Na'vi/Introduzione

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search


Il Na’vi, come l’italiano, è una lingua sintetica, cioè le cui parole sono generalmente formate da più elementi detti morfemi. Ogni parola è dotata di una radice, che ne individua il significato principale, a cui vengono eventualmente aggiunti degli affissi (suddivisi in infissi, suffissi e Prefissi) che la qualificano grammaticalmente. In particolare, il Na’vi è una lingua sintetica agglutinante, cioè la radice di una parola è un morfema di senso compiuto. L’italiano è invece una lingua sintetica flessiva, cioè la radice di una parola necessita generalmente di una desinenza per avere senso compiuto: ad esempio, la parola 'casa' è un sostantivo composto da una radice cas-, non utilizzabile da sola, e da una desinenza -a che ne indica contemporaneamente il genere (femminile) e il numero (singolare). La distinzione tra lingue flessive e agglutinanti sarà più chiara in seguito, con lo studio dei sostantivi e dei verbi.


Na'vi
Introduzione Fonologia e ortografia