Esempi di statistica descrittiva e inferenziale/Previsione incendi

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Da più di un decennio la NASA attraverso il Fire Information for Resource Management System (FIRMS) fornisce opendata disponibili a chiunque sugli incendi nel mondo utilizzando i sensori Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer (MODIS) e Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS) a bordo dei satelliti di osservazione Terra e Aqua entro 3 ore dall'osservazione. I dati sugli incendi attivi nelle ultime 24,48 ore o settimanali relativi ai continenti tra cui l'Europa possono essere scaricati in formato shapefile, KML, WMS o file di testo csv da qui : https://firms.modaps.eosdis.nasa.gov/active_fire/#firms-txt , mentre i dati annuali dei 2 sensori MODIS e VIIRS relativi agli stati tra cui l'Italia possono essere scaricati da qui: https://firms.modaps.eosdis.nasa.gov/download/

Gli utenti che utilizzano FIRMS possono anche registrarsi per ricevere via e-mail Fire Alerts che notificano loro incendi rilevati in specifiche aree di interesse. Con questo servizio gratuito si possono ricevere avvisi quasi in tempo reale come riepiloghi giornalieri o settimanali. Ogni settimana circa 15.000 avvisi FIRMS (inclusi avvisi giornalieri, avvisi rapidi e avvisi settimanali) vengono inviati agli utenti in più di 160 paesi.

I dataset scaricabili hanno le seguenti variabili :

  • Latitude : Latitudine centrale del pixel dell'incendio di 1 km, ma non necessariamente la posizione effettiva dell'incendio, poiché uno o più incendi possono essere rilevati all'interno del pixel di 1 km
  • Longitude : Longitudine centrale del pixel dell'incendio di 1 km, ma non necessariamente la posizione effettiva dell'incendio, poiché uno o più incendi possono essere rilevati all'interno del pixel di 1 km.
  • Brightness : Luminosità in Kelvin del canale 21 del pixel
  • Scan : Dimensione in pixel della scansione . Scansione e traccia riflettono le dimensioni effettive dei pixel.
  • Track : Dimensione in pixel della traccia . Scansione e traccia riflettono le dimensioni effettive dei pixel.
  • Acq_Date : Data di acquisizione
  • Acq_Time : Ora dell'acquisizione
  • Satellite : A = Aqua o T = Terra
  • Confidence : Stima di confidenza della rilevazione compresa tra 0 e 100%
  • Version : Raccolta o fonte di elaborazione
  • Bright_T31 : Luminosità in Kelvin del canale 31 del pixel
  • FRP : Potenza in mega watt dell'incendio
  • Type : 0 = presunto incendio della vegetazione; 1 = vulcano attivo; 2 = altra fonte di terra statica;3 = in mare aperto.
  • DayNight : D= Fuoco diurno, N= Fuoco notturno

Conoscendo latitudine e longitudine dell'incendio, luminosità e potenza si possono utilizzare strumenti gratuiti tra cui Google Map o Tableau Public per tracciare la posizione degli incendi su apposite mappe interattive . Si possono inoltre utilizzare algoritmi di machine learning branca dell'intelligenza artificiale per predire la potenza in mega watt dell'incendio o la sua luminosità in base alle altre variabili che vengono utilizzate come predictors.

Esempio con My Google Map[modifica]

Scaricare il file Kml da qui: https://firms.modaps.eosdis.nasa.gov/active_fire/#firms-kml relativo al continente a cui si è interessati, per esempio l'Europa . Tramite il proprio Account Google, accedere a My Maps, creare una nuova mappa e infine caricare il file Kml precedentemente salvato. Fare lo zoom della mappa per ingrandire la zona di interesse e cliccare sui segnaposto delle fiamme per conoscere le coordinate dell'incendio. Ad esempio questa è la mappa degli incendi dell'Europa dalle 00:11 AM del 15 agosto 2021 alle 7:50 AM del 16 agosto 2021 secondo il sensore MODIS.