GAS ed Economia solidale/Gruppo d'Acquisto Solidale

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.

  1. Gruppo d'Acquisto SolidaleGAS ed Economia solidale/Gruppo d'Acquisto Solidale
    1. Come creare un GAS
      • Cos'è un GAS
    2. Come organizzare un GAS
      • Questioni legali e burocratiche
      • Comunicare e organizzarsi
      • Come organizzare gli acquisti
        • Come trovare i fornitori
    3. Come gestire gli ordini
      • Scegliere un gestionale (comparazione)
      • Domanda frequente: Perchè usare un gestionale?
  2. Reti e distretti di Economia solidale


Come creare un gas[modifica]

Cos'è un gas[modifica]

Se sei arrivato o arrivata qui probabilmente hai già un'idea di cosa sia un Gruppo d'acquisto solidale. Puoi trovare una definizione nella pagina italiana di wikipedia dedicata ai gas. Il modo più corretto per definire un GAS è però presente nel Documento base dei GAS "Un modo diverso di fare la spesa" disponibile sul sito della Rete di collegamento dei gas (retegas.org). E cioè:

« un gruppo di persone decide di incontrarsi per riflettere sui propri consumi e per acquistare prodotti di uso comune, utilizzando come criterio guida il concetto di giustizia e solidarietà »

Il documento base è stato scritto nel 1999 con l'obiettivo di descrivere e divulgare l'idea dei "Gruppi di Acquisto Solidale" ed è il miglio modo per comprendere valori, obiettivi e finalità per far nascere un Gruppo.

Come far nascere un gas[modifica]

Non esiste un solo modo di creare un gas ma ce ne sono diversi, forse infiniti. Dipende dalla situazione in cui vi trovate.

Uno dei casi più frequenti è quello della "gemmazione", ossia da un gruppo già costituito se ne genera un altro. Ciò può avvenire per reggere l'aumento di adesioni, oppure per diversità di vedute da parte dei partecipanti. In questo caso si avrà già un certo numero di persone che saranno in grado di gestire un nuovo gas e favorire l'ingresso e la partecipazione di nuove persone. Nuovi gas nascono anche quando un gasista (così si chiama chi partecipa ad un gas) cambia quartiere o città e decide di fondarne uno nuovo, avendo maturato una certa esperienza.

Tra chi non ha una pregressa esperienza, è sufficiente condividere questa necessità con i propri parenti, amici, vicini di casa o colleghi, ciò risveglia l'interesse e permette di trovare il giusto entusiasmo e numero di aderenti, per far nascere un nuovo gas. Infatti, i gas nascono anche dalle esigenze di gruppi di condomini, all'interno dei luoghi di lavoro, gruppi di famiglie e con le esigenze più disparate. C'è chi lo fa per esigenze domestiche, chi etiche, chi relazionali, chi opportunistiche, ma questo non è poi così importante, perché è difficile che tutti la vedano allo stesso modo e, soprattutto, la diversità è davvero la cosa più interessante quando si partecipa ad un gruppo di acquisto solidale. La cosa che non può assolutamente mancare per far nascere un gas, quindi, è la "relazione", ossia Fare Rete.

Un'altra soluzione può essere quella di scrivere degli annunci su internet, magari in qualche sito che sia visitato da persone residenti nelle vicinanze.

Passando alla pratica, per fondare un gas servono prima di tutto consumatori e produttori. Sarebbe opportuno che il neonato gruppo stabilisca obiettivi e motivazioni. Dopodiché si potrà incominciare a fare una ricerca per trovare i produttori che corrispondono a questi obiettivi (es. chilometro zero e naturale). Si possono contattare altri gas per farsi consigliare, fare ricerche online, chiedere ad amici e parenti, produrre in proprio i prodotti, eccetera.. tutte azioni che permetteranno di ampliare la rete di relazioni, oltre che trovare il giusto produttore. Solitamente il produttore comunica qual è il minimo d'ordine per fare una consegna (es. 100 euro). A questo punto bisogna capire se il gruppo può raggiungere questo obiettivo, in caso positivo si possono aprire gli ordini, altrimenti bisognerà trovare nuovi aderenti o soluzioni.

