Differenze tra le versioni di "Libro di cucina/Ricette/Focaccia con le cipolle"

Jump to navigation Jump to search
m
Bot: Sostituzione automatica (-='''(.*?)'''= +); cosmetic changes
m (Bot: Sostituzione automatica (-='''(.*?)'''= +); cosmetic changes)
 
='''Focaccia con le cipolle'''=
 
== Ingredienti ==
 
In una ciotola di vetro o d'acciaio, si mette l'acqua e il lievito. Si aspetta che si sciolga e poi si aggiunge un etto di farina, un cucchiaino di sale fino e mezzo bicchiere di olio.
 
Si mescola bene fino a che il sale si sia sciolto e la farina amalgamata. Al posto dell'acqua si può aggiungere 3/4 acqua e 1/4 di vino bianco, così il sapore finale migliora ma non bisogna esagerare, altrimenti poi sa di vino. Così si ottiene una pastella che si lascia riposare un'ora o due; non di più altrimenti prende sapore di lievito. In questo modo si ottiene la madre, che fa lievitare meglio il resto della farina che si aggiungerà.
 
=== Digressione sul lievito ===
 
#I dadi in lievito devono essere freschissimi, quindi al momento dell'acquisto bisogna controllare la data di scadenza; di solito si trova una data di scadenza a due mesi ma per vari motivi dipendenti dalla temperatura non durano così tanto, specialmente se si acquistano e si lasciano a lungo nel proprio frigorifero. È essenziale controllare la freschezza dei dadi di lievito al momento dell'uso, odorandoli e puzzano buttare, anche delle macchie di colore rossastro o biancastre di muffa sono indice di deterioramento e di buttare. Il lievito fresco ha un odore pulito caratteristico non sgradevole.<br />
#L'uso di lieviti in polvere a lunga conservazione, secchi o disidratati, non utilizzabili direttamente è problematico, per chi è alle prime armi. Prima bisogna farli rinvenire seguendo le istruzioni della ditta produttrice che non sempre sono chiare e complete. Poi si possono usare normalmente ma qualche volta per molti motivi, fanno cilecca. È necessario imparare a farli rinvenire correttamente usando piccole quantità di farina (100 g), finché dopo diversi tentativi la farina lievita.
 
=== Lievitazione ===
 
Dopo un'ora, o due, dipende dalla temperatura ambiente, se fa freddo ci vuole più tempo, la madre ha fatto tante bollicine e allora si aggiunge la farina.<br />
Di solito l'aggiunta di farina si fa a occhio e si aggiunge tanta farina quanta ne basta per fare un impasto che non si attacchi alle mani. Bisogna raggiugere questo risultato a poco a poco, in modo da non eccedere di farina, altrimenti non viene abbastanza soffice.<br />
 
Si fa una sfoglia fin da subito la più sottile possibile, se è rimasta umida infarinare bene e passare al mattarello a alla macchina col rullo e si stende in una teglia ampia da forno.<br />
Si lascia lievitare per circa 5-6 ore a temperatura ambiente.<br />
Si fanno dei buchi con il coltello e si mette in ogni buco, qualche granino di sale grosso.<br />
Le cipolle non vanno cotte, altrimenti bruciano; una volta tagliate a fette si pongono in una terrina, si oliano a sufficienza e si salano abbastanza.
 
== Come infornare ==
 
Poi si inforna a forno caldissimo, da quindici a venti minuti, dipende dalla temperatura massima che è capace di raggiungere il forno, con le cipolle anche venticinque minuti, bisogna curarla per non fare bruciare le cipolle.<br />
 
=== Digressione sul forno ===
 
La temperatura del forno è l'argomento più delicato ed elusivo della cucina. Di solito i libri di cucina non danno indicazioni. Non tutti i forni hanno il termometro, alcuni forni hanno la figurina del pane e delle torte con indicato la manopola del gas alla quale bisogna aprirla per raggiungere quella determinata temperatura, la griglia di sostegno può essere bassa o alta nel forno, fissa o spostabile. L'indicazione generale per la focaccia è usare il forno al massimo, griglia di sostegno più alta possibile, in media 18 minuti. Ma ognuno deve sapersi regolare da solo in base a prove pratiche sperimentali, perché anche le indicazioni della ditta costruttrice non sono mai precise in quanto il gas (metano, carbon fossile o altro)che si usa ha potere calorifico diverso da regione a regione.
34 907

contributi

Menu di navigazione