Non c'è alcun altro/Dio è Uno: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
(sezioni di pagina)
 
==Lo Shemà==
[[File:Brockhaus and Efron Jewish Encyclopedia e10 787-0.jpg|thumb|right|200px|Lo Shemà in [[ebraico]] (''[[w:Jewish Encyclopedia|Jewish Encyclopedia]]'', 1906)]] Sotto ogni punto di vista, l'unico passaggio in tutte le Scritture che ogni ebreo riconoscerà è Deuteronomio {{passo biblico|Deut|6:4}}, noto comunemente come "lo ''[[w:Shemà|Shemà]]''". Appare più frequentemente nella liturgia tradizionale di qualsiasi altro passo individuale dell'intera Bibbia. Ebrei devoti lo recitano quotidianamente, mattino e sera e più spesso durante il Sabbath e le [[w:festività ebraiche|festività]]. È tra l'altro il più antico passo biblico ad essere incorporato nella nostra liturgia, risalente perlomeno ai giorni del [[w:Secondo tempio di Gerusalemme|Secondo Tempio]] (prima del 70 [[w:era volgare|e.c.]]). È stata "l'ultima parola" tradizionale dei martiri ebrei in tutte le epoche e an cor oggi gli ebrei praticanti pregano di essere sempre in grado di recitare tale versetto mentre sopraggiunge la morte. Il loro modello per questa pratica fu, ed è, il saggio talmudico e martire del secondo secolo [[w:era volgare|e.c.]], [[w:Rabbi Akiva|Rabbi Akiva]], l'anima del quale, narra la leggenda, "dipartì mentre stava pronunciando la parola ''[https://it.wiktionary.org/wiki/אחד echad אחד]'', parola finale del passo in questione (TB, ''Berakhot 61b'').
[[File:Brockhaus and Efron Jewish Encyclopedia e10 787-0.jpg|thumb|right|200px|Lo Shemà in [[ebraico]] (''[[w:Jewish Encyclopedia|Jewish Encyclopedia]]'', 1906)]]
 
 
{{clear}}
12 700

contributi

Menu di navigazione