La Conoscenza del Che/Appendice C

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Alfred Adler.jpg
Ingrandisci
Ritratto dello psichiatra, psicoanalista, psicologo e psicoterapeuta austriaco Alfred Adler (c.1925)

I nove principali identificatori di salienza[modifica]

Le nove linee guida di Alexander (1988) per ordinare ed estrarre le informazioni salienti sono le seguenti:

  1. Primato si riferisce al fatto che le informazioni presentate per prime sono comunemente percepite come le più importanti o tenute soprattutte in mente.
  2. Frequenza si riferisce alla ripetizione delle informazioni. Il ripetuto riferimento a un messaggio è indice di una maggiore certezza circa la sua importanza.
  3. Unicità si riferisce a deviazioni di informazioni che meritano un'analisi più attenta perché insolite o singolari.
  4. Negazione si riferisce a ciò che viene negato o trasformato nel suo opposto. La percezione da parte di un soggetto di chi è, è importante quanto l'enfasi su chi non è (Elms, 1994).
  5. Enfasi si riferisce a informazioni che sono state sottolineate o notevolmente evidenziate. Alexander (1988) ha notato che le informazioni possono essere sovraenfatizzate, subenfatizzate o l'enfasi può essere mal riposta.
  6. Omissione si riferisce a ciò che manca. Elms (1994) afferma che mettendo in discussione ciò che manca, è possibile identificare un'informazione vitale.
  7. Errore o distorsione si riferisce alla presenza di errori, come per es. motivi nascosti rivelati attraverso lapsus verbali, distorsioni e fraintendimenti.
  8. Isolamento si riferisce a informazioni che non si adattano (Fouché & van Niekerk, 2005b). Materiale importante può essere contenuto nei casi in cui si mette in discussione il senso o la logica delle informazioni all'interno del contesto presentato (Elms, 1994; Schultz, 2005).
  9. Incompletezza è essenzialmente un'indicazione di un argomento che viene introdotto ma poi terminato senza chiusura. Il risultato manca di una relazione esplicativa mezzi-fine (Fouché & van Niekerk, 2005b). Cioè, si ha la netta impressione che manchi qualcosa di importante.


Nota[modifica]

  • Schema secondo I. E. Alexander (1988). "Personality, psychological assessment and psychobiography". Journal of Personality, 56(1), 265–294.


<< Torna all'Indice