Per aprire l'ordine sarà sufficiente avere il listino del produttore. Alcuni inviano via email il listino su foglio elettronico (generalmente attraverso excel) che può essere facilmente inoltrato o condiviso tramite strumenti informatici come Google Drive, Dropbox o altro. Altrimenti esistono dei software gestionali per raccogliere gli ordini, ciò implica che sarà necessario inserire i prodotti nel listino del gestionale e che i partecipanti inseriscano nella pagina dell'applicativo il proprio ordine. Questo solitamente consente di gestire meglio i gruppi molto numerosi.

Come entrare in un gas[modifica]

Entrare in un gas non è sempre facile, perché raggiungono il loro equilibrio presto (con circa 20-30 persone) e non sempre sono disposti ad accettarne di nuove. Per entrare solitamente bisogna scrivere un'email chiedendo di partecipare. Se entrate in un gas e volete rimanerci, la cosa migliore è essere disponibili a collaborare e partecipare. Questo bisogna che sia visto come un'opportunità e non come una scocciatura. Per contattare o avere informazioni si può anche telefonare a uno dei numero di telefono che trovate in internet, legato al gruppo di cui volete far parte. Dato che i gas ricevono in continuazione un sacco di richieste, da produttori, commercianti, venditori, studiosi, eccetera, non sempre si ha una risposta immediata via email e quella del telefono può risultare la scelta determinante. Quindi bisogna prima di tutto pazientare anche se, forse, la soluzione migliore per entrare in un gas è quella di crearne uno nuovo.

Domanda frequente: qual è il numero giusto di persone?[modifica]

La risposta è molto semplice. Non c'è un numero "giusto". Come non esiste un numero minimo o massimo per formare un gruppo. Naturalmente è molto difficile riuscire a fare acquisti se si è in molto pochi o in moltissimi ma non esiste nessuna regola o convenzione. Esistono gas formati da pochi nuclei familiari (iniziano quasi tutti così in fondo), come alcuni formati da diverse centinaia di persone[1]. Ogni soluzione ha pregi e difetti. I bassi numeri non consentono facilmente di raggiungere la "massa critica" sufficiente per alcuni ordini o, ad esempio, per riuscire a ridurre le spese di trasporto. Numeri alti possono rendere molto complicata la gestione degli ordini, l'organizzazione e la logistica (gestione della cassa, luogo per le riunioni e lo stoccaggio della merce, ecc.). In generale per entrambi i problemi le due soluzioni trovate sono quelle della gemmazione e delle reti.

  • Gemmazione. Con questo termine si definisce la possibilità per un gas, raggiunta una certa consistenza di "dividersi" dando vita a uno o più altri gruppi.
  • Fare rete. La possibilità di costruire collaborazioni solidali tra gruppi e reti di gas può rendere più facile fare ordini importanti o svolgere alcune attività più gravose. Attraverso questa cooperazione, ad esempio, è possibile gestire ordini comuni o aggiornare il sito web.

Questioni fiscali e burocratiche[modifica]

Status giuridico e fiscale (il gruppo informale)[2][modifica]

Un GAS è un gruppo informale di persone. Informale perché di norma non ha alcuna personalità giuridica come, invece, un'associazione o un'organizzazione non profit costituita formalmente. Tra l'altro la Legge Finanziaria del 2008 (L. 244 del 24/12/2007), comma 266 dell'articolo 1 permette il riconoscimento pubblico dell'attività dei gas. Infatti recita:

