Differenze tra le versioni di "Antologia ebraica/Tra Dio e Uomo"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
 
==Dio, il mondo, l'uomo==
<center>'''[[w:Nachman di Breslov|Nachman di Breslov]]'''
<br/><small>''[[w:Ucraina|Ucraina]], XVIII-XIX secolo''</small></center>
{{...}}
 
===Il Mondo===
Il mondo è un dado che rotea, e tutto gira e cambia: l'uomo si cambia in angelo, e l'angelo in uomo; e la testa in piede, ed il piede in testa. Quindi tutte le cose girano e roteano e cambiano, questo in quello, e quello in questo, il più alto nel più basso, ed il più basso nel più alto. Poiché alla radice tutto è uno, e la salvezza è inerente al cambiamento e al ritorno delle cose.
 
===Vedere il mondo===
Proprio come la mano, quando è tenuta davanti all'occhio, può nascondere la montagna più alta, così questa piccola vita terrena tiene il nostro sguardo via dal vasto splendore e dai segreti che riempiono il mondo. E colui che riesce a levarsela dagli occhi, come uno si leva la mano, vedrà la grande luce al centro del mondo.
 
==Tra Dio e uomo==
9 960

contributi

Menu di navigazione