Geografia generale ed economica/L'industria: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
<span data-ve-clipboard-key="0.021144057906464564-0"> </span>Si definisce industria l'attività umana diretta alla produzione di beni, che avviene tramite la trasformazione di prodotti naturali, semi lavorati o finiti.
 
Si definisce industria l'attività umana diretta alla produzione di beni, che avviene tramite la trasformazione di prodotti naturali, semi lavorati o finiti.
In senso ancora più stretto, ci si riferisce alla sola produzione di beni del settore secondario in serie, cioè attraverso procedure standardizzate, permettendo quindi la produzione di beni su larga scala, cioè in grandi quantità.
In senso più ampio l'industria è l'insieme delle imprese che producono una determinata merce.
 
== Storia ==
Il termine deriva dal latino ''industria'' (''-ae'') che significa "operosità" e "attività" L'industria nasce in seguito al passaggio dal sistema agricolo artigianale a un sistema di produzione caratterizzato dall'utilizzo di macchine sempre più efficienti e tecnicamente evolute e dall'impiego sempre meno massiccio del lavoro umano.
 
L'industria nasce in seguito al passaggio dal sistema agricolo artigianale a un sistema di produzione caratterizzato dall'utilizzo di macchine sempre più efficienti e tecnicamente evolute e dall'impiego sempre meno massiccio del lavoro umano.
* La prima fase dell'industria moderna coincide con la rivoluzione industriale cioè circa durante la metà del Settecento in inghilterra. È caratterizzata dall'invenzione della macchina a vapore, che ha consentito di produrre energia in abbondanza e di velocizzare le produzioni.
* L'utilizzo di carbone e di petrolio come combustibili rappresenta la seconda fase della rivoluzione, in cui si sviluppano nuove produzioni, aumentano le città e i consumi privati.
 
* L'utilizzo di carbone e di petrolio come combustibili rappresenta la seconda fase della rivoluzione, in cui si sviluppano nuove produzioni, aumentano le città e i consumi privati.
* Nella seconda metà del novecento, terza rivoluzione industriale, viene introdotta l'elettronica, le telecomunicazioni e l'informatica.
 
*Nella (?)seconda metà del novecento, terza rivoluzione industriale, viene introdotta l'elettronica, le telecomunicazioni e l'informatica trasforma le materie prime in '''semilavorati,''' cioè in altre materie destinate ad essere lavorate da altre industrie.
 
== Settori ==
L'industria si suddivide in molteplici settori, ognuno con una propria specializzazione ed è in costante mutamento adattandosi di volta in volta alle esigenze del consumo ed alle nuove tecnologie di produzione.
Una classificazione dei settori può per esempio essere:
=== Industria di base ===
Fanno parte di questa categoria, per esempio, le acciaierie e le raffinerie: le prime forniscono materiali all'industria meccanica e le seconde all'industria petrolchimica dopo aver lavorato il petrolio.
Le multinazionali operano su tutti i settori, soprattutto petrolifero e informatico, e sono spesso sotto accusa per le condizioni di lavoro: in molti casi sono costretti a lavorare con una paga di medo di un dollaro al giorno. Frequenti sono anche i casi di sfruttamento minorile in cui le grandi imprese sfruttano il lavoro di bambini, anche minori di 15 anni.
 
Le attività industriali delle multinazionali generano grandi quantità di emissioni di gas serra, fanno grande utilizzo di fertilizzanti inquinanti che contribuiscono a cambiamenti climatici, <s>come questo inverno 2015 ci fa capire con poche precipitazioni, poca neve e straripamenti continui dei fiumi</s>; contribuiscono alla deforestazione (che causa frane, cedimenti e riduce l'emissione di ossigeno dalla fotosintesi degli alberi.
 
[[Categoria:Geografia generale ed economica|Industria]]
19

contributi

Menu di navigazione