Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Piemonte/Città metropolitana di Torino/Borgomasino/Borgomasino - Chiesa del Santissimo Salvatore

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro


  • Costruttore: Fratelli Serassi di Bergamo (BG) (Opus 451)
  • Anno: 1828[1]
  • Restauri/modifiche: Giovanni Foglia di Bergamo (1875-80 circa, restauro e modifiche), Bassiano Squarcina (1903, riparazione e pulitura)
  • Registri: 31
  • Canne: 1300 circa
  • Trasmissione: meccanica sospesa
  • Consolle: a finestra, al centro della parete anteriore della cassa
  • Tastiere: 1 di 56 note (Do1-Sol5, Divisione Bassi/Soprani: Si2-Do3)
  • Pedaliera: a leggio di 20 note (Do1-Sol2)
  • Collocazione: in corpo unico, su cantoria in controfacciata
  • Accessori: Terza mano a manetta, Tiratutti di Ripieno a pedalone, Combinazione libera alla lombarda a pedalone (a destra della pedaliera), Terza mano a pedaletto[2]
  • Note: strumento in stato di abbandono
Colonna di sinistra - Concerto
Cornetto I° 4' Soprani
Cornetto II° 2' Soprani
Fagotto 8' Bassi
Trombe 8' Soprani
Corno inglese 16' Soprani
Clarone 4' Bassi
Flauto traversiere 8' Soprani
Corni dolci 16' Soprani
Viola 4' Bassi
Flauto in ottava 4'
Flagioletto 1/2' Bassi
Ottavino 2' Soprani
Voce umana 8' Soprani
Tromboni 12' (ai Pedali)
Timballi in 12 toni (ai Pedali)
Oboe 8' Soprani[3]
Colonna di destra - Ripieno
Principale 16' Bassi
Principale 16' Soprani
Principale I° 8' Bassi
Principale I° 8' Soprani
Principale II° 8' Bassi
Principale II° 8' Soprani
Ottava 4' Bassi
Ottava 4' Soprani
Duodecima 2.2/3'
Quintadecima 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Vigesimasesta e nona 2/3' - 1/2'
Quattro di ripieno
Contrabbassi con ottave 16'+8' (al Pedale)

Note[modifica]

  1. Inaugurato la domenica della Santissima Trinità dello stesso anno
  2. Nella disposizione fonica originaria era presente anche la Banda Albanese
  3. Registro collocato nel somiere pettorale dietro la tastiera

Bibliografia[modifica]

Vasco Acotto, Organi e organisti nella Diocesi di Ivrea, Ivrea, Tipografia Ferraro, 1985.

Collegamenti esterni[modifica]