le persone: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Lo ''status civitatis'' era la cittadinanza di cui godevano solo i ''cives'' Romani.</br>
In età arcaica, erano ''cives Romani'' solo i nati in Roma e gli appartenenti ad una delle 31 tribù rustiche, mentre gli altri erano ''latini'' o ''peregrini'' o ''apolides''.</br>
La cittadinanza si acquistava per nascita da padre o madre cittadini, e si perdeva per ''capitis deminutio media'' (come ad esempio il trasferimento in una ''coloniae'').</br>
Il possesso della cittadinanza comportava la piena capacità giuridica consistente nello ''ius commercii'', ''ius connubi'', ''ius testamenti factio'' (attiva e passiva, ''ius suffragi'' e ''ius honorum''. A parte veniva considerato lo ''ius militiae''.
 
Utente anonimo

Menu di navigazione