Accademie teatrali nel mondo/L'arte del recitare insegnata nel mondo

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

L'arte drammatica è l'arte del recitare, secondo la più classica definizione.

Diffusa in ogni angolo del globo, è ormai da secoli elemento imprescindibile di ogni cultura ed etnia, le cui origini si sono inevitabilmente perse nel tempo.

Controversa, tuttavia, è la natura stessa del termine "recitare" in quanto essa andrebbe ad indicare la natura puramente fittizia o per certi versi addirittura meccanica ("re-citare" come "ripetere", "citare di nuovo") dell'arte dell'attore, che invece vive di nuova linfa durante ogni messa in scena ed è coinvolta in un processo hic et nunc, dinamico e perfino giocoso.

Non a caso le culture anglosassoni mettono in risalto l'aspetto ludico e vivo dell'azione in scena utilizzando i verbi to act e to play, in luogo della nostra recitazione. Anche i nostri cugini d'oltralpe condividono quest'ottica, accostando agli attori in scena il verbo jouer.

Nonostante ciò, questa è forse la visione odierna predominante dell'arte drammatica ma non l'unica.

Ad ogni modo, senza dilungarci in discorsi che richiederebbero almeno un'altra dozzina di libri, vi sarete chiesti: perché questo Wikibook parla invece di accademie teatrali?

Ecco la risposta: poiché il recitare, o se preferite il giocare un ruolo è un'arte, essa necessita di tempi di apprendimento per acquisire le tecniche oltre che di una buona dose di talento.

Ebbene, le tecniche vengono insegnate proprio in questi luoghi: le accademie teatrali, che in questo libro a seconda dei casi chiameremo anche accademie d'arte drammatica, scuole di teatro, scuole di recitazione o semplicemente scuole o accademie.

Il talento, com'è ovvio, è parte di ognuno di noi e non si può apprendere.

Inizia ora un viaggio in tutto il mondo, per scoprire più da vicino queste realtà che formano, ognuna con un proprio metodo e una propria pedagogia, giovani attori e registi che calcheranno, una volta terminati i propri studi, i palcoscenici.