Chimica forense/Tecniche analitiche: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
=== Cromatografia su strato sottile ===
{{doppia immagine|left|Chromatography1.png|100|Chromatography2.png|100|TLC prima dell'eluizione|TLC dopo l'eluizione}}
 
Un metodo cromatografico semplice ed economico per l'analisi di campioni forensi è costituito dalla cromatografia su strato sottile, o TLC (dall'inglese "thin layer chromatography"). La fase stazionaria tipica è una lastrina e la miscela contenente il campione viene depositata ad un'estremità. La fase mobile è costituita da un solvente organico che scorre lungo il punto dove è stato deposto il campione. Il solvente, risalendo la lastrina per capillarità, permette la separazione delle varie sostanze nella miscela depositata. Infatti, ogni composto presente nella miscela del campione aderisce alla fase stazionaria e si solubilizza nel solvente in modo differente. La distanza percorsa in seguito all'eluizione è caratteristica di ogni composto.
 

Menu di navigazione