« Sono definiti «gruppi di acquisto solidale» i soggetti associativi senza scopo di lucro costituiti al fine di svolgere attività di acquisto collettivo di beni e distribuzione dei medesimi, senza applicazione di alcun ricarico, esclusivamente agli aderenti, con finalità etiche, di solidarietà sociale e di sostenibilità ambientale, in diretta attuazione degli scopi istituzionali e con esclusione di attività di somministrazione e di vendita. »
(comma 266)

Quindi l'acquisto collettivo viene sostenuto dal gruppo per il gruppo ma viene emesso documento fiscale dal fornitore a nome di un singolo partecipante come persona fisica e questa legge garantisce l'esonero dalle imposte dirette e indirette delle attività svolte internamente ai gas. Infatti nel comma 267 si legge:

« Le attività svolte dai soggetti di cui al comma 266, limitatamente a quelle rivolte verso gli aderenti, non si considerano commerciali ai fini dell'applicazione del regime di imposta di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, ferme restando le disposizioni di cui all'articolo 4, settimo comma, del medesimo decreto, e ai fini dell'applicazione del regime di imposta del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917. »
(comma 267)

Il decreto 633 è quello che ha istituito l'Imposta per il Valore aggiunto, l'IVA. Quindi le attività di distribuzioni "interna" sono esenti da questa imposta, ad eccezione ovviamente dell'IVA pagata sullo scontrino o la fattura emessa del fornitore (se è tenuto a farlo[3]). Nella distribuzione della merce all'interno non vi è valore aggiunto ("senza applicazione di alcun ricarico" e quindi non esiste base imponibile.

La questione può iniziare a porre qualche problema fiscale se la persona che si fa emettere fattura a nome proprio è in possesso di partita iva come lavoratore autonomo. Altri problemi potrebbero sorgere nel caso di ordini di qualche rilevanza, per esempio superiori ai 1000 euro.

Gruppo informale. Pro e contro[modifica]

I Gas come strutture informali hanno indubbiamente dei vantaggi, sono sicuramente più fluide, ma nella scelta tra queste e altre scelte giuridiche bisogna valutare vantaggi e svantaggi.

Pro Contro
Non richiedono obblighi fiscali. Privo di personalità giuridica al GAS è preclusa dalla possibilità di accedere a contributi e finanziamenti erogati da enti pubblici.
Non richiedono adempimenti

Diventare associazione[modifica]

Quindi per fare un gas non è necessario avere una personalità giuridica. Nel caso decidiate comunque di averne una ci sono due strade indicate già dal Documento base:

  • potete (ed è forse la via più semplice) appoggiarvi ad una associazione, a una cooperativa o a una bottega esistente, rimanendo un gruppo autonomo. In questo caso però l'organizzazione ospite deve "farsi carico della regolarizzazione della contabilità" e gli acquisti collettivi devono rientrare tra le finalità della Associazione o della Cooperativa come indicate dal suo Statuto (in caso contrario bisognerebbe modificarlo).
  • potete costituirvi in associazione.

Forse è inutile aggiungere che la legislazione italiana in materia non è semplice e leggi e regolamenti si modificano spesso (per questo le informazioni sul sito retegas.org sono già antiquate e abbiamo creato questo manuale). La prima cosa è decidere quale tipo di associazione volete formare. Comunque i passi da fare per costituirsi in associazione sono:

  1. Elaborare un atto costitutivo e uno statuto nella forma di associazione senza scopo di lucro, di tipo culturale o di promozione sociale.
  2. Richiedere il codice fiscale dell'associazione presso l'Agenzia delle Entrate.
  3. Registrare presso l'Agenzia delle Entrate l'atto costitutivo e lo statuto ricordandosi che la registrazione prevede un'imposta di registro più marche da bollo. Rispettivamente euro 200,00 e 16,00 [da verificare]. È necessaria una Marca una ogni 4 pagine (in duplice copia). La registrazione dà data certa all'atto senza necessità dell'atto pubblico o della scrittura privata[4].

