Navigazione in Internet/Contenuti inadatti

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
<< Navigazione in Internet

Internet e i contenuti inadatti ai minori[modifica]

Come già detto, internet è un calderone gloable dove si trova di tutto, quindi anche contenuti non adatti ai minori, come la pornografia e le scene di violenza.

Il primo consiglio fondamentale da dare ai genitori è quello di accompagnare i propri figli alla scoperta del mondo internet, proprio come farebbero portandoli in una città grande e sconosciuta. Visto che comunque non sempre è possibile ciò (sebbene è da sottolineare che sia largamente preferibile) è possibile configurare il browser (almeno i maggiori e più diffusi di essi) e anche alcuni appositi programmi, per limitare la navigazione a solo certi siti o escludere la navigazione in altri[1]... Naturalmente questi programmi non sono intelligenti e possono sempre essere aggirati in qualche modo. Ad esempio a me è capitato di trovare un PC configurato in modo tale che non fosse possibile uscire da un certo dominio web, ma con l'escamotage di un internal-frame[2] si riusciva ad andare ovunque i link portassero.

Internet e chat[modifica]

Una notevole capacità di internet è quella di mettere in contatto diretto mediante messaggi istantanei persone agli antipodi della terra. A differenza di una telefonata, la chat permette anche di occultare la voce (che è rivelatrice, se non altro, di età e sesso), e permette quindi di intavolare discussioni con chicchessia, potendosi fingere come più aggrada. Finché la cosa rimane confinata al contatto via chat, e al solo scambio di messaggi (e non quindi di file) non vi sono rischi sostanziali. I problemi possono insorgere se l'interlocutore, malintenzionato, invia file non desiderati né desiderabili. In tal caso la difesa più efficace è accettare file solo da persone nelle quali si ripone la massima fiducia. La questione passa poi su tutt'altro piano se si accetta di conoscere di persona, colui col quale si è avuto contatti solo via chat. Un consiglio che si può dare è innanzitutto quello di trovare il modo di avere un contatto telefonico preliminare, e di fissare il primo appuntamento reale in un luogo affollato (un caffè molto frequentato), possibilmente di giorno. In generale va considerato che si è fissato un appuntamento con un perfetto sconosciuto (non importa quante ore potreste aver passato in chat insieme, avrebbe benissimo potuto fingersi un altro per tutto il tempo).

La chat e i minori[modifica]

Quanto detto sopra vale anche per l'utilizzatore di chat minorenne, con l'aggiuntiva considerazione che l'appuntamento dal vivo e del tutto sconsigliato. Come in precedenza l'invito è rivolto ai genitori che dovrebbero operare un certo controllo sull'attività di chatting dei figli. Un piccolo consiglio che si può dare, nel caso in cui il genitore fosse incapacitato a stare accanto al figlio durante le sessioni di chatting, è quello di consultare il log della chat, entrare in chat spacciandosi per il figlio in sua assenza (giusto per vedere chi altro frequenta la chat) o adirittura installare sul PC un programma di keylogging. Attenzione: alcuni si questi consigli sono lesivi della privacy dei vostri figli[3] e se seguiti per figli maggiorenni addirittura reati. L'uso di un keylogger non è permesso su computer di cui non si abbia il possesso e su cui possano accedere altri utenti maggiorenni.

Note[modifica]

  1. Per approfondire si può consultare in inglese: Control-content software
  2. Sostanzialmente una finestra in una finestra...
  3. Da un punto di vista etico questi ultimi consigli sono alquanto opinabili. Da un punto di vista legale la violazione della privacy di un maggiorenne è reato. Nel caso l'invasione della privacy sia operata dal genitore sul figlio, per dei timori reali... è preferibile consultare un avvocato prima di procedere.