OpenOffice.org/Calc

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

OpenOffice.org Spreadsheet permette di manipolare le tabelle per gestire grandi quantità di numeri e dati. Ogni tabella è costituita da una griglia che può essere paragonata a quella presente su un foglio a quadretti.

Sulla griglia presente in una tabella si individuano delle righe, identificate da numeri crescenti a partire da 1, e delle colonne, identificate dalle lettere dell'alfabeto inglese a partire da A.

Il singolo elemento rettangolare all'incrocio tra una riga e una colonna prende il nome di cella e costituisce l'elemento base di Calc. Una cella è individuata da 2 coordinate: l'identificatore della colonna a cui appartiene (lettera) e l'identificatore della riga a cui appartiene (numero). Pertanto la prima cella della tabella ha coordinate A1, la terza cella della seconda riga ha coordinate C2, ecc.
Una cella può contenere testo, numeri e formule. Queste ultime consentono di effettuare calcoli basandosi sul contenuto di altre celle.

Le informazioni presenti sullo schermo[modifica]

Avviando OpenOffice.org Spreadsheet, si aprirà la finestra principale del programma che è costituite da diverse zone:

  1. La barra del titolo, che visualizza il nome del file seguito dal nome del programma in uso (OpenOffice.org Calc), e contiene sull'estrema destra i tre pulsanti presenti per tutte le finestre: iconizzare, ripristinare/massimizzare, e chiudere.
  2. La barra dei menu.
  3. Le barre degli strumenti che sono composte da una serie di tasti con icone, che permettono, con un solo click, di attivare le funzioni di Calc.
  4. La barra delle formule che visualizza le coordinate (indirizzo) della cella selezionata, alcuni bottoni speciali per le formule e il contenuto della cella selezionata. Se una cella contiene una formula, visualizza la formula (da qui il nome), mentre nella cella viene visualizzato il risultato della formula.
  5. La barra di selezione delle tabelle che si trova nella parte bassa dello schermo, subito sopra la barra di stato e consente di passare da una tabella all'altra del documento. Questo si può fare cliccando con il mouse sulla linguetta con il nome della tabella che interessa. Se la linguetta di tale tabella non è visibile perché le tabelle sono molte, è possibile spostare le linguette cliccando sui pulsanti con le frecce che si trovano a sinistra delle linguette.
  6. La tabella selezionata.

Una cella può contenere testo, numeri e formule. Queste ultime consentono di effettuare calcoli basandosi sul contenuto di altre celle.pagina, cioè l'area dove sarà possibile inserire testo ed elementi grafici.

  1. Le barre di scorrimento che permettono di spostarci nel documento, in orizzontale e in verticale, per visualizzare le parti non visibili del foglio.
  2. La barra di stato sulla quale vengono visualizzate molte informazioni relative alla tabella.

È possibile che nell'area della pagina siano presenti anche altre barre e finestre. In un primo momento converrà chiuderle (cliccando sul simbolo X dell'intestazione di ciascuna) per aprirle e utilizzarle man mano che servono.