Costruire un computer/Componenti

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.

Una parte fondamentale dell'assemblaggio di un nuovo computer è la scelta dei componenti da assemblare. Ultimamente i produttori OEM (che vendono quindi alle grandi catene di centri commerciali) puntano soprattutto su due componenti: il processore (anche noto con l'acronimo CPU) e la RAM.

Questa scelta è sostanzialmente sbagliata in quanto è facile ritrovarsi con un PC con un Hard Disk molto capiente, un processore valido ma una scheda video datata che dopo pochi mesi rende il computer praticamente inservibile dal punto di vista della riproduzione 3D avanzata (videogiochi, simulatori, grafica, ecc.)

Il motivo di questa scelta è probabilmente il fatto che i processori hanno sempre una cifra (3500+, 4000+ o 3500 Mhz, ecc.) che ne indica la potenza di calcolo e qualche altra sigla che indica quanti core ha e così via. Solitamente la persona meno esperta, vedendo due o tre computer legge solo 3500, 3700 e 3800, basando quindi la sua scelta su questo numero. Lo stesso vale per la RAM (un numero semplice e chiaro, 512 Mb, 1 Gb, 2 Gb, 4 Gb e così via) e per l'Hard Disk (320Gb, 500Gb, 1Tb, ecc.).

Bisogna tuttavia scrollarsi di dosso questa visione parziale del computer, per vedere che anche gli altri componenti meritano una cernita accurata. In particolare, se vogliamo un PC con delle prestazioni rispettabili in campo 3D, bisognerà fare attenzione alla scheda video.

Innanzi tutto bisogna decidere:

  1. A che tipo di utilizzo destineremo il computer?
  2. Se abbiamo un vecchio computer, vi sono dei suoi componenti che vogliamo e possiamo riutilizzare?

Si può decidere a volte di rivendere o di regalare il vecchio PC, pertanto questo deve rimanere funzionante o la macchina è così vecchia che non è possibile recuperare niente di utilizzabile (bisogna ricordarsi tuttavia che certi distribuzioni di Linux girano perfettamente anche su macchine particolarmente vecchie, quindi niente è irrecuperabile.

Scelta dei componenti[modifica]

Quale sistema operativo si userà?[modifica]

Nella scelta dei componenti è auspicabile controllare in precedenza che essi siano compatibili col sistema operativo scelto. Attualmente i nuovi prodotti includono praticamente sempre (tranne qualche offerta strana) i driver per Windows (generalmente Vista, 7, o superiori). Nel caso si volesse in seguito utilizzare questo sistema operativo si potrà andare generalmente tranquilli, controllando piuttosto la compatibilità dei vari componenti hardware tra loro.

Se si vuole invece utilizzare un sistema operativo alternativo, si devono fare alcune ricerche, esistono infatti molte Liste di Hardware Compatibile, anche se le ultime distribuzioni di Linux sono compatibili con quasi tutto l'hardware sul mercato. Ci sono anche dei componenti recanti qualche sigla come "Linux ready" o simili che assicurano (o consigliano) il funzionamento sotto questi sistemi operativi

Si potrebbe anche scegliere Mac OS che opportunamente modificato può funzionare anche su macchine non targate Apple anche se per questa soluzione sarebbe bene controllare accuratamente prima di fare acquisti avventati.

Liste di hardware supportato da Windows[modifica]

Molti processori e schede madri basate sull'architettura i386 o x86_64 sono supportati da Windows XP. In modo più semplice, questo significa che tutti i processori disponibili sul mercato (specialmente AMD o Intel) sono compatibili. Alcune varianti di Windows possono essere anche installate su piattaforme Apple. [1]

Per altro hardware

Microsoft Compatible

Liste di hardware supportato da Linux[modifica]

Le maggiori distribuzioni linux supportano x86 e x64 (in genere esiste una variante per processori AMD 64 e una per intel x86 Attenzione controlla di scegliere quella giusta: le ultime versioni di x86 supportano AMD 64 ma perdono molta efficienza). Grazie ai moduli kernel, Linux ha una compatibilità molto ampia (per questo il sistema Linux è più flessibile di Windows). Esistono inoltre versioni compatibili per piattaforme Apple o Sparc.

Lista di hardware supportato da BSD e simili[modifica]

A che uso è destinato il computer?[modifica]

Se si vuole costruire un computer da zero per uno scopo specifico, bisogna tener presente questo scopo nella scelta dei componenti; prima di entrare in un negozio o in un negozio online per comprare i componenti, bisogna decidere per cosa verrà utilizzato il computer. La ragione è che bisogna considerare questo un buon modo per risparmiare denaro scegliendo solamente i componenti costosi e specifici di cui si avrà veramente bisogno.

Molti computer di velocità diverse possono offrire la navigazione in Internet e la modifica di testi; tuttavia, un computer può essere più veloce di un altro in queste operazioni. Per un computer da ufficio, i componenti più importanti per migliorare la velocità sono il processore, la memoria (RAM), il bus di sistema e i dischi rigidi. Se il computer sarà usato per giocare, una scheda grafica accelerata diventa il componente più importante per aumentare le prestazioni e la velocità

Semplice Navigatore Web[modifica]

Il suggerimento più importante è non esagerare. Gli utenti di base non necessitano degli ultimi componenti per cui è sconsigliabile spendere grosse somme di denaro per un computer destinato a utenti inesperti.

Un computer usato per la navigazione nel web e per scrivere lettere occasionali non deve essere particolarmente potente, la velocità di navigazione è limitata dalla velocità della connessione Internet (in genere una connessione "familiare" va da 56Kbps a 20Mbps mentre l'hard disk stesso è molto più veloce).

Un'utile aggiunta ad ogni computer è una semplice stampante o una multifunzione che funge anche da scanner e fotocopiatrice; le pagine web sono trasportabili e possono essere usate anche quando il computer è spento, per esempio potrebbe essere una ricetta da usare in cucina o un percorso stradale da usare in automobile.

Sono consigliabili quindi computer con una scheda video di base (anche integrata può andare bene) e con componenti generalmente silenziosi e dissipati passivamente (ovvero senza l'ausilio di ventole) per evitare rumori e spese inutili. Potrebbe essere una buona idea anche quella di dotare il computer di un buon Hard Disk per poter immagazzinare i dati scaricati dalla rete (soprattutto se l'utente è un frequente utilizzatore di reti P2P).

Nel caso si trattino attraverso internet dati importanti è consigliabile anche installare un RAID ovvero disporre due o più Hard Disk in parallelo per aumentare la sicurezza (in caso di rottura un hard disk dei due è comunque la copia dell'altro e permette un veloce recupero dei dati).

Per gli utenti che vogliono un'adeguata velocità per navigare e scambiare file le connessioni DSL sono preferibili. Per gli appassionati di scambio peer to peer è importante anche verificare che il service provider con il quale si stipula l'abbonamento non filtri il traffico P2P, in tal caso ci ritroveremmo con una connessione inutilizzabile ai nostri scopi.

Server[modifica]

Dei server della Wikimedia Fondation

Se userai il computer come server (per molti client) dovrai comprare molta RAM e dischi veloci (maggiormente usati per la loro affidabilità e prestazioni sono i dischi SCSI, inferiori come costo e prestazioni sono i dischi SATA), con il numero necessario di prese (spesso un server ha più connessioni per volta) facendo attenzione a prendere componenti molto resistenti (perché in genere il lavoro del server è molto più usurante di quello di un pc).

Come nel caso precedente, sarebbe consigliabile l'impiego di sistemi RAID (anche se in questo caso è consigliabile in modo più assoluto) soprattutto se si gestiscono server aziendali con molti dati importanti (anche se questo non sostituisce un backup mensile o settimanale).

Spesso i server vengono venduti già assemblati con case appositi di dimensioni molto ridotte per poterne impilare molti in un rack, con consumi ridotti e limitate emissioni di calore (onde non danneggiare gli altri server vicini).

È auspicabile anche l'impiego di gruppi di continuità per evitare danneggiamenti in seguito a sbalzi di corrente o per evitare che i server rimangano scollegati (anche se tali gruppi hanno una certa durata non infinita).

Computer da ufficio[modifica]

Per un computer da ufficio non c'è bisogno di potenza grafica o computazionale, ma è più importante avere delle buone periferiche, come una tastiera ergonomica, una buona stampante e un grande schermo, preferibilmente LCD, poiché è probabile che si spenderanno molte ore al computer. È utile investire denaro nell'acquisto di software produttivo e una versione client del sistema operativo se si lavorerà da una postazione remota.

Come per i server, è auspicabile l'utilizzo di RAID e gruppi di continuità per evitare perdite improvvise di dati importanti.

Computer per videogame, animazione 3D, forte utilizzo di librerie DirectX e OpenGL[modifica]

Chi vuole giocare con gli ultimi videogame avrà bisogno di una scheda video molto potente. Probabilmente non si è interessati a molte periferiche come scanner, stampanti o webcam e non ha bisogno di molte porte. Attenzione anche se hai il computer più veloce al mondo sarà inutile per giochi su internet se non si possiede una buona connessione.

I giochi richiedono generalmente molta RAM e una buona scheda video. Spesso bisogna quindi investire in questi componenti, dando comunque un occhio di riguardo alla CPU e all'Hard Disk. Potrebbe essere interessante anche scegliere soluzioni a doppia scheda video, attenzione però che non tutte le schede madri supportano due (o più) schede video contemporaneamente (soprattutto non quelle economiche).

Il sistema operativo è quasi una scelta obbligata, visto che sebbene Wine riesca ad emulare in modo abbastanza soddisfacente giochi più vecchi di un anno, è inadatto per i giochi di ultima generazione. È stato riscontrato che Windows XP permette un'esecuzione migliore dei videogiochi finora sul mercato in quanto le ottimizzazioni di Windows Vista attualmente rallentano i giochi attuali, permettendo in futuro un aumento prestazionale.

Tuttavia, se si è interessati solo al retrogaming (ovvero a giocare a giochi non più all'avanguardia), emulazioni e giochi liberi, Linux rimane una valida alternativa (e non è necessario spendere poi molto dal punto di vista hardware).

Note[modifica]