Pensiero castanedico/Fondamenta del Pensiero castanediano: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Corretto: "qualcun altro"
(ortografia)
(Corretto: "qualcun altro")
 
 
* "Sto parlando della caccia, per lo tanto m'interessano le cose che gli animali fanno: i siti dove mangiano; il luogo, il modo e l'ora in cui dormono; dove e come annidano. Queste sono le routine che ti sto segnalando affinché tu possa interessarti e notare le abitudini del tuo proprio essere. '''Come ti ho detto, tu''' a mio avviso, '''ti comporti come la tua preda.''' Un giorno nella mia vita qualcuno mi fece notare la stessa cosa, di modo che non sei l'unico. Un giorno ho scoperto che se volevo essere un cacciatore, degno di rispettarmi a me stesso, dovevo cambiare il mio modo di vivere. '''Tutti ci comportiamo come la preda che perseguitiamo; questo, naturalmente, ci fa essere preda di qualcun' altro. Il proposito di un cacciatore''' che sa tutto questo, '''è lasciare di essere lui stesso una preda.''' Per essere un cacciatore, '''bisogna stare in perfetto equilibrio con tutto il resto''' ''[(qui si può notare, ancora una volta, come non si maneggia mai il concetto di "fare del bene")]'', altrimenti sarebbe una faena senza senso. '''La paura per esempio''' ''[(come la "paura" di fare "il male", e il suo conseguente "senso di colpa")]]'', '''ti converte''' immediatamente '''in una preda. Essere cacciatori significa''' che uno sa tutto questo. Significa '''che uno può vedere il mondo di "forma distinta"''' agli altri. ''[(ossia, oltre il "bene ed il male")]'' Un buon cacciatore, non solo '''deve conoscere le abitudini della sua preda''', ma deve anche '''sapere che su questa terra ci sono poteri che guidano gli umani''', gli animali e tutto quello che vive; '''poteri che guidano la nostra vita e la nostra morte'''. Per questo, essere cacciatori non è solo fare trappole e saper collocarle; '''un cacciatore vive sempre come un cacciatore per poter così ottener sempre il massimo dalla sua vita'''. ''[(significa questo: indipendentemente, da se si azzarda a "invocare" per ciò inorganici buoni, come cattivi)]"
 
 
Utente anonimo

Menu di navigazione