Wikibooks:Deposito/Moduli/Dal BASIC al Visual Basic.NET

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La storia di Visual Basic[modifica]

Il BASIC[modifica]

Il BASIC acronimo per Beginner's All purpose Symbolic Instruction Code è un linguaggio di programmazione ad alto livello, che si distinse, a scapito delle prestazioni, per essere intuitivo e semplice da imparare.

Dalla prima versione dei professori John George Kemeny e Thomas Eugene Kurtz, Basic ebbe diverse mutazioni attraverso vari compilatori e macchine: tra questi spiccò Altair BASIC divenuto famoso per essere il primo linguaggio di programmazione pensato per il primo personal computer della storia Altair 8800, e famoso per essere il primo prodotto di una ora nota casa di software: La Microsoft.

Con la nascita e la diffusione di MS-Dos, l'attenzione si concentrò su QBasic, mantenendo le capacità del suo precedessore. Si diffuse presso le scuole per essere un tipo di linguaggio sequenziale e suddiviso in procedure permettendo al programmatore di scrivere un codice pulito facile da leggere e da gestire.

Il Visual Basic[modifica]

Con la nascita di sistemi operativi ad interfaccia visuale, nacquero nuove metodologie di programmazione e pian piano i linguaggi "Top - Down" dovettero lasciare il posto a linguaggi basati su eventi e oggetti.

Gli unici linguaggi rimasti, cambiarono profondamente cosi come è cambiato il basic. infatti nel Maggio del 1991 Microsoft presenta la prima versione di Visual Basic che sbigottì per l'estrema facilità di realizzare programmi con interfaccia grafica: divenne nel giro di pochi anni diffusissimo soprattutto per la capacità di interfacciarsi in modo semplice ed intuitivo ai database.

Tuttavia Visual Basic come il suo predecessore era ritenuto "un giocattolo per programmatori dilettanti" rispetto a linguaggi potenti ed affidabili come C, ma questo cambiò con la nascita del Microsoft .Net Framework.

Il mondo del dot Net[modifica]

Con l'avvento del Framework di Microsoft il modo di programmare sotto piattaforma Windows cambiò nuovamente. Cosi Vb dovette subire nuovi cambiamenti tanto da non essere più considerato 'il giocattolino di casa Microsoft' bensì un linguaggio di programmazione a pari livello dei suoi cugini C#.net e C++.net

Infatti con l'inserimento del framework programmare in c#.net in c++.net o in vb.net a livello prestazionale abbiamo risultati molto simili. Infatti il codice scritto da tali linguaggi viene compilato in un linguaggio comune chiamato Common Intermediate Language (IL).

Questo determina che una applicazione che stampa su schermo "Hello World" scritta in c++.net ed una scritta in vb.net restituiscano pressapoco lo stesso codice CIL.

Oggi i linguaggi del Framework di Microsoft è considerato la piattaforma più conosciuta e completa per realizzare applicazioni sotto ambiente Windows e non solo: infatti sono nati intorno ad esso una serie di progetti tra questi Mono: un progetto open source che permette di realizzare applicazioni compatibili con diversi ambienti tipo Linux, UNIX o Mac OS X.

Vantaggi e svantaggi[modifica]

Un vantaggio fondamentale è che esistono diversi ambienti di sviluppo, per gestire i propri listati, che sono freeware. la stessa Microsoft ha rilasciato delle versioni "Express" dei suoi più famosi IDE. Si possono trovare gratuitamente sul sito della Microsoft ed è bello sapere che tale strumento si può utilizzare liberamente anche a scopo di lucro. Per questo motivo che in questo libro verrà utilizzato Visual Basic Express Edition scaricabile su questo link.

Un altro vantaggio di avere in dotazione uno strumento come il .NET Framework è sicuramente la capacità di realizzare la stessa applicazione per ambienti diversi senza fare troppi sforzi. questa capacità in informatica viene chiamata portabilità.

Questa capacità porta però anche diversi svantaggi: difatti il CIL è uno strumento intermedio che si trova tra il linguaggio macchina ed il codice a cui un utente è abituato. Questo comporta che le applicazioni realizzate in dot Net per essere eseguite devono fare sempre un passaggio in più e di conseguenza risultano più pesanti in fase di esecuzione, rispetto ad un comune eseguibile per windows.

Un altro grosso problema è la possibilità di poter facilmente dissassemblare da eseguibile dot Net in CIL per poi poterlo modificare e ricompilare a proprio piacimento.