Teoria dei segnali/Classificazione dei segnali

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La classificazione dei segnali è un punto fondamentale in questa teoria. In effetti, in base a ciascuna proprietà essi possono essere classificati in modo diverso. L'importanza di questa sezione non potrebbe essere subito colta dal lettore, in quanto a prima vista potrebbe parere una semplice enumerazione di definizioni usate per il solo ed unico scopo di creare un po' d'ordine all'interno della teoria. D'altronde, come si potrà constatare più avanti, le precisazione aggiunte nelle sottosezioni seguenti saranno di grandissimo aiuto nell'enunciazione di teoremi e concetti più complessi. Per la maggior parte dei casi, i segnali vengono classificati riferendisi alla presenza o all'assenza di una data proprietà (è questo il caso dei segnali periodici o non periodici). In casiun po' più particolari, invece, si possono classificare i segnali in base a classificazioni precedenti, o meglio, in base al fatto di appartenere sia ad una categoria che all'altra, un segnale può essere classificato in una nuova categoria (come per i segnali analogici o numerici).