Differenze tra le versioni di "Wikibooks:Politiche di messa al bando degli utenti"

Jump to navigation Jump to search
m
È inopportuno provocare gli utenti messi al bando, avvantaggiandosi della loro impossibilità di replica per criticarli ulteriormente. Essere messi al bando è già di per sé un'esperienza spiacevole, anche senza che altri intenzionalmente continuino le provocazioni. Come principio generale, non dovrebbero essere inviati messaggi ad utenti messi al bando, dato che potrebbero essere tentati di rispondere e quindi rompere la messa al bando, con immediata ri-applicazione del bando in accordo a quanto sopra indicato. Si è invece liberi di contattatare utenti messi al bando tramite canali esterni a Wikibooks (e-mail, chat, eccetera).
 
Dato che l'uso di Wikibooks per contattare utenti messi al bando è scoraggiato, è altrettanto sconsigliato pubblicare messaggi su Wikibooks per conto di utenti messi al bando, attività a volte chiamata '''proxying'''. Dato che gli utenti rispondono a questi interventi, l'utente messo al bando sarà inevitabilmente coinvolto e potrebbe avviare una nuova discussione per annullare il bando. Lo scopo di questa policy è anche quello di permette agli utenti messi al bando di lasciare wikipediaWikibooks, temporaneamente o definitivamente, con dignità; per questo un'intercessione da parte di un altro utente a bando emesso è quantomeno inopportuna.
 
== Applicazione ==
1 209

contributi

Menu di navigazione