Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Indonesia: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
Bot: corregge errori ortografici comuni
(ortografia)
m (Bot: corregge errori ortografici comuni)
Tutto questo notevole parco di elettronica è controllato da un sistema automatico Daisy che correla i dati di combattimento e li elabora, permettendo di coordinare i vari sensori.
 
L'armamento è molto pesante, e come nel caso delle A-69, parte da un cannone di grosso calibro a prua, in questo caso addirittura da 120mm120 mm, automatico, di costruzione Bofors. Esso è capace di sparare 40 colpi al minuto, e svolge funzioni di difesa aerea come di bombardamento. Uno o 2 impianti di artiglieria contraerea da 40mm40 mm pure Bofors sono presenti a poppa.
Poi vi è un lanciatore di siluri Mk 32 per fiancata con 12 armi complessive (2 ricariche) e un lanciarazzi da 375 mm binato Bofors, automatico, dietro il cannone, della stessa famiglia dell'arma delle A-69, ma più moderno e leggero.
 
La lotta antinave è svolta da una batteria di 4 MM.38 missili Exocet a mezza nave, tra il fumaiolo e la struttura poppiera, anche se non si tratta dei più recenti MM.40, forse installabili in 8 esemplari, ma la nave è arrivata in servizio prima che essi fossero disponibili.
 
La NALA ha una struttura diversa, in quanto ha a poppa 2 cannoni da 40mm40 mm e non uno, e soprattutto ha un hangar per un elicottero leggero MBB BO-105 da ricognizione, che ha una soluzione originale. L'hangar è costituito dal ponte di volo, ripiegabile a scatola attorno all'elicottero quando questo è a bordo. Il prezzo da pagare in negativo è stato la rimozione, per motivi verosimilmente non legati alla presenza dell'elicottero, dei lanciasiluri.
 
In sostanza, l'armamento comprende, in termini di munizioni, 400 colpi da 120 mm, 3000 da 40 mm, 4 missili antinave, 12 siluri e 54 razzi ASW (da 320kg l'uno).
8 088

contributi

Menu di navigazione