Profili di donne lucane/Donne nella memoria: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
→‎Elisa Claps: Evito confusione
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
(→‎Elisa Claps: Evito confusione)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
[[Categoria:Profili di donne lucane|Donne nella memoria]]
{{Avanzamento|0%|20 gennaio 2022}}
Elisa Claps (21/01/1977-12/09/1993) nasce a Potenza, il capoluogo della Basilicata. Figlia di Filomena Iemma e Antonio Claps, é la più piccola di tre fratelli. Sin da bambina, Elisa ha sempre avuto uno strettissimo rapporto con il padre (deceduto 20 anni dopo la sua scomparsa della figlia), tanto che la sua prima parola é stata proprio "Papà" (pronunciata anche in età precoce) e continuerà sempre ad attribuirgli l'epiteto di "Papino". Il 23 novembre del 1980, quando il '''[[w:terremoto dell'Irpinia del 1980|terremoto dell'Irpinia]]''' scuote brutalmente gran parte della Basilicata, Elisa ha solo tre anni. La famiglia Claps, come tante allora, non può tornare ad abitare nella propria casa. Per questa ragione i tre fratelli vengono ospitati dalla zia materna a Scanzano per circa un anno, mentre madre e padre rimangono a Potenza. Questo periodo di lontananza dai genitori fa molto soffrire la piccola Elisa, che non vede l'ora di poter ritrovare la sua famiglia di nuovo al completo. Dopo un anno i cinque si riuniscono soggiornando in un container presso Rione Mancusi e, trascorso un ulteriore anno, possono finalmente riprendere possesso della loro abitazione in Via Mazzini, nel centro storico di Potenza. Elisa svolge l'intero percorso scolastico a Potenza, cominciando all'età di cinque anni a frequentare la scuola "1° Circolo didattico Via del Popolo", dopo la scuola materna.
[[File:Elisa Claps 2.jpg|thumb|left|Elisa con la madre]]
 
147

contributi

Menu di navigazione