Differenze tra le versioni di "Torah per sempre/Difensori della Fede"

Jump to navigation Jump to search
 
==Ravvivare il commentario biblico==
Spesso, il recupero della "saggezza antica" sollevò questioni di affidabilità dei testi e delle storie tradizionali, poiché l'evidenza dell'anticità classica spesso non combaciava con le affermazioni religiose tradizionali. Il recupero e restauro critico dei testi classici stimolò gli studiosi ad applicare tecniche simili ai propri testi sacri. La ricerca nell'ambito delle Scritture ebraiche era alquanto dipendente dai commentatori ebrei medievali, specialmente da Rashi, Abraham Ibn Ezra e David Kimhi, le opere dei quali erano state tradotte in latino; non sorprende che i risultati speso fossero in conflitto con la [[w:Vulgata|Vulgata]] latina accettata come autorevole dalla Chiesa Romana, poiché era più vicina alla tradizione della Septuaginta.
 
Oltre ai problemi di traduzione, vennero sollevate questioni storiche quando l'evidenza delle fonti classiche andava contro la Scrittura o l'interpretazione tradizionale. In PARTE II.3 abbiamo descritto come Azariah de'Rossi e Judah Aryeh da Modena ricercassero tali questioni nell'ambito del contesto ebraico e come Azariah provocasse l'ira e gli sfoghi furiosamente difensivi di [[w:Judah Loew|Judah Loew]] (detto ''Maharal'') di Praga. La differenza tra razionalità medievale e razionalità moderna diventa chiara quando osserviamo le argomentazioni poste da Maharal, in un'opera sull'eccellenza della Torah e dei suoi comandamenti, a difesa della dottrina che la Torah viene "dal cielo":<ref>Judah Loew ben Bezalel, ''Tiferet yisra`el'', cap. 16.</ref>
 
* Tutti ("anche i filosofi") sono d'accordo che il mondo è ordinato e quindi il prodotto di un Creatore ordinato. Un Creatore ordinato certamente stabilisce principi ordinati per il comportamento umano e ciò è quello che troviamo nella Torah; pertanto, la Torah è dal cielo.
* Tutto ciò che il Creator ha fatto si adatta perfettamente alla relativa funzione o scopo. Ma l'intelletto umano è solo potenzialmente perfetto; la sua perfezione viene realizzata solo tramite la Torah; quindi, la Torah è dal cielo.
* La Creazione fu fatta per amore dell'uomo, che è il suo essere più alto e l'unico che possieda libero arbitrio. La sua connessione con la Causa Prima è stabilita solo quando sottomette volontariamente il proprio comportamento alla saggezza di questa e ciò necessita che la Causa Prima gli esprima la propria volontà, poiché agire secondo la comprensione umana non effettuerebbe la connessione. Pertanto, è necessario che ci sia la Torah dal Cielo.
* Persino i filosofi sono d'accordo che l'uomo può solo progredire da potenziale ad attuale tramite l'agenzia dell'[[w:Intelletto#Intelletto agente o attivo|Intelletto Attivo]], che identificano con un angelo; tuttavia, non è l'Intelletto Attivo, ma lo stesso Creatore, che esegue tale azione mediante la Torah.
La "razionalità" delle argomentazioni di Maharal è tipicamente medievale (le sue radici sono naturalmente originate dalla Grecia antica).
 
==''Conclusione''==
10 803

contributi

Menu di navigazione