Vai al contenuto

Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Piemonte/Città metropolitana di Torino/San Maurizio Canavese/San Maurizio Canavese - Fraz. Malanghero - Chiesa di San Grato

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Indice del libro


  • Costruttore: Giovanni Battista e Francesco Maria Concone di Torino (TO)
  • Anno: prima metà del XVIII secolo
  • Restauri/modifiche: Giuseppe Lingua (1894, ricollocazione)[1], Carlo Serratrice (1933, riforma)[2], Giovanni Sevega (1976, ripulitura), anonimo (2000, riparazione)
  • Registri: 7
  • Canne: 520 circa
  • Trasmissione: meccanica [3]
  • Consolle: appoggiata, al centro della parete anteriore della cassa[4]
  • Tastiere: 1 di 56 note (Do1-Sol5)[5]
  • Pedaliera: parallela di 27 note (Do1-Re3) di cui le prime 12 reali e le restanti 15 ritornellanti
  • Collocazione: in corpo unico su cantoria in controfacciata
  • Note: Registri inseribili mediante pomelli estraibili disposti sopra la tastiera[6]. Lo strumento è in stato di abbandono e privato di mantici, tastiera e pedaliera
  • Accessori: Tremolo a pomello
Manuale
Principale 8'
Ottava 4'
Decima V 2'
Ripieno 4 file 1.1/3'
Unda maris 8'
Flauto 4'
Tremolo
Pedale
Contrabbassi 16'

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Strumento collocato a Malanghero nel 1894, proveniente da chiesa ignota. In questa occasione furono probabilmente sostituiti la consolle, la tastiera e i comandi dei registri
  2. Aggiunta del registro Unda maris 8' (con somiere proprio) e sostituzione della pedaliera
  3. Pneumatico-tubolare per il registro Unda maris 8'
  4. In origine probabilmente a finestra
  5. In origine probabilmente con prima ottava corta
  6. Probabilmente in sostituzione delle originali manette a scorrimento laterale

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]