Discussione:Esperanto/Suffissi

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Nebulmalluma[modifica]

nebulmalluma = caliginoso. Esempio eliminato perché errato. Non esiste la radice nebulmall-a cui apporre il suffisso -um-.

  • lumo = luce; mallumo = buio, oscurità ; nebulo = nebbia ; dunque nebul-mallum-a = oscuro per nebbia.
Ciao. Grazie mille, mi aveva fregato! --Francescost 09:53, 19 feb 2008 (CET)

Non sarebbe il caso di almeno accennare all'icisimo e aggiungere il suffiso -iĉ come "possibile indicazione genere maschile"?[modifica]

Vorrei suggerire di trattare brevemente nel corso di grammatica anche della riforma icista, almeno in due punti: quando appunto si presenta la costruzione del femminile e quando si fa l'elenco dei suffissi. La ragione la rintraccio nel ruolo fondamentale che l'equità (fairness) ha nell'Esperanto, e di come effettivamente l'icismo migliori questa neutralità della lingua in un elemento fondamentale e difficilmente coglibile ai tempi di Zamenof, ma molto evidente a noi uomini e donne del terzo millennio. Una miglioria che non contraddice il Fundamento de Esperanto e che è stata "naturalmente" introdotta da vari esperantisti.

Bertilo recentemente ha evidenziato una tendenza all'aumento dei parlanti che utilizzano l'icismo. È inoltre noto come essa sia usata in letteratura (in particolare da Camacho ma non solo). Proprio ieri ascoltavo una canzone di La Perdita generacio che usava "viriĉo kaj virina" in un verso.

Riassumendo: E' una tendenza linguistica in aumento, che non contraddice il Fundamento de Esperanto, in linea con i principi e i valori della lingvo internacia, presente in letteratura. Per tali ragioni credo meriti di essere conosciuta, almeno come possibilità sebbene non vincolante, da chi inizia ad apprendere la lingua.

Che ne pensate? Si potrebbe fare questa aggiunta? Sono un filosofo sociale e politico (quindi abbastaza sensibile alle questioni di equità e sessismo nelle istituzioni e nella vita di ogni giorno) ma non sono un grammatico. Uso l'esperanto da poco ma ho da subito considerato una innovazione importante quella dell'iĉismo. Lascio quindi ai già estensori del corso il compito di valutare l'opportunità di queste due piccole aggiunte.

Grazie fin d'ora a chiunque prenderà sul serio queste riflessioni!--EmanuM (disc.) 15:54, 5 giu 2016 (CEST) Il precedente commento non firmato è stato inserito da EmanuM (discussioni |  email |  contributi | log), in data 5 giu 2016, 10:38.