Come gestire gli ordini[modifica]

Esistono tantissimi modi per gestire un ordine di un Gruppo d'Acquisto. Naturalmente utilizzare uno strumento informatico non è obbligatorio né è l'unico metodo utilizzato dai GAS durante la loro storia. Oggi però probabilmente la quasi totalità dei GAS composti da persone che non vivono nello stesso luogo utilizzano l'Internet per farlo. Ci sono molti motivi per scegliere questa soluzione.

Anche per questo tipo di strumento esistono diverse tecniche che si utilizzano. Molti gas usano però dei software appositamente create per raccogliere e inviare gli ordini. Spesso vengono chiamati Gestionali GAS.

Un software gestionale per i gruppi di acquisto solidale è un software gestionale costruito appositamente per la gestione degli acquisti, delle pratiche amministrative e per le comunicazioni dei GAS.

La maggior parte dei software gestionali, rispettando i principi e i valori di riferimento dei GAS, sono elaborati da singoli sviluppatori o piccole cooperative o associazioni e rilasciati secondo i canoni del software libero.

Funzionalità[modifica]

Tutti i software gestionali permettono di raccogliere gli ordini d'acquisto da parte delle persone appartenenti al gruppo d'acquisto solidale indicando la quantità desiderata per ogni articolo. Il sistema quindi raccoglie le informazioni sugli ordini e permette o la comunicazione diretta al produttore o l'esportazione di un file di ordine da inviare al produttore. Spesso i software permette di aggiungere le spese di funzionamento del GAS o quelle di trasporto al computo dell'ordine.

Molti software gestionali permettono la gestione della consegna degli ordini. La persona che gestisce l'ordine può quindi indicare le quantità effettivamente consegnate, comunicare alle persone ordinanti luoghi, tempi e modalità di consegna, modificare le quantità ordinate e il computo dei costi. Alcuni sistemi permettono inoltre la gestione della contabilità cioè mantengono un conto per ogni gasista in cui registrare gli importi dei singoli acquisti e dei versamenti per pagare gli ordini fatti oltre che i conti dei fornitori con i quali si stabilisce un rapporto di solidarietà e di fiducia reciproca realizzando di fatto un sistema di autoassicurazione distribuito e di mutuo credito.

Scegliere un gestionale (comparazione)[modifica]

Per facilitare la scelta del software gestionale abbiamo preparato una tabella comparativa dei diversi strumenti realizzati, attivi o in fase di sviluppo. La tabella raccoglie informazioni disponibili nei diversi siti dei gestionali: è stata creata e aggiornata, come tutto il manuale dalla collaborazione di persone volontarie o dagli stesse persone che hanno sviluppato i gestionali. Non possiamo quindi garantire la perfetta correttezza del suo contenuto, puoi verificare comunque le informazioni e nel caso contribuire a migliorarle.

Informazioni generali[modifica]

Tutti i software qui comparati sono costruiti per essere installati in rete (web-based). Esistono tre modalità di installazione per i software gestionali:

  • centralizzata (già installata su un unico server)
  • disponibili pacchetti da installare su server per singoli GAS o reti di GAS.
  • plug-in di CMS
Nome Creatore Data del primo rilascio Gas che lo usano Ultima versione stabile[5] Gratuito Software libero Licenza Installazione centralizzata
GestiGAS Progetto e3g 2005  ? 1.1.0 (2014)[6][7]

il software è mantenuto[8], ed è previsto il rilascio della nuova versione per il 2016[9]

Sì (possibile abbonamento) [6] GPL No
GASdottoNG Roberto Guido 2009  ? Non versionato.

Il software è stato interamente riscritto rispetto alla sua implementazione originale. (11/2017)

[10] AGPLv3 Sì, è una piattaforma web, ma è possibile anche l'installazione autonoma
ReteDES.it Mauro Morello 2011 200+ V4 (2015) il software è costantemente aggiornato e sviluppato con nuove funzioni (10/2017) -- Sì, è una piattaforma web, ma è possibile anche l'installazione autonoma
iGruppi.com Davide Gullo 2013  ? 1.4 (2014)[11]

prevista l'uscita della versione 2.0 nel 2016[12]

[13] GPLv3
Gasista Felice Luca Ferroni* 2011  ? 0.11

il software è costantemente aggiornato (2016)

Sì (ma le famiglie possono sostenere il progetto con ~ 2EUR/mese) [14] AGPLv3 Sì, ma da parlarne
GasAperto Lorenzo Midulla (DES Parma) 2009 35 il software è aggiornato ma attualmente non vengono sviluppate nuove funzionalità o miglioramenti -- Sì, ma volendo anche no
Eventhia.com Mario Bruscella 2015 40 il sito è costantemente aggiornato e in sviluppo (2016) (sottoscrizione libera) No nessuna Sì, è una piattaforma web
PortAlGas.it Francesco Actis, Marco Siviero 2014 30 Il software è costantemente aggiornato Canone annuo [15] nessuna Sì, è una piattaforma web
gassite.it Fabio Laurino e Claudio Garbelli 2013 4 2.0 (2015)[16] il sito è aggiornato e vengono sviluppate nuove funzioni (2016) No -- Sì, è una piattaforma web
NoiGAS Davide Passoni 2009 3 2017.03[17] No (abbonamento annuale) No nessuna No
Cortile-GAS SCRET-L'isola che c'è 2012  ? 2015 No (6 mesi prova, poi contributo) No nessuna Sì, è una piattaforma web
eQuommerce Made in Valley S.r.l.s. 2015  ? 2016 Sì per gli utenti che acquistano, tariffe in percentuale per i venditori[18] No nessuna È un social network
  • Luca Ferroni è l'attuale coordinatore del progetto, ma alla sua creazione e vari rilasci hanno contribuito in particolare anche Dominique Thual, Lorenzo Franceschini, Loris Asoli, Orlando Marchetti, nato da un progetto di REES Marche e la Provincia di Macerata su richiesta della rete dei GAS della Provincia di Macerata

Funzioni di amministrazione[modifica]

Nome Multigas (gestisce più gas) Creazione gruppi d'acquisto temporanei Condivisione ordini tra GAS Gestione della cassa Apertura automatica degli ordini Chiusura automatica ordine Gestione acquisti dopo la chiusura dell'ordine Profilazione amministratori (ruoli) Statistiche
GestiGAS No Sì installando un'estensione Sì (per data annuale) Sì (per data)  ?  ? Sì (per prodotto-utente/i)
GASdotto No  ?? No No  ?  ?
ReteDES.it
iGruppi.com No (in fase di studio) No (in sviluppo sulla 2.0) No (in sviluppo sulla 1.5)  ?
Gasista Felice No Sì (Tesoriere) Sì (Referente informatico G.A.S. e Referenti sui singoli produttori) No
GasAperto No No No No Si (possibile correggere le quantità/prezzi ad ordine chiuso) Sì (acquisti mensili e numero soci dei GAS)
Eventhia Si può creare e cancellare un GAS Sì (funzioni limitate) Sì (è possibile assegnare diversi ruoli)
PortAlGas.it No Si Sì (Manager G.A.S. Referenti sui singoli produttori Cassiere Tesoriere Referente D.E.S.)
gassite.it -- Si No Sì (Chiusura e Reminder Automatico) Si Si
NoiGAS No No No Sì (gestione cassa, scontrini, schede di credito) Sì (settimanale, quindicinale, mensile, trimestrale ....) Sì, possibilità di invio automatico al fornitore, a discrezione del referente Si il referente può modificare l'ordine aggiungendo/togliendo prodotti Sì (referenti sui singoli produttori, amministrazione per gestione parte contabile, volontari in sede per gestione consegne, scontrini (ed invio SMS), superuser per gestione e configurazione gestionale) Sì, statistiche ordini per fornitore, statistiche iscrizioni soci
Cortile-GAS In realizzazione
eQuommerce Sì (ogni utente può far parte di più GAS/ far parte di GAS ed essere produttore registrato) No (è possibile creare GAS temporaneo ad hoc) Sì (gestione cassa, pagamenti, ordini sia per GAS sia per fornitori) No (in fase di studio) Sì (l'amministratore può aggiungere/ eliminare prodotti ordinati dai singoli membri del GAS) Sì (referenti per singole categorie di prodotti) Sì (statistiche su utenti, GAS, aziende produttrici)

