Utente:Riccardo Rovinetti/Sandbox 29

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Ogni oggetto è costituito da uno o più materiali aventi le proprie caratteristiche chimico-fisiche, le quali determinano la sua compatibilità con diversi composti chimici: esso non dovrà reagire con le sostanze con cui entra in contatto. Così, prima di utilizzare un oggetto per un determinato scopo è bene sapere di che materiale è fatto e a quali trasformazioni chimiche e fisiche è soggetto.
Per sapere di che materiale è fatto un oggetto va cercato l'acronimo della sostanza sulla confezione o sul fondo del contenitore stesso.

Vetro[modifica]

È un materiale quasi completamente inerte, reagisce solo con HF, F2 e KOH. I recipienti in vetro comune reperibili in casa sono ottimi contenitori per sostanze chimiche ma si consiglia di utilizzare anche oggetti in pyrex, specifici per il laboratorio chimico, composti di vetro borosilicato resistente al calore ed avente la massima inerzia chimica.

Tabella dei vari tipi di vetro
Tipo Codice Composizione chimica Oggetti Caratteristiche chimiche Caratteristiche fisiche
Vetro comune GL
Componente % minima % massima
SiO2 68,0 74,5
Al2O3 0,0 4,0
Fe2O3 0,0 0,45
CaO 9,0 14,0
MgO 0,0 4,0
Na2O 10,0 16,0
K2O 0,0 4,0
SO3 0,0 0,3

-bicchieri
-barattoli
-bottiglie
-vetri per finestre
-vetri decorativi
-vetri per specchi
-...
Compatibile: Quasi tutte le sostanze chimiche.

Incompatibile: HF, F2, KOH.
Pregi: Inerzia chimica, trasparenza, resistenza alla scalfittura.

Difetti: Fragilità, scarsa resistenza alle alte temperature (si crepa oltre i 100 °C) ed agli shock termici e scarsa lavorabilità.
Vetro borosilicato Pyrex. Testo della cella -Vetreria da laboratorio
-teglie,
-alambicchi
-bollitori
-...
Compatibile: Quasi tutte le sostanze chimiche.

Incompatibile: HF, F2, KOH.
Pregi: Inerzia chimica, trasparenza, resistenza alla scalfittura, resistenza alle alte temperature, fusibilità.

Difetti: Fragilità (ma resistenza superiore al vetro comune), media resistenza agli shock termici, scarsa lavorabilità. Costo maggiore rispetto al vetro comune.
Cristallo GL Testo della cella Suppellettili vari e bicchieri pregiati, bigiotteria. Compatibile: Quasi tutte le sostanze chimiche.

Incompatibile: HF, F2, KOH.
Pregi: Inerzia chimica, trasparenza, resistenza alla scalfittura.

Difetti: Fragilità, scarsa resistenza alle alte temperature (si crepa oltre i 100 °C) ed agli shock termici e scarsa lavorabilità. Costo maggiore rispetto al vetro comune.

Plastiche[modifica]

Le plastiche, chiamate così per la loro lavorabilità, sono materiali polimerici aventi nature chimiche differenti a seconda del legame chimico che tiene uniti i monomeri da cui sono costituite. Generalmente presentano ottima lavorabilità ma bassa resistenza al calore. A seconda del materiale di cui sono composte, saranno adatte a venire a contatto con sostanze di nature chimiche molto diverse. La plastica meno reattiva di tutte è il teflon, adatta a contenere qualsiasi tipo di sostanza.

Tabella dei vari tipi di plastica
Tipo Nome Codice Struttura Oggetti Caratteristiche chimiche Caratteristiche fisiche
Idrocarburi ed alogenuri polimerici polietilene
(polietilene ad alta densità)
(polietilene a bassa densità)
PE
(HDPE)
(LDPE)
Polyethylene repeat unit.svg
-contenitori di detersivi -contenitori di profotti chimici -secchi -taniche per oli e carbuanti -... Compatibile:

Incompatibile:
Pregi:

Difetti:
Polipropilene PP
Polypropylen.svg
-taniche Compatibile:

Incompatibile:
Pregi:

Difetti:
Polistirene PS
Polystyrene.svg
-taniche Compatibile:

Incompatibile:
Pregi:

Difetti:
Polivinilcloruro PVC
Teflon PTFE
Acrilonitrile butadiene stirene ABS
Poliesteri ed esteri polimerici Polietilentereftalato PET
PET.svg
-bottiglie -involucri per alimenti Compatibile:

Incompatibile:
Pregi:

Difetti:
Polibutilentereftalato PBT
Poliammidi Nylon
Siliconi Polidimetilsilossano PDMS
Poliuretani

Metalli[modifica]

Generalmente hanno una bassissima inerzia chimica e vengono corrosi di composti inorganici con cui vengono a contatto. Le uniche sostanze adatte ad essere manipolate da strumenti metallici sono quelle organiche, con cui solitamente non interagiscono. L'acciaio inox austenico è il metallo reperibile "in casa" avente maggiore inerzia chimica.

Tabella dei vari tipi di metallo
Lega Tipo Immagine Composizione chimica Oggetti Caratteristiche chimiche Caratteristiche fisiche
Acciaio inox Martensitico
Sauce boat.jpg
Componente % minima % massima
Fe 68,0 74,5
Cr 13,0 16,5
C 0,0 0,45
Si 9,0 14,0
Mn 0,0 4,0
P 10,0 16,0
S 0,0 4,0
Mo 0,0 0,3

-Posate
-Semilavorati
-Componenti automobilistiche
-conteitori per alimenti
-utensili da lavoro
-viti
-...
Compatibile:Composti organici, acidi diluiti, ossidanti.

Incompatibile: Sali di metalli nobili, acidi e basi concentrati.
Pregi: Non arrugginisce, resiste alle alte temperature.

Difetti: Medio-bassa inerzia chimica.
Ferritico
Martensite.jpg
Componente % minima % massima
Fe 68,0 74,5
Cr 13,0 16,5
C 0,0 0,45
Si 9,0 14,0
Mn 0,0 4,0
P 10,0 16,0
S 0,0 4,0
Mo 0,0 0,3
-Vetreria da laboratorio
-teglie,
-alambicchi
-bollitori
-...
Compatibile: Composti organici Incompatibile: Pregi:

Difetti:
Austenico GL Testo della cella Suppellettili vari e bicchieri pregiati, bigiotteria. Compatibile: Composti organici

Incompatibile:
Pregi:

Difetti: