Comunicazione professionale/Scrivere annunci per giornali, riviste, affissioni

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Gli elementi di un annuncio stampa[1][modifica]

Per annunci intendiamo le inserzioni pubblicitarie su giornali e riviste, le affissioni stradali, manifesti e poster. In tempi di internet sono annunci anche i banner e i post sui social. Un annuncio completo deve contenere:

Quasi mai questi quattro elementi sono presenti contemporaneamente in un annuncio. Per ogni singola parte di ogni annuncio conviene utilizzare una check list di controllo per verificarne l'efficacia.

Visual[modifica]

L’aspetto più importante da curare in un annuncio è l’immagine perché è quella che per prima incuriosisce il lettore.

Copy ad[modifica]

A volte è molto efficace la copy ad, cioè un annuncio di solo testo come: Voltswagen, usata per promuovere un’auto elettrica della Volkswagen.

Headline[modifica]

Nella haedline bisogna inserire sempre una promessa concreta per 'costringere' il lettore ad interessarsi dell’annuncio come: “Con Moment mai più mal di testa”. La massima efficacia di un annuncio c’è quando immagine e testo si completano a vicenda.

Payoff[modifica]

Molto importante per un’azienda è il suo payoff: sembra efficacissimo quello dei supermercati CONAD: “persone, oltre le cose”.

Bodycopy[modifica]

La bodycopy viene letta solo da due persone su dieci, fra quelli che guardano un annuncio, per questo deve essere colloquiale e si deve ricollegare a quello che visual e headline avevano promesso. Gli annunci stradali non devono contenere bodycopy perché troppo lunghi da leggere mentre si guida e, dovrebbero trattare, in maniera lampo, del perché di un prodotto ("perché vuoi rimanere grassa?"); del come ("come perdere 10 chili in tre mesi") ed utilizzare una testimonial convincente sul piano del peso e dell’avvenenza fisica.

Note[modifica]

  1. Cfr. A. Cannavacciuolo, Manuale di copywriting e scrittura per il web, Milano, Hoepli, 2018.