Elezioni in Italia/Esempio/Politiche

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Dopo aver visto più o meno come funziona il sistema elettorale italiano, vediamo un esempio dell'assegnazione dei seggi in entrambe le Camere utilizzando una serie di partiti fantastici.

La situazione della nostra Italia è molto semplice: si hanno soltanto sei partiti (A, B, C, D, E e F) che si contendono i seggi. A e B sono in coalizione, mentre C, D, E e F corrono separatamente. E è una lista che rappresenta una minoranza linguistica.

Le schede contestate o bianche si considereranno fuori dai nostri calcoli e sono già stati assegnati i seggi della circoscrizione estero in questo modo[1]:

Partito Voti Camera Deputati Voti Senato Senatori
A[2] 25.365 2 23.562 0
B[2] 78.541 7 70.512 4
C 36.985 3 34.201 2
D 12.458 0 11.356 0
E[3] // 0 // 0
F 2.364 0 1.636 0
Totale 155.713 12 141.267 6

Seggi per la Camera dei Deputati[modifica]

I dati nazionali riportano:

Partito Voti Camera Percentuale
A 9.694.358 22,83%
B 9.856.322 23,21%
A+B 19.550.680 46,03%
C 20.286.974 47,77%
D 1.248.670 2,94%
E 636.248 1,50%
F 748.956 1,76%
Totale 42.471.528 100,0%

Si passa poi a vedere quali partiti accedono al riparto nazionale dei seggi: notiamo subito che nè DEF superano la soglia di sbarramento del 4%. D e F vengono esclusi dall'assegnazione, mentre se E ha ottenuto il 20% dei voti nella sua regione può essere ammesso al riparto dei seggi, dato che rappresenta una minoranza linguistica. Passiamo quindi a vedere i risultati elettorali in V, la regione di E e nel collegio uninominale, la regione Z:

Regione V Regione Z
Partito Voti Camera Percentuale Candidato Voti Percentuale
A 0[4] 0,00%
B 565.385 35,95%
A+B 565.385 35,95% Io Micandido 13.352 19,64%
C 358.265 22,78% Vittoria Callistormo 22.268 32,75%
D 12.634 0,80% Genoveffa Greco 32.368 47,61%
E 636.248 40,46%
F 0[4] 0,00%
Totale 1.572.532 100,0% 67.988 100,0%

Rappresentando una minoranza linguistica ed avendo ottenuto nella propria regione una percentuale superiore al 20%, E è ammesso alla divisione dei seggi. Nel collegio uninominale della regione Z vince Genoveffa Greco, candidata riconducibile al partito D.

Tornando a livello nazionale, il partito C ha la maggioranza relativa dei voti e gli va quindi assegnato il premio di maggioranza del 55% dei seggi, ossia 340. Rimangono ora 277 deputati da assegnare secondo la seguente situazione:

Partito Voti Camera Percentuale
A 9.694.358 48,02%
B 9.856.322 48,83%
A+B 19.550.680 96,85%
E 636.248 3,15%
Totale 20.186.928

I seggi vanno ora assegnati col metodo dei quozienti interi e dei più alti resti. Calcoliamo quindi il quoziente per ogni deputato (72.876 voti[5]) Si dividono i voti della coalizione A+B e del partito E per il quoziente così ottenuto e si ottengono rispettivamente 268[6] e 8[7]. Il seggio da resto rimanente va attribuito al resto più alto che in questo caso appartiene a E[8]. Nello stesso modo si spartiscono i seggi di A+B tra A e B ottenendo rispettivamente 133 e 135 deputati (omettiamo i calcoli per non essere prolissi).

In sostanza la Camera dei Deputati risulta così composta:

Partito Deputati per l'Italia Deputati per l'estero Totale deputati
A 133 2 135
B 135 7 142
C 340 3 343
D 1 0 1
E 9 0 9
F 0 0 0
Totali 618 12 630

Seggi per il Senato della Repubblica[modifica]

Ritenendo le 20 regioni eccessive per un esempio, ci limitiamo all'esame di cinque regioni, chiamate S, T, U, V e Z. Anche per il Senato Z è un collegio uninominale, le altre regioni hanno invece rispettivamente 100, 75, 50 e 83 seggi. Ecco i risultati regione per regione:

Regione S (100) Regione T (75) Regione U (50) Regione V (83) Regione Z (1)
Partito Voti Percentuale Voti Percentuale Voti Percentuale Voti Percentuale Candidato Voti Percentuale
A 8.536.510 64,62% 0[4] 0,0% 326.385 7,25% 0[4] 0,0%
B 0[4] 0,0% 6.398.542 39,34% 486.354 10,80% 486.325 37,19%
A + B 8.536.510 64,62% 6.398.542 39,34% 812.710 18,05% 486.354 37,19% Pinco Pallino 9.986 16,29%
C 4.654.253 35,23% 9.245.362 56,85% 2.923.698 64,93% 269.846 20,64% Astolfo Aginolfi 20.785 33,91%
D 17.716 0,13% 365.285 2,25% 726.398 16,13% 7.685 0,59% Zuzzurro Prendimi 30.522 49,80%
E 543.757 41,58%
F 2.356 0,02% 253.698 1,56% 39.875 0,89% 0[4] 0,0%
Totale 13.210.835 16.262.887 4.502.681 1.307.613 61.293

Notiamo subito la vittoria nella regione Z del candidato Zuzzurro Prendimi, riconducibile a D. Passiamo ora a vedere chi può accedere ai riparti regionali dei seggi: sia in S che in T vengono esclusi i voti di D e di F perché entrambi non superano la soglia di sbarramento dell'8%. Stesso discorso per i voti di F in U e i voti di D in U. Dato che la soglia di sbarramento per le coalizioni è del 20%, vengono anche eliminati i voti di A+B in U.

