Scienze della Terra per le superiori/Il modellamento dovuto a fenomeni atmosferici: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
* '''Carsismo''', fenomeno prodotto dalla dissoluzione di rocce solubili sotto l'azione degli agenti atmosferici (vedi pagina dedicata).
 
== Processi di alterazione ==
== Erosione meteorica==
Le rocce della superficie terrestre sono soggette a modificazioni fisiche e chimiche da parte di diversi processi di '''alterazione meteorica''' (o '''degradazione meteorica''' o ancora '''meteorizzazione'''). Questi processi generalmente iniziano con la '''percolazione''' (l'infiltrazione) dell'acqua nelle ''fratture'' e nella ''porosità'' delle rocce, e sono più intensi quanto più la roccia è prossima alla superficie. L'alterazione meteorica causa la disgregazione e l'alterazione del substrato roccioso (''bedrock'') attraverso processi meccanici e chimici che creano uno strato superficiale di '''regolite''' (insieme di frammenti rocciosi sciolti).
La semplice esposizione all'aria può determinare nelle rocce alcuni fenomeni erosivi, soprattutto come conseguenza delle escursioni termiche (crioclastismo e termoclastismo) e come conseguenza della reazione chimica dei gas atmosferici e dell'acqua con i minerali delle rocce (erosione chimica).
 
L'alterazione si manifesta '''in posto''': prepara il materiale roccioso sciolto e lo rende disponibile per i successivi processi di '''trasporto''' e rielaborazione da parte degli agenti atmosferici (ghiaccio, correnti acquee ed eoliche, onde...) e biologici (microorganismi, piante, animali). L'alterazione non va confusa con l' ''erosione'', che ha origine dai ''processi di trasporto'' operati dagli agenti atmosferici, e che verrà trattata in seguito.
 
I materiali degradati restano in posto per un certo tempo, formando una '''copertura eluviale''' che protegge in una certa misura la roccia "fresca" da ulteriori attacchi. L''''eluvium''' può raggiungere anche spessori notevoli (decine di metri), se la presenza di acqua di infiltrazione (in climi umidi) permette alla degradazione di agire in profondità per via chimica e/o fisica. La parte superficiale della copertura eluviale può subire processi di '''degradazione biologica''' che lo trasformano in '''suolo'''. I ''suoli'' sono oggetto di studio della '''pedologia''', che rappresenta il punto di incontro delle ''scienze geologiche'' e delle ''scienze agrarie''.
[[File:Weathering processes.png|thumb|right|verticale=2.2|Schema dei processi di alterazione e dei fattori che li controllano.]]
I fattori primari che controllano l'alterazione sono il '''clima''' (ovvero il ''regime climatico'' cioè le variazioni climatiche stagionali) e la '''geomorfologia''' (la ''morfologia del territorio''). Questi fattori a grande scala controllano la '''temperatura''', la '''disponibilità di acqua''' e il '''chimismo delle acque'''.
 
Questi ultimi sono all'origine dei principali processi di alterazione:
 
* '''Alterazione fisica'''
** ''Crioclastismo'' (azione del gelo/disgelo)
** ''Termoclastismo'' (fluttuazioni di temperatura)
** ''Aloclastismo'' (crescita di cristalli di sali solubili in acqua)
 
* '''Alterazione chimica'''
** ''Soluzione''
** ''Idrolisi''
** ''Ossidazione''
 
 
=== Crioclatismo ===
2 266

contributi

Menu di navigazione