Differenze tra le versioni di "Antologia ebraica/Tra Dio e Uomo"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
==Come serviremo==
<center>'''[[w:Ba'al Shem Tov|Israel Baal Shem]]'''
<br/><small>''[[w:Podolia|Podolia]], XVIII secolo''<ref name="RefsBio">Per le relative biografie dei vari autori, antichi e moderni, si rimanda a it.wikipedia con collegamento diretto. Nel caso l'autore non vi appaia, se ne forniscono i particolari in nota.</ref></small></center>
 
Se non crediamo che Dio rinnovi l'opera della creazione ogni giorno, le nostre preghiere e la nostra osservanza dei comandamenti diventano vecchie e abituali, e tediose. Come è scritto nei salmi: "Non mi respingere nel tempo della vecchiaia" (71:9) — cioè, non lasciare che il mio mondo diventi vecchio.
Egli disse loro: "Sia la Sua volontà che il timor del cielo sia su di voi nella stessa misura del timore di coloro che sono carne e ossa."<br/>
Essi chiesero: "Solo questo?"<br/>
Rispose: "Magari fosse solo questo! Perché dovete sapere che quando un uomo intende commettere una trasgressione, dice: «Speriamo nessun uomo mi veda!» "<ref name="Talmud">Tutti gli stralci e i riferimenti testuali primari sono estratti dal [[w:Talmud|Talmud]] nelle varie versioni e traduzioni, tra cui ''Complete Full Size Schottenstein Edition of the Talmud: The Forman Edition of Sever Zera'im: the Gemara: the Classic Vilna Edition'', cur. da Gedaliah Zlotowitz, Yisroel Simcha Schorr, ''et al.'', Mesorah Pubns Ltd, 2005; ''The Talmud: A Selection'', cur. da Norman Solomon, Penguin, 2009; ''The Talmud of Babylonia: A Complete Outline A: An Academic Commentary'', 3 voll., cur. da [[w:Jacob Neusner|Jacob Neusner]], Scholars Press, 1995; naturalmente, l'edizione madre {{en}} ''The Babylonian Talmud (Set in 30 volumes) English ([[w:Bavli|Talmud Bavli -The Babylonian Talmud]])'', 30 voll., Soncino Press, I ed. 1952. Ulteriori fonti consultate sono ''A Jewish Reader'', cur. da Nahum N. Glatzer, Schocken Books, 1946/1961; ''Sage Tales Teacher's Guide: The Complete Teacher's Companion to Sage Tales: Wisdom and Wonder from the Rabbis of the Talmud'', cur. da Rabbi Burton L. Visotzky, Jewish Lights Publishing, 2011; [[w:Martin Buber|Martin Buber]], ''Tales of the Hasidim'', 2 voll., Schocken Books, 1991; ''id.'', ''The Way of Man: According to the Teachings of Hasidism: According to the Teaching of Hasidim'', Routledge, II ed., 2002.</ref>
Rispose: "Magari fosse solo questo! Perché dovete sapere che quando un uomo intende commettere una trasgressione, dice: «Speriamo nessun uomo mi veda!» "
 
===Grande e piccolo===
Il samaritano si guardò e si vide ingrandito.<br/>
Il rabbino continuò: "Ora portami uno specchio che rimpicciolisca." Poi disse: "Guardati".<br/>
L'uomo si vide più piccolo. Al che il rabbino gli disse: "Se tu, che sei fatto di carne ed ossa, puoi apparire cambiato in qualunque modo ti aggradi, quanto più lo può Lui, che dovette solo parlare ed il mondo fu creato! Pertanto, se è suo volere, valgono le parole:«Non riempio io il cielo e la terra?» Ma se vuole altrimenti, Egli parla a Mosè tra le due stanghe dell'Arca."<ref name="Talmud"/>
 
===D'uso comune===
===Il servizio di Dio===
"Onora il Signore con la tua sostanza", con ciò che ti ha donato. Se sei bello, onora Colui che ti ha fatto così, temiLo e lodaLo con la bellezza che ti ha donato. Se la tua voce è bella e sei assiso nella casa di preghiera, alzati e onora il Signore con la tua voce.<br/>
Hiyya, figlio della sorella di Rabbi Eliezer ha-Kappar, aveva una bella voce e suo zio era solito dirgli: "Hiyya, figlio mio, alzati e onora il Signore con ciò che ti ha donato."<ref name="Talmud"/>
 
===I giusti===
"Il Signore ama i giusti" (Salmi 146:8).<br/>
Dice il Santo, che sia lodato: "Essi mi amano e anche Io li amo." E perché il Santo, che sia benedetto, ama i giusti? Perché la giustizia non è una questione di eredità o di famiglia.<br/>
Vedi che i sacerdoti formano una casa del padre e che i Leviti formano una casa del padre, poiché è detto: "O casa di Aronne, benedici il Signore. O casa di Levi, benedici il Signore." Un uomo potrebbe desiderare di diventare sacerdote e tuttavia non può. E perché? Perché suo padre non fu sacerdote, o Levita. Ma se un uomo, anche un ''gentile'', desidera essere giusto, lo può essere poiché i giusti non formano un casato. Pertanto è detto: "Voi che temete il Signore, benedite il Signore" (Salmi 135:20).
 
==Il volto dell'uomo==
 
 
{{Avanzamento|2550%|115 dicembregennaio 20142015}}
[[Categoria:Antologia ebraica|Tra Dio e Uomo]]
9 938

contributi

Menu di navigazione