Discussione:Fisica tecnica/Secondo principio della termodinamica

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Relativamente al testo sul Secondo Principio ritengo utile far qualche precisazione: per sistema aperto intendo,come nel testo è indicato,il complesso delle parti che includono anche il suo ambiente, L'universo in questo caso.Quindi è in tale sistema che l'entropia aumenta sempre mentre in un sistema termodinamico isolato,cioè che non comunica con il suo ambiente,l'entropia può diminuire.In ogni caso Il secondo Principio è salvo perchè nel bilancio bisogna anche includere l'ambiente circostante.Questo è il senso.Per quanto riguarda il rapporto entropia /tempo lo ritengo io per prima controverso e qundi ritiro la parte relativa nel testo. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 151.71.28.244 (discussioni |  email |  contributi | log).

Ho formattato e rivisto il testo in parte, tornerò in un secondo momento. C'è stato uno scambio di termini: un sistema aperto scambia materia e/o energia con un ambiente esterno; l'Universo è isolato, non avendo un "ambiente" esterno. Quell'avviso non vuole essere un giudizio sui tuoi inserimenti, (per intenderci, mi riferisco anche al rapporto entropia-tempo), al contrario è una mera segnalazione tecnica, rivolta agli altri utenti, che elenca la pagina in una categoria di servizio. Apprezzo però il fatto che tu sia tornata per discuterne. Non vedo inserimenti specifici della fisica tecnica, quindi approfitto per chiederti se intendi affrontare l'argomento da questo punto di vista, oppure se è più adatto il libro di Fisica per le superiori oppure di Termodinamica. --LoStrangolatore (discussione) 14:53, 5 apr 2012 (CEST)
caro"Strangolatore",comprendo appieno il nickname adottato ma quello che sta prendendo corpo non è quanto era nelle mie intenzioni.Si può trovare il tutto in un qualunque libro di testo e,ripeto,non era questo lo scopo.Pobabilmente,anzi lo è per certo,ho sbagliato il contesto in cui inserire quelle che volevano essere considerazioni si tecniche ma anche discorsive sull'argomento.Hai ragione a dire che con la Fisica Tecnica poco " ci azzecca",semplicemente mi sono inserita in uno spazio nacora vergine.Quindi mi ritiro in buon ordine.Quanto poi alla distinzione "aperto" e "chiuso" sono perfettamente conscia della giustezza tecnica delle tue osservazioni,sono quelle che si trovano nei testi, ma,ripeto,cercavo un approccio diverso alla questione,più evidente ed intuitiva forse pur nel cozzare inevitabile con la terminologia rigorosa adottata dalla disciplina.Volevo poi arrivare a dare uno sguardo da "working in progress" alla materia passando da Carnot a Boltzmann e a Planck, allo spettro di corpo nero che con il concetto di entropia/probabilità è strettamente connesso nella sua formulazione.E altro ancora ,così come andava formandosi nel pensiero. Evidentemente però non in questo contesto,non per ridurlo all'ennesima stesura scolastica.Per me quindi,caro "Strangolatore",finisce quì.Cancella pure il tutto.Saluti e baci! Il precedente commento non firmato è stato inserito da 151.71.27.130 (discussioni |  email |  contributi | log), in data 11:57, 9 apr 2012‎.