Differenze tra le versioni di "Pascal"

Jump to navigation Jump to search
2 246 byte rimossi ,  15 anni fa
nessun oggetto della modifica
#[[/Introduzione/]]
Il '''Pascal''' è forse uno tra i più didattici fra i [[:Categoria:Linguaggi di programmazione|linguaggi di programmazione]]. La sua semplicità deriva dal fatto che è molto simile all'inglese. Per questo motivo è utilizzato diffusamente come linguaggio introduttivo alla programmazione. Questo però non significa che abbia poche potenzialità. Anzi, con la sua variante ad oggetti, [[Linguaggio Delphi|Delphi]], è estremamente diffuso in vari ambiti.
#[[/Le variabili/]]
 
#[[/Commenti/]]
Storicamente, ogni volta che si deve presentare un linguaggio di programmazione, si utilizza il mitico ''Hello World'',un piccolo programma che scrive su schermo,appunto,''Hello World''. In pascal è piuttosto semplice da realizzare.
#[[/Input e Output/|I/O]]
 
#[[/Librerie/]]
program HelloWorld;
#[[/Funzioni/]]
begin
#[[/Tipi di dati/]]
writeln(‘Hello world!’);
#[[/Array/]]
end.
#[[/Strumenti/|Strumenti utili]]
 
*La prima riga indica il nome del programma. La parola ''program'' è una parola riservata del linguaggio. Non può quindi essere usata come nome di variabile o di funzione. Alla fine di ogni istruzione bisogna inserire il carattere '';'' per indicare al compilatore che il comando è concluso.
*La seconda riga indica l'inizio del programma vero e proprio. Ogni blocco di codice deve essere inserito fra le parole riservate begin e end.
*La terza riga contiene la nostra prima vera istruzione. I comandi di input-output li ritroveremo in seguito. Per ora basti sapere che questo comando permette di mostrare sullo schermo i caratteri inseriti fra gli apici.
*L'ultima riga rappresenta la conclusione del programma. La parola riservata ''end'' posta alla fine del programma deve essere sempre seguita dal punto.
 
== Primi concetti sulla sintassi ==
Da questo primo esempio possiamo ricavare alcune semplici indicazioni sulla sintassi di un programma in pascal.
*esistono delle '''parole riservate''', che fanno parte della grammatica del linguaggio Pascal, che possono essere usate solo con lo scopo prefissato.
*ogni programma è composto da '''istruzioni''', semplici o composte.
*le istruzioni vengono eseguite dalla prima all'ultima in '''sequenza'''.
*le istruzioni composte vengono detti '''blocchi'''. Vengono individuati da una coppia di parole chiave: ''begin'' indica l'inizio del blocco, ''end'' la fine.
*il blocco può essere considerato come un'unica istruzione
*ogni istruzione è separata da un carattere speciale: '';'' il punto e virgola.
*esistono degli identificatori ovvero nomi arbitrari per variabili, costanti, procedure e funzioni.
 
= Le variabili =
11 473

contributi

Menu di navigazione