Elezioni in Italia/Ufficio/Segretario

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Per Segretario di seggio si intende il Segretario dell'Ufficio Elettorale di Sezione, che si insedia in occasione di ogni tornata elettorale o referendaria.

Nomina[modifica]

La nomina dei Segretari di seggio è effettuata dal Presidente di seggio prima dell'insediamento dell'Ufficio elettorale, come previsto dall'art. 2 della legge 21 marzo 1990, n. 53
Il Segretario di seggio è considerato, per ogni effetto di legge, pubblico ufficiale durante l'esercizio delle sue funzioni.

Requisiti[modifica]

Per poter svolgere l'attività di Segretario di seggio, gli elettori devono:

  • essere cittadini italiani
  • essere iscritti nelle liste elettorali del Comune
  • essere in possesso del diploma di scuola media superiore
  • non avere superato il 70° anno di età.

Cause di incompatibilità[modifica]

Sono, in ogni caso, esclusi dalle funzioni di Segretario di seggio elettorale:

  • i dipendenti dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti a Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
  • i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

Competenze[modifica]

Il Segretario di seggio:

  • compila tutti gli esemplari dei verbali delle operazioni elettorali del seggio
  • assiste il Presidente di seggio nell'esercizio delle sue funzioni
  • assiste alla redazione delle tabelle di scrutinio durante le operazioni di spoglio dei voti.
  • raccoglie gli atti da allegare ai verbali
  • confeziona i plichi contenenti i verbali stessi o le liste della votazione.

Onorario[modifica]

Al Segretario di seggio spetta un onorario in denaro, la cui entità è stabilita per legge e varia in funzione del numero di elezioni che si svolgono nel medesimo giorno. Tale onorario non costituisce reddito e, dunque, non va indicato nella dichiarazione dei redditi del percipiente. Tale onorario negli anni 2007-2008 è di 120 euro e di ulteriori 25 euro per ogni altra scheda oltre la prima.[1].

Note[modifica]

  1. Da intendersi non in termini di elettori della sezione e di schede scrutinate, ma come numero di votazioni e di urne elettorali in contemporanea. Ad esempio se insieme alle elezioni del comune, è in corso il rinnovo dell'amministrazione provinciale, per la seconda votazione, il Segretario avrà una maggiorazione di 25 euro

.