Differenze tra le versioni di "Geografia OpenBook/Geografia degli insediamenti"

Jump to navigation Jump to search
 
Per classificare i vari insediamenti urbani, in base alla loro popolazione ed alla loro forma ed estensione, si utilizzano diversi nomi.</br>
In generale, sicon intendeil pertermine '''città''' si intende un singolo insediamento urbano in cui la stragrande maggioranza della popolazione è dedita ad attività extra-agricole (industria e servizi). Esistono varie categorie di città in base alla loro dimensione, forma e funzione. Una città di rango (categoria, livello) medio-basso ha circa 50-100.000 abitanti, quanto ad esempio un capoluogo di provincia italiano.</br>
Con il termine '''metropoli''' si intende un insediamento (città) principale, detto "polo urbano", e le sue "città satelliti" decisamente più piccole situate nelle vicinanze (hinterland) e collegate al polo principale da un sistema di trasporti utilizzato quotidianamente dai pendolari. La forma caratteristica è quella a stella. Si tratta di aree urbane di mezzo milione o più di abitanti, quanto i maggiori capoluoghi di regione italiani.</br>
Con il termine '''conurbazione''' si intende la fusione per espansione di due o più metropoli (polo urbano e satelliti), di cui generalmente una principale, che insieme danno luogo ad un vasto territorio urbanizzato ed interconnesso. La conurbazione si estende su aree precedentemente agricole che restano tali soltanto in attesa di essere a loro volta urbanizzate e che hanno perduto molto del loro aspetto rurale tradizionale. Una conurbazione ha qualche milione di abitanti. La loro forma è irregolare, come una nebulosa. In Italia esistono conurbazioni fra alcuni capoluoghi di regione e di provincia contigui.</br>
2 916

contributi

Menu di navigazione