Funzioni di networking e condivisione[modifica]

Nome Invio notifiche Importazione /esportaz. listini Importazione /esport. utenti Feed RSS Pubblicazione news Condivisione e archivio files Forum Sistema di feedback ai fornitori o altro Versione mobile (app)
GestiGAS Sì (email) Sì (esportazione PDF/CSV) Sì (esportazione CSV) No No No No  ?? No
GASdotto No No  ?? No No Sì (solo nelle schede produttore) No  ??  ??
ReteDES.it Sì (mail/telegram) Sì (csv/excel/ods) Sì (csv/excel/ods) No SI (listini) Si Si (Mobile friendly)
iGruppi.com No No No  ??  ??
Gasista Felice Sì (con "script" per sviluppatori) Sì (con "script" per sviluppatori) Esterno No No Esterno No  ??
GasAperto Sì (email) Sì (formato .csv) Sì (formato .csv) No No No No la versione web non è mobile-friendly, ma esiste un'app per Android
Eventhia Sì (email) Sì (formato .csv), tutte le tabelle possono essere importate ed esportate Sì (formato .csv), tutte le tabelle possono essere importate ed esportate No Sì, ogni GAS può pubblicare news Sì, è possibile creare un archivio dei file per ogni GAS Sì, ogni GAS può creare un proprio forum e una mailing list. C'è anche un forum generale del sito. Sì, si può dare il feedback sia ai produttori sia ai prodotti. è mobile-friendly
PortAlGas.it Si No No Sistema di feedback ai fornitori o altro Sì, si può dare il feedback ai produttori App per Android e IOS. Versione mobile da browser.
gassite.it No Sì Forum e Chat  ?? Si
NoiGAS Sì (email/sms) No No No No (in studio)  ??
Cortile-GAS Sì (email) No No No Via email No
eQuommerce Sì (email) Sì (PDF) sì (social network) Sì (annunci, bacheca) Sì (blog) Sì (i GAS e i fornitori esprimono un feedback ad ordine evaso) No

I siti dei software gestionali[modifica]

Software gestionali liberi / open source:

  • Blog GestiGAS Blog del software gestionale per i Gas GestiGAS.
  • GASdotto Sito del software per la gestione degli ordini di Gas GASdotto.
  • ReteDes.it Sito del software per la gestione degli ordini di Gas e DES ReteDes.it, utilizzato da circa 200 GAS sparsi in tutta Italia
  • iGruppi.com Sito dell'applicazione web per la gestione dei Gruppi di acquisto Solidale, in uso da una ventina di GAS di Reggio Emilia
  • GasistaFelice - sito non completamente aggiornato, ma mostra l'architettura e rimanda alla copiosa documentazione; software sviluppato in collaborazione con la REES Marche
  • GasAperto Software libero utilizzato e mantenuto dal DES Parma (usato da circa 35 GAS della provincia di Parma)

Software gestionali proprietari:

  • Eventhia - Eventhia è un portale web dove puoi avviare e gestire un Gruppo di Acquisto Solidale, con circa 40 GAS che lo usano attivamente
  • PortAlGas Il portale e gestionale per GAS. e DES, usato da circa 30 GAS soprattutto della provincia di Torino ma non solo
  • Cortile-Gas Gestione ordini per GAS e Reti di GAS, software realizzato in collaborazione con L'isola che c'è - la rete comasca di economia solidale.
  • eQuommerce Piattaforma web per gestione dei G.A.S. e delle aziende fornitrici.
  • Rete GAS Software, lista di discussione del gruppo di lavoro sul software, per la gestione degli ordini, ma non solo (attualmente non attiva).

