Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/USA-Unità 1: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Corretto: "l'area"
Nessun oggetto della modifica
(Corretto: "l'area")
Al ritorno dalle missioni Desert Shield, Desert Storm e Proven Force (dell'immediato dopoguerra), il 36th ebbe un cambio di denominazione e divenne il 36th FW (scompare quindi il 'Tactical') il 1 ottobre 1991. Ai due squadroni rimasti in attività se ne aggiungeva un altro, disattivato nell'aprile successivo, nonché il 36th Operation Support Squadron, per logistica, amministrazione, meteo ecc.
 
Gli F-15, anche nel 1992, mantenevano la QRA 24 ore al giorno e tutti i giorni (24/7), con i caccia pronti nella Zulu Alert Facility. Decollare in 5 minuti era quanto richiesto, ma se ne faceva un punto d'onore metterci meno, con l'INS già allineato, spesso i motori già in funzione (al minimo dei giri) ecc. Del resto, quando un incursore, come per esempio uno squadrone di Su-24, poteva avvicinarsi strisciando a bassa quota a 15-18 km al minuto, di tempo da perdere, difendendo la piccola Germania Occidentale, ce n'era poco: non erano più i tempi della II GM, con masse di bombardieri in volo ad alta quota. Anche nel dopo-guerra era bene continuare a mantenere almeno per un altro periodo l'allarme immediato, anche se la tensione dell'era pre-1990 era oramai largamente ribassata, visto che il Patto si era dissolto come una bolla di sapone, e che la stessa URSS come tale non esisteva più. Con i piloti russi che avevano ridotto a qualche decina le loro ore d'attività annue, quando gli americani potevano disporre della collaborazione degli E-3A Sentry e di un monte-ore anche di oltre 250 ore annue, c'erano ottime possibilità di rinforzare la debole difesa aerea tedesca, prevalentemente basata su F-4 Phantom (che erano in aggiornamento con radar e missili modernizzati) e Patriot/HAWK. L'aereaarea di competenza della base di Bitburg era di 40.000 miglia quadrate, che tuttavia erano solo pochi minuti di percorrenza a pieno postbruciatore per un F-15 decollato su allarme.
 
===1993: La New Mexico ANG e l'F-16<ref>Rollino, Paolo, ''I Tacos del 188th'', Aerei Novembre 1993 pagg. 22-24</ref>===
Utente anonimo

Menu di navigazione