Wikibooks:Deposito/Moduli/Le fasi della produzione di uno stampato

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La realizzazione di un prodotto stampato passa attraverso quattro fasi. Ciascuna di esse è strettamente collegata con le altre: per evitare di commettere errori che possono compromettere il lavoro successivo e, quindi, il risultato finale, è importante conoscere tutto il processo grafico.

Le quattro fasi sono:: la progettazione grafica, la prestampa, la stampa, l'allestimento (chiamata anche post-stampa).

Progettazione grafica[modifica]

Nella fase di progettazione grafica vengono stabilite le caratteristiche grafiche e tecniche dello stampato che si dovrà realizzare.

Il progettista grafico, partendo inizialmente da un bozzetto, elabora un layout grafico definitivo, nel quale specifica tutti i parametri necessari per la realizzazione del prodotto grafico.

I più importanti sono:

  • Impostazione grafica della pagina (margini, colonne, formato);
  • Tipi di carattere da utilizzare nelle varie parti testuali dello stampato;
  • Formato e tipo di supporto (carta, cartoncino o altro materiale);
  • Numero dei colori da impiegare in stampa (compresi eventuali colori speciali);
  • Tipo di rilegatura;
  • Lavorazioni particolari (fustellatura, stampa a caldo, rilievo)

Tutte queste indicazioni dovranno essere successivamente interpretate ed applicate durante la fase di impaginazione in prestampa.

Prestampa[modifica]

Dopo aver eseguito il progetto grafico ed aver definito tutti i particolari tecnici dello stampato, si passa ad una delle fasi più importanti del processo grafico: la prestampa.

In questi ultimi anni essa è diventata sempre più importante per la produzione dello stampato e per il raggiungimento di un giusto equilibrio tra qualità, velocità e costi di produzione.

Per questo motivo nella prestampa si svolgono molte fasi, anche complesse, che partendo dagli originali di testo delle illustrazioni, arrivano fino alla preparazione della forma di stampa, passando attraverso l'impaginazione, le prove colore, l'esecuzione delle pellicole e delle forme per la stampa.

La complessità di queste operazioni viene alleggerita dall'uso del computer e di appositi software, che facilitano di molto il lavoro del prestampatore.

Stampa[modifica]

La stampa è indubbiamente una delle fasi più importanti del processo grafico. In essa tutte le operazione precedenti di preparazione (prestampa), trovano una realizzazione concreta e visibile: lo stampato. print

Lo stampatore provvede a preparare la macchina per la stampa: inserisce l'inchiostro e le forme di stampa, regola il passaggio della carta e la centratura a registro dei vari colori. Importante in questa fase è anche ricercare la perfetta corrispondenza tra il layout iniziale e il risultato di stampa, in particolare per i colori delle immagini, che devono essere uguali all'originale. Solo da alcune macchine da stampa esce già il prodotto finito (es. i giornali quotidiani), mentre nella maggior parte dei casi vengono stampati dei fogli che poi devono essere lavorati nella fase successiva dell'allestimento.

Allestimento[modifica]

L'allestimento è l'ultima fase del processo grafico. In essa il prodotto viene rifinito e completato, fino a giungere al suo aspetto definitivo.

Solitamente la fase di allestimento viene suddivisa in tre aree (non necessariamente tutte presenti):

la legatoria, che si occupa di rilegare prodotti librari e paralibrari (libri e riviste); la cartotecnica, che realizza unicamente prodotti extralibrari (scatole, etichette, cartellette, moduli, tessere, buste, espositori); il finissaggio, che riguarda tutte le operazioni relative alla confezione, imballaggio e spedizione.

Si tratta di una fase da non sottovalutare, perché spesso la bellezza e la funzionalità di un prodotto grafico dipendono dalle lavorazioni svolte proprio nell'allestimento. Non bisogna poi dimenticare che a volte è la fase più dispendiosa, in termini di costi e di tempo, per realizzare un buon prodotto grafico.

Nell'allestimento si usano diverse macchine: taglierina lineare e trilaterale, cucitrici a filo refe e a punto metallico, autoplatine, fustellatrici, cordonatrici, piegatrici, accavallatrici, raccoglitrici. In alcuni casi è necessario anche l'intervento di lavorazioni manuali dell'operatore.