Software gestionali utilizzati da meno di dieci GAS:

  • gassite.it Sito per la gestione dei Gruppi di acquisto Solidale, scelto da 4 GAS in Lombardia e Veneto
  • NoiGas Gestionale per gruppi di acquisto NoiGas, utilizzato da 3 GAS

Software gestionali abbandonati:

Tecnologie utilizzate[modifica]

GestiGAS: P4A - PHP For Applications (tecnologia obsoleta)

GasDotto: in corso di riscrittura in Laravel

ReteDes.it: PHP puro

IGruppi: ZEND framework

Gasista Felice: Django framework

GasAperto: PHP puro su UI bootstrap

Eventhia: PHP puro

PortAlGas: CakePHP framework

Gassite: Google Web Toolkit (scritto in Java e compilato in JavaScript)

NoiGas: PHP puro

Cortile-Gas: QCubed framework (tecnologia non più sviluppata nè mantenuta)

Equommerce: ??

Digigas: CakePHP framework

Note[modifica]

  1. Esistono alcune ricerche che hanno censito i gas di una zona indicando il numero di componenti. Ad esempio la ricerca sui gas lombardi la cui sintesi dei risultati è pubblicata nel primo capitolo del libro "Un'economia nuova, dai Gas alla zeta" (Altreconomia 2013).
  2. La prima versione di questa sezione è stata realizzata consultando "La fiscalità dei GAS" (testo preparato da Simona Lenzi per Terra Futura 2009) e le "Indicazioni Fiscali" disponibili su ReteGAS.org (http://www.retegas.org/upload/dl/doc/2007-02_GASIndicazioniFiscali.pdf)
  3. Quando il fornitore deve rilasciare un documento fiscale? Praticamente sempre. In verità la disciplina fiscale prevede l'esonero totale solo per coloro che svolgono attività agricole/allevamento/pesca fino ad un volume d'affari annuale non superiore ai 7.000 euro. Sarebbe, comunque, raccomandabile richiedere un documento anche non fiscale che certifichi la presa in carico dei prodotti da parte del soggetto che li ritira per conto del gas in modo che si possa avere un giustificativo nel caso di un eventuale controllo da parte delle Autorità. Anche coloro che svolgono attività commerciali o di lavoro autonomo in modo occasionale sono esonerate dal pagamento delle imposte dirette se il reddito totale resta sotto il limite dei 4.800 euro. Questo, però, non fa venire meno, anche in questo caso, la possibilità di richiedere una semplice ricevuta che dettagli quanto acquistato. In caso di controllo, si potrà così esibire la fattura/scontrino/ricevuta (eventualmente intestata alla persona fisica che effettua l’acquisto) spiegando che si sta acquistando in conto proprio e per conto di altre persone (“per acquisti ad uso esclusivamente privato‐familiare, senza scopo di lucro”).[senza fonte]
  4. Da "La fiscalità dei GAS" di Simona Lenzi (Terra Futura 2009)
  5. verificato lo stato di aggiornamento e di sviluppo di tutti i gestionali (colonna Ultima versione stabile) a giugno 2016
  6. 6,0 6,1 blog di Gestigas - download
  7. Blog GestiGAS - GestiGAS, rilasciata la versione 1.1.0
  8. blog di GestiGas
  9. Blog GestiGAS - nuova versione nel 2016
  10. GitHub - GASdottoNG
  11. iGruppi - Blog - Pre-release 1.4
  12. iGruppi - Blog - Milestone della versione 2.0
  13. GitHub - iGruppi
  14. GitHub - Gasista Felice
  15. GitHub - PortAlGas
  16. www.gassite.it
  17. NoiGAS - Home page
  18. eQuommerce - Condizioni Generali di Uso e Vendita