Decretiamo ora i vincitori dei premi di maggioranza del 55% dei senatori di ogni Regione: in V il vincitore è E e gli vanno quindi assegnati 46[9] senatori. Ci accorgiamo poi che sia in S che in T che in U le percentuali raggiunte dai vincitori sono superiori al 55% ed è quindi inutile attribuire il premio di maggioranza.

Abbiamo quindi la situazione:

Regione S (100) Regione T (75) Regione U (50) Regione V (37[10])
Partito[11] Voti Percentuale Voti Percentuale Voti Percentuale Voti Percentuale
A 8.536.510 64,72%
B 6.398.542 40,90% 486.325 64,31%
C 4.654.253 35,28% 9.245.362 59,10% 2.923.698 80,10% 269.846 35,69%
D 726.398 19,90%
Totale 13.190.763 15.643.904 3.650.096 756.171

Si procede all'assegnazione degli altri seggi. In ogni caso dobbiamo applicare il metodo dei coefficienti interi e dei più alti resti. Applichiamo un piccolo stratagemma: sia in S che in U i seggi si possono ricondurre alle percentuali arrotondate[12]: in S arrotondiamo le percentuali e questi saranno i seggi da attribuire (diamo quindi 65 seggi ad A e 35 a C); facciamo lo stesso in U dimezzando i risultati (dato che i seggi da distribuire sono 50 e non 100) e attribuiamo 40 seggi a C e 10 a D. In T e in V, non potendo usare questo stratagemma, uttilizziamo il metodo tradizionale.

In T:

  • I voti validi sono 15.643.904
  • Il quoziente è quindi 208.585
  • I seggi interi sono:
  • Rimane un seggio da resto
  • I resti sono
  • In totale si hanno quindi le assegnazioni
    • 31 seggi a B
    • 44 seggi a C

In V:

  • I voti validi sono 756.171
  • Il quoziente è quindi 20.437
  • I seggi interi sono:
    • 23 per B
    • 13 per C
  • Rimane un seggio da resto
  • I resti sono
    • 16.274 per B
    • 4.165 per C
  • In totale si hanno quindi le assegnazioni
    • 24 seggi a B
    • 13 seggi a C

In totale i seggi del Senato risultano così distribuiti:

Partito Senatori da S Senatori da T Senatori da U Senatori da V Senatore da Z Senatori da Estero Senatori
A 65 0 0 0 0 0 65
B 0 31 0 24 0 4 59
C 35 44 40 13 0 2 134
D 0 0 10 0 1 0 11
E 0 0 0 46 0 0 46
F 0 0 0 0 0 0 0
Totale 100 75 50 83 1 6 315

Risultati[modifica]

In definitiva abbiamo:

Partito Deputati Senatori
A 135 65
B 142 59
A + B 277 124
C 343 134
D 1 11
E 9 46
F 0 0
Totale 630 315

Note e calcoli[modifica]

  1. Va ricordato che nella circoscrizione Estero i seggi vengono attribuiti in base ai quozienti interi e ai più alti resti sulla base dei voti riportati nelle Circoscrizioni elettorali e non a livello globale.
  2. 2,0 2,1 Per l'estero non sono ammesse coalizioni.
  3. Rappresentando E una minoranza linguistica, non si può presentare nè nella circoscrizione Estero nè nelle regioni dove non è consistente la minoranza da rappresentare.
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 4,4 4,5 La lista non si è presentata in questa circoscrizione.
  5. 20.186.928/277 cioè (voti validi)/seggi, numero che va arrotondato per difetto.
  6. 19.550.680/72.876 arrotondato per difetto.
  7. 636.248/72.876 arrotondato per difetto.
  8. Resto A+B=19.550.680-268*72.876=19.912. Resto E=636.248-8*72.876=53.240.
  9. 55% di 83 arrotondato per eccesso.
  10. Il premio di maggioranza è stato attribuito.
  11. Eliminiamo la coalizione A+B' perché non è più necessario trattare la somma di A eB dato che l'unica volta che si sono presentati insieme non hanno superato la soglia di sbarramento.
  12. Ciò è possibile solo perché i partiti in lizza sono due per regione e perché i seggi attribuiti ad ogni Regione sono 50 o 100. Anche verificando con il metodo dei coefficienti interi e dei più alti resti si otterrebbero gli stessi risultati.
  13. 6.398.542 / 208.585 arrotondato per difetto.
  14. 9.245.362 / 208.585 arrotondato per difetto.
  15. 6.398.542 - 208.585 * 30 arrotondato per difetto.
  16. 9245.362 - 208.585 * 44 arrotondato per difetto.