Primierotto/Congiunzioni

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro


In questo modulo affronteremo le congiunzioni più frequenti nel primierotto.

Congiunzioni[modifica]

  • E = E. Identico all'italiano: mi e ela son ndati a Trent (io e lei andammo a Trento); mi son ndat a Trent e ela a Belun (io andai a Trento e lei a Belluno).
  • Ma = Ma. Identico all'italiano: mi son ndat a Trent, ma ela a Belun (io andai a Trento, ma lei a Belluno).
  • Che= Che. A parte la grafia è identico: ghe è dit che ndé a Trent (gli/le ho detto che andavo a Trento).
  • Parché = Perché. Uguale significato (si usa sia nelle domande che nelle risposte): ndé a Trent parché là ghe n'èra en me amich (andavo a Trento perché lì c'era un mio amico).
  • Né ... e gnanca = Né ... né. Il significato è lo stesso: né mi no son ndat[1] a Trent e gnanca ela (né io né lei siamo andati a Trento).
  • O = O. Uguale all'italiano, anche nella situazione di "o ... o": mi vaghe a Trent, o, se no pođe, va ela (io vado a Trento o, se non posso, va lei).
  • Se = Se. Identico all'italiano: mi vaghe a Trent sol se cogne (vado a Trento solo se sono obbligato/a).

Note[modifica]

  1. In questa frase si può notare che anche il primierotto, come l'italiano ed il francese, possiede la doppia negazione.