Discussione:Architetture dei processori/Definizione

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Quando si dice che "la memoria del computer era vista come un nastro infinito e il processore era una testina che leggeva sequenzialmente i dati sul nastro" probabilmente si fa riferimento alla "Macchina di Turing". Il precedente commento non firmato è stato inserito da Merlitti (discussioni |  email |  contributi | log), in data 21:47, 7 gen 2007‎.

Errore[modifica]

Andando su Architetture_dei_processori/Definizione

ho notato la frase "All'inizio i processori venivano progettati seguendo la classica architettura di von Neumann. Secondo questa architettura la memoria del computer era vista come un nastro infinito e il processore era una testina che leggeva sequenzialmente i dati sul nastro, li elaborava e si sn la postava sul nastro di conseguenza."

Mi chiedo, non è che chi ha scritto il book ha commesso un errore confondendo l'architettura di von Neumann con la macchina di Turing? Il precedente commento non firmato è stato inserito da Vapaakisu (discussioni |  email |  contributi | log), in data 17:45, 18 gen 2012‎.

È vero. Ho corretto, grazie per la segnalazione. --LoStrangolatore (discussione) 18:33, 18 gen 2012 (CET)

E' un piacere :) Il precedente commento non firmato è stato inserito da Vapaakisu (discussioni |  email |  contributi | log), in data 18:41, 18 gen 2012‎.