Vai al contenuto

Confessione di fede di Westminster/cfw25/cfw25-2

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.

Indice - Indice sezione - Precedente - Successivo

25:2 La chiesa visibile, che, sotto l'Evangelo, è pure cattolica o universale (non più circoscritta a una sola nazione come prima sotto la Legge), consiste di tutti coloro che, nel mondo intero, professano la vera religione (489) insieme alla loro prole (490). Essa è il regno del Signore Gesù Cristo (491), la casa e la famiglia di Dio (492). Al di fuori di essa non vi è alcuna ordinaria possibilità di salvezza (493).

Inglese Latino
II. The visible Church, which is also catholic or universal under the gospel (not confined to one nation as before under the law) consists of all those, throughout the world, that profess the true religion, and of their children; and is the kingdom of the Lord Jesus Christ, the house and family of God, out of which there is no ordinary possibility of salvation II. Ecclesia visibilis (quæ etiam sub Evangelio, Catholica est et universalis, non autem unius gentis finibus, ut pridem sub lege, circumscripta) ex iis omnibus constat, undecunque terrarum sint, qui veram religionem profitentur, una cum eorundem liberis; estque Regnum Domini Jesu Christi, Domus et familla Dei, extra quam quidem ordinarie fieri nequit ut quivis salutem consequat.

Riferimenti biblici[modifica]

  • (489) "...alla chiesa di Dio che è in Corinto, ai santificati in Cristo Gesù, chiamati santi, con tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, Signore loro e nostro: ... Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo. Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo, Giudei e Greci, schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un solo Spirito" (1 Corinzi 1:2; 12:12-13); "Chiedimi, io ti darò in eredità le nazioni e in possesso le estremità della terra" (Salmo 2:8); "Dopo queste cose guardai e vidi una folla immensa che nessuno poteva contare, proveniente da tutte le nazioni, tribù, popoli e lingue, che stava in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello, vestiti di bianche vesti e con delle palme in mano" (Apocalisse 7:9); " mentre gli stranieri onorano Dio per la sua misericordia, come sta scritto: «Per questo ti celebrerò tra le nazioni e canterò le lodi al tuo nome». E ancora: «Rallegratevi, o nazioni, con il suo popolo». E altrove: «Nazioni, lodate tutte il Signore; tutti i popoli lo celebrino». Di nuovo Isaia dice: «Spunterà la radice di Iesse, colui che sorgerà a governare le nazioni; in lui spereranno le nazioni»" (Romani 15:9‑12).­
  • (490) "...perché il marito non credente è santificato nella moglie, e la moglie non credente è santificata nel marito credente; altrimenti i vostri figli sarebbero impuri, mentre ora sono santi" (1 Corinzi 7:14); "Perché per voi è la promessa, per i vostri figli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti il Signore, nostro Dio, ne chiamerà" (Atti 2:39); "Prendesti inoltre i tuoi figli e le tue figlie, che mi avevi partoriti, e li offristi loro in sacrificio, perché li divorassero. Non bastavano dunque le tue prostituzioni, perché tu avessi anche a scannare i miei figli, e a darli loro facendoli passare per il fuoco?" (Ezechiele 16:20-21); "Se la primizia è santa, anche la massa è santa; se la radice è santa, anche i rami sono santi" (Romani 11:16); "Io porrò inimicizia fra te e la donna, e fra la tua progenie e la progenie di lei; questa progenie ti schiaccerà il capo e tu le ferirai il calcagno»" (Genesi 3:15); "Stabilirò il mio patto fra me e te e i tuoi discendenti dopo di te, di generazione in generazione; sarà un patto eterno per il quale io sarò il Dio tuo e della tua discendenza dopo di te" (Genesi 17:7).
  • (491) "Il regno dei cieli è anche simile a una rete che, gettata in mare, ha raccolto ogni genere di pesci" (Matteo 13:47); "Il Signore manda una parola a Giacobbe, ed essa cade sopra Israele" (Isaia 9:7).
  • (492) "Così dunque non siete più né stranieri né ospiti; ma siete concittadini dei santi e membri della famiglia di Dio ... dal quale ogni famiglia nei cieli e sulla terra prende nome" (Efesini 2:19; 3:15).
  • (493) ­"...lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. Il Signore aggiungeva ogni giorno alla loro comunità quelli che venivano salvati" (Atti 2:47).

Note[modifica]

La chiesa visibile, che, sotto [al tempo del] l'Evangelo, è pure cattolica o universale (non più circoscritta a una sola nazione come prima sotto [al tempo del] la Legge), consiste di tutti coloro che, nel mondo intero, professano la vera religione, insieme alla loro prole [figli]. Essa è il regno del Signore Gesù Cristo, la casa [il casato] e la famiglia di Dio. Al di fuori di essa non vi è alcuna ordinaria possibilità